n° 96 del 30 Maggio 2002
mercoledì 29 maggio 2002
30 maggio 2002
nr. 96
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)



----------------------------------------------------------------------------------

1- CICRnews nr. 32 del 9 agosto 2002
Traduzione non ufficiale di Simon G.Chiossi

2- CICR Comunicato Stampa 53 del 31 luglio 2002
Partenza per l'Africa australe di una flotta di camions Croce Rossa.
CICR Comunicato stampa 60 - 23 agosto 2002
Africa australe: i camion con l'aiuto alimentare sono arrivati.

Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

CICRnews nr. 32 del 9 agosto 2002

Notizie in breve

Israele: territori occupati e territori autonomi.
La Mezzaluna Rossa palestinese tenta di far fronte agli accresciuti bisogni della popolazione. I telefoni squillano in continuazione. "Nulla di cui meravigliarsi", sottolinea il dr. Abdel Rahim Abou Saleh, capo del dipartimento per la tutela della salute primaria della Mezzaluna Rossa a Ramallah, " la citta' e' nuovamente sotto coprifuoco, tutti gli abitanti sono costretti a restare rinchiusi nelle loro abitazioni, compresi i medici.

Nagorno-Karabahk: il CICR ottiene la possibilita' di visitare tutti i detenuti.
Il 6 agosto le autorita' di fatto del Nagorno-Karabahk hanno firmato un accordo con il CICR che garantisce ai delegati del Comitato l'accesso a tutti i luoghi di detenzione ed a tutte le categorie di persone detenute nei territori del Nagorno-Karabahk.

Ex Repubblica yugoslava di Macedonia: spettacolo teatrale per i bambini.
Le vacanze estive sono gia' cominciate nella ex-Repubblica yugoslava di Macedonia, ma in un piccolo villaggio nei pressi di Tetovo i bambini continuano a frequentare gli edifici scolastici.

Svezia: "Pace nordica 2002".
Numerosi interventi umanitari e truppe militari sono presenti nel Bogaland, lacerato dalla guerra. Il conflitto che vede fronteggiarsi Kasuri nel nord e Mida nel sud minaccia di dividere il paese in due.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ò


2-
CICR Comunicato Stampa 53: partenza per l'Africa australe di una flotta di camions Croce Rossa.


Ginevra 31 luglio 2002

Una flotta di 231 camions e altri veicoli, organizzata dalla Croce Rossa Norvegese per trasportare viveri in cinque paesi dell'Africa australe, dove 13 milioni di persone sono minacciati dalla carestia, ha lasciato oggi le riviere della Norvegia, comunica la Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.
La flotta comprende precisamente 203 camion M6 donati dall'esercito norvegese. Dotati di una capacità di carico di 5 tonnellate ciascuno. Questi veicoli 4 ruote motrici, permettono di raggiungere le comunità che vivono nelle zone rurali lontane e mal servite. Dieci semi-rimorchi di capacità di 40 tonnellate ciascuno, dieci landcruiser, camion cisterna, laboratori mobili di meccanica e gru completano questa flotta che, per il suo volume e per le capacità, contribuirà a risolvere in buona parte i problemi logistici. L'accesso alle popolazioni dello Zimbabwe, dello Zambia, del Lesotho, dello Swaziland e del Malati rappresenta una enorme sfida per la Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e per l'insieme delle organizzazioni umanitarie attive nella regione.
Partiti dal porto norvegese di Drammen, i veicoli dovranno arrivare il 22 agosto a Durban, in Africa del Sud. Porteranno l'aiuto umanitario destinato a 1 milione e 300.000 persone per le quali la Federazione Internazionale ha lanciato un appello d'urgenza. Una volta terminato il loro impiego, ai primi di settembre, i 203 camions M6 potranno trasportare in totale 1000 tonnellate di viveri per viaggio.
"Grazie a questa flotta, la più importante mai organizzata dalla Croce Rossa della Norvegia, l'assistenza arriverà a chi ne avrà più bisogni nei prossimi nove mesi" sottolinea Halvor Fossum Lauritzsen, capo del dipartimento internazionale della Croce Rossa della Norvegia. "Essa rappresenta un contributo sostanziale all'intervento messo in azione dalla Croce Rossa e Mezzaluna Rossa nella regione."
Oltre i 750.000 beneficiari direttamente coperti dall'appello lanciato il 22 luglio dalla Federazione, i camion potranno approviggionare circa 550.000 persone supplementari per mese, nel quadro di una collaborazione con il Programma Alimentare Mondiale (PAM) delle Nazioni Unite. I veicoli saranno messi a disposizione di organizzazioni non governamentali (ONG), che lavorano nella regione.

L'appello della federazione per un totale di 89,2 milioni di franchi svizzeri (62 milioni di dollari americani) prevede anche dei servizi di approvvigionamento di acqua e di bonifica nelle comunità rurali che ne hanno bisogno, di distribuzioni di coperte e di forniture mediche, così come della fornitura di utensili, di sementi e di concimi ai contadini che praticano l'agricoltura di sussistenza. Il prossimo raccolto nelle campagne della regione non si farà prima di marzo 2003, ed il deficit alimentare è già stimato a circa 4 milioni di tonnellate.

Solveig Olafsdottir, Delegato Informazione a Harare - Zimbabwe
Jemini Panda e Marie-Françoise Borel Addetti stampa a Ginevra

@@@@@@@@@@@@@@@@

2 A
CICR Comunicato stampa 60 - Africa australe: i camion con l'aiuto alimentare sono arrivati.

Ginevra 23 agosto 2002

I cargo trasportanti i veicoli destinati a una delle più grosse operazioni di aiuto alimentare della storia della Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa è arrivato venerdì 23 agosto all'inizio della mattinata al porto di Durban, in Africa del Sud.
I 231 camion, semi-rimorchio, landcruiser, camion cisterna e laboratori mobili.

(……)

La flotta si fermerà qualche giorno a Durban per le formalità doganali e amministrative e anche per ricevere gli equipaggiamenti radio e altri allestimenti necessari all'operazione. Essa dovrà in principio essere pienamente operativa nella sua globalità all'inizio del mese di settembre.
" Noi facciamo tutto il possibile per mobilitare i mezzi logistici e il personale richiesto al fine di evitare una tragedia, ma la Croce Rossa e la Mezzaluna Rossa come il PAM hanno un disperato bisogno, prima di tutto, di alimenti per i prossimi due mesi", fa notare Iain Logan, responsabile delle operazioni in caso di catastrofe alla Federazione Internazionale.
La compagnia di navigazione Hual ha offerto un aiuto inestimabile all'operazione effettuando gratuitamente il trasporto dei veicoli dalla Norvegia a Durban. La nave Hual Europe ha lasciato la Norvegia il 31 Luglio. Dalla loro parte, le autorità portuali di Durban hanno concesso benefici alla nave e al suo carico di considerevoli ribassi di tasse.

Più ampie informazioni sul'operazione della Federazione internazionale in favore delle vittime della crisi alimentare in Africa australe, sono riportate nel nostro sito internet: www.ifrc.org Fotografie numerate possono essere ottenute scrivendo all'indirizzo: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo Per informazioni sull'attività del PAM, consultare il sito Internet: www.wfprelogs.org

Per informazioni complementari:
in Africa australe: Grethe Ostern
a Ginevra: Denic McClean, Capo Servizio Stampa