n° 439 del 22 settembre 2010
venerdì 24 settembre 2010
22 settembre 2010
nr. 439
 
Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------
dunant
 
Contenuto:
1 - 17-09-2010 Evento
“Henry Dunant + Gustave Moynier: amici e nemici”
Traduzione non ufficiale di Serena Corniglia

2 - Dall’Ufficio Stampa CRI  www.cri.it
“Ginevra: Kellenberger, presidente Comitato Internazionale Croce Rossa, presenta risultati studio CICR su DIU”
 
3 - Il Centro di Documentazione per la Storia dell’Assistenza
e della Sanità - Firenze
in collaborazione con l’Ufficio Storico della Croce Rossa Italiana – Regione Toscana
9-10 ottobre 2010
“Florence Nightingale a cento anni dalla sua scomparsa”
Firenze – Comitato Regionale CRI Toscana - Via dei Massoni  21

4 - Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Milano
Area Attività Internazionali
Convegno  “Afganistan: quale ricostruzione?
Milano Università Bocconi
Sabato 16 ottobre 2010
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

1 - 17-09-2010 Evento
Henry Dunant + Gustave Moynier: amici e nemici

In occasione del centenario della morte di Henry Dunant e di Gustave Moynier due figure storiche all’origine della Croce Rossa, un’esposizione ripercorre i loro rispettivi percorsi. Museo Internazionale della Croce Rossa, Ginevra. Dal 22 settembre 2010 al 23 gennaio 2011.

Traduzione non ufficiale di Serena Corniglia

Se il nome di Henry Dunant è conosciuto nel mondo intero, i dettagli del suo operato e della sua esistenza non sono certamente famigliari a tutti e sembra necessario riportarli alla memoria. Al contrario, Gustave Moynier non gode della stessa fama. La sua attività fu tuttavia indispensabile alla creazione e alla durata del Comitato Internazionale della Croce Rossa, istituzione inseparabile dal mondo moderno. L’esposizione farà quindi scoprire anche l’importante ruolo che giocò il presidente per più di 40 anni del CICR, Gustave Moynier.

Sebbene condividano una causa comune, la storia ha spesso opposto Dunant e Moynier. Alleati all’inizio, i due uomini si sono rapidamente scontrati sull’orientamento generale da dare alla loro azione umanitaria e furono rivali per ottenere diversi riconoscimenti. Guidato dal suo pragmatismo e desideroso di costruire una struttura solida all’istituzione, Moynier giocò un ruolo attivo nell’isolamento dell’idealista Dunant, dopo i problemi finanziari che quest’ultimo incontrò, e impedì che egli potesse tornare negli affari, al punto da mettere in pericolo i suoi stessi mezzi di sostentamento. Questo conflitto durerà tutta la loro vita e non troverà alcuna forma di riconciliazione. Di fatto, è rimasta un’immagine piuttosto negativa di Moynier, che passa per il persecutore di Dunant, elevato a figura di martire.

Un’esposizione realizzata dall’Association Henry Dunant + Gustave Moynier, 1910-2010 (www.dunant-moynier.org) al museo Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, Ginevra.

Per saperne di più su questa esposizione temporanea:
http://www.micr.ch/e/exhib/explore_current_e.html

Tratto dal sito del Comitato Internazionale della Croce Rossa:
http://www.icrc.org/web/fre/sitefre0.nsf/htmlall/exhibition-dunant-moynier-event?opendocument

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - Dall’Ufficio Stampa CRI  www.cri.it
Ginevra: Kellenberger, presidente Comitato Internazionale Croce Rossa, presenta risultati studio CICR su DIU

A distanza di 50 anni dall'adozione delle Convenzioni di Ginevra, il Diritto Internazionale Umanitario rappresenta tuttora un insieme di norme attuali e, se applicato nella sua interezza, può garantire un'efficace protezione delle vittime dei conflitti armati, anche alla luce dei nuovi cambiamenti nello scenario internazionale. E' questo il risultato di uno studio condotto dal comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) sullo stato attuale del Diritto Internazionale Umanitario e reso noto, oggi a Ginevra, dal Presidente del CICR, Jakob Kellenberger, nel corso di una riunione alla quale erano presenti i rappresentanti degli Stati parte delle Convenzioni di Ginevra del 1949.

Lo studio del Comitato è stato avviato alla fine del 2007 e ha avuto come scopo l'analisi delle principali sfide umanitarie alla luce degli attuali conflitti. Particolare attenzione è stata posta alle questioni relative i conflitti armati non internazionali.

L'analisi ha dimostrato che il corpus di norme conosciuto come Diritto Internazionale Umanitario resta uno strumento più che appropriato e adatto alla regolamentazione dei comportamenti delle parti coinvolte in un conflitto. Allo stesso tempo lo studio ha portato alla luce l'esigenza di rafforzare la struttura normativa già esistente in termini di protezione degli individui privati della loro libertà, dei meccanismi di controllo per il rispetto delle norme e del recupero delle vittime delle violazioni, la protezione dell'ambiente naturale e delle categorie più a rischio della popolazione civile.

Per consultare il documento integrale con lo studio del CICR sul DIU vai su http://cri.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5079

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3 - Il Centro di Documentazione per la Storia dell’Assistenza e della Sanità - Firenze
in collaborazione con l’Ufficio Storico della Croce Rossa Italiana – Regione Toscana
9-10 ottobre 2010
Firenze – Comitato Regionale CRI Toscana - Via dei Massoni  21
organizza un Seminario di Studio su

Florence Nightingale a cento anni dalla sua scomparsa

Il Seminario è finalizzato a ricordare la figura di Florence Nightingale (1820-1910) - “Signora della lampada” -, che insieme ad Henry Dunant e a Gustave Moynier ha dato vita al sistema assistenziale per i militari malati e feriti in guerra.

Il Seminario è aperto anche a studi condotti sulla:
Medicina del periodo;
Storia della Sanità Militare;
Istituzioni e servizi civili demandati al soccorso del sofferente.

Una sessione è espressamente dedicata alla figura di Florence Nightingale

I relatori sono una cinquantina da tutta Italia, e non solo, in particolare sono confermate le presenze di:
 
Caroline Worthington Direttrice del Florence Nightingale Museum di Londra
François Bugnion già Capo Dipartimento Diritto e Dottrina del CICR Ginevra e autore di biografia di G.Moynier
Roger Durand Presidente della Société Henry Dunant Ginevra e autore di biografia di H.Dunant
Hermann Bergundthal  Presidente del Museo Henry Dunant di Heiden – Appenzel (Svizzera)
Valerio Dimonte Università di Torino
Costantino Cipolla Università di Bologna

Orario: il Seminario inizierà la mattina di sabato 9 ottobre alle ore 9,00 e si concluderà domenica con orario 10,00 – 13,00.

Presidenti del Seminario di Studio: Enrico Ghidetti, Paolo Vanni
Presidente del Comitato Scientifico: Enrico Ghidetti
Presidente del Comitato Organizzatore: Esther Diana

Segreteria organizzatrice per informazioni, iscrizioni e invio del titolo delle comunicazioni:
Centro di Documentazione per la Storia dell’Assistenza e della Sanità
Borgognissanti, 20 – 50123 Firenze
Tel.: 055 2285567; fax: 055 2285589
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Costo dell’iscrizione: Euro 50,00. la quota di iscrizione comprende la presentazione della comunicazione, i due pasti inclusi nel Seminario e la pubblicazione degli Atti.


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

4 - Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Milano
Area Attività Internazionali
Convegno  “Afganistan: quale ricostruzione?
Aula Magna Università Bocconi
Via Gobbi, 5 Milano
Sabato 16 ottobre 2010

Programma

8,30 - 9,30 Accoglienza dei partecipanti

9,30 - 10,00 Saluti introduttivi
Luca Bottero - Commissario Locale - CRI Milano
Alberto A. A. Bruno - Commissario Provinciale - CRI Milano
Lorenzo S. Massucchielli - Responsabile Area Attività Internazionali - CRI Milano

Sessione Mattutina
moderatore: Toni Capuozzo

10,00 - 10,15 - Inquadramento della situazione Afghana dal punto di vista del Diritto Internazionale Umanitario
Chiara Maria Leveque - Delegato DIU - CRI Milano

10,15 - 10,30 - Raccontare l’Afghanistan
Toni Capuozzo - Giornalista

10,30 - 11,00 - La ricostruzione giuridica dell’Afghanistan
Matteo Tondini - Vrije Universiteit Amsterdam (già esperto di cooperazione, UTL Kabul)

11,00 - 11,15 - Break

11,15 - 11,45 - L’attività italiana nel settore Giustizia ed il National Justice Programme
Daniele Canestri- Redattore del National Justice Programme for Afghanistan

11,45 - 12,15 - La lesson learned della cooperazione civile e militare in teatro operativo
Marco Lombardi - Università Cattolica di Milano - Docente di Sociologia

12,15 - 13,00 - La piaga delle mine antipersona
Alberto Cairo - Direttore centro ortopedico ICRC di Kabul

Sessione Pomeridiana
moderatore: Nico Piro

14,30 - 14,45 - Supporto alle donne e assistenza nelle carceri - Testimonianze
Susanna Fioretti - Delegata Internazionale CRI - MAE
Matteo Ciarli - ex Delegato Internazionale ICRC

14,45 - 15,00 - La storia contemporanea dell’Afghanistan
Nico Piro - Giornalista

15,00 - 15,30 - L’intervento ISAF
Adriano Cagliani - Legal Advisor ISAF, Herat

15,30 - 16,00 - Il supporto sanitario della Croce Rossa Italiana
Istvan Piffer - Corpo Militare CRI - AMET ISAF, Afghanistan

16,00 - 16,30 - Conclusione
Francesco Rocca - Commissario Straordinario CRI

Segreteria Organizzativa
Chiara Maria Leveque
Lorenzo S. Massucchielli
Tel: 02 33129233 – 33129243
Fax 02 33129264

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@