Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


Nr. 558 del 1 aprile 2018 Stampa E-mail
mercoledì 18 aprile 2018

Nr° 558 del 1 aprile 2018

 

Tratto dal sito web del CICR

Statuti del Comitato internazionale della Croce Rossa

Traduzione non ufficiale di Pancrazio Stangoni

 

1 GENNAIO 2018

Adottati il 21 dicembre 2017 ed entrati in vigore il 1 gennaio 2018

Un'organizzazione imparziale, neutrale e indipendente, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) ha esclusivamente la  missione umanitaria di proteggere la vita e la dignità delle vittime dei conflitti armati e di altre situazioni di violenza e di fornire loro assistenza.

Il CICR si adopera anche per prevenire la sofferenza promuovendo e rafforzando il diritto e i principi umanitari universali.

Fondato nel 1863, il CICR è promotore delle Convenzioni di Ginevra e del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa ( Movimento), di cui dirige e coordina le attività internazionali nei conflitti armati e in altre situazioni di violenza.

 Articolo 1. Il Comitato internazionale della Croce Rossa

Il CICR è un'organizzazione consacrata dalle Convenzioni di Ginevra, dai loro Protocolli Aggiuntivi, dagli Statuti del Movimento e dalle  Conferenze Internazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (Conferenze internazionali).

E’ parte delle componenti del Movimento, che comprende anche le Società Nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (Società Nazionali) e la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (FIRC).

Articolo 2. Stato giuridico

Il CICR è costituito come un'associazione disciplinata dagli articoli 60 e seguenti del Codice civile svizzero.

Al fine di adempiere al suo mandato e alla sua missione umanitaria, il CICR gode di uno status equivalente a quello di un'organizzazione internazionale e ha una personalità giuridica internazionale nell'esercizio delle sue funzioni .

Articolo 3. Sede, emblema, logo e valuta

Il CICR ha sede a Ginevra, in Svizzera.

L'emblema del CICR è la croce rossa su sfondo bianco, che è autorizzato a utilizzare in ogni momento, in conformità con le Convenzioni di Ginevra e i loro Protocolli aggiuntivi.

Il logo del CICR è composto da una croce rossa su uno sfondo bianco circondato da due cerchi concentrici, all'interno del quale sono incise le parole "COMITATO INTERNAZIONALE DI GINEVRA" e si sovrappone in modo appropriato .

Il motto del CICR è " Inter arma caritas " e usa anche il motto " Per humanitatem ad pacem ".

Articolo 4. Ruolo

1. Il ruolo del CICR, specialmente, è:

(a) mantenere e diffondere i Principi Fondamentali del Movimento, vale a dire: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità;

b) riconoscere qualsiasi Società Nazionale appena creata o ricostituita che soddisfi i requisiti di riconoscimento stabiliti nello Statuto del Movimento e notificare tale riconoscimento alle altre Società Nazionali;

(c) assumere i compiti ad esso assegnati dalle Convenzioni di Ginevra, lavorare per la fedele applicazione del diritto umanitario internazionale applicabile nei conflitti armati e ricevere qualsiasi reclamo su presunte violazioni di tale diritto;

(d) impegnarsi in ogni momento, in quanto istituzione neutrale la cui attività umanitaria è particolarmente efficace in caso di conflitti armati - internazionali o di altro tipo - o turbative  interne, per fornire protezione e assistenza alle vittime militari e civili di detti eventi e delle loro conseguenze dirette;

e) garantire il funzionamento dell'Agenzia centrale per la ricerca di persone prevista dalle convenzioni di Ginevra;

(f) contribuire, in previsione di conflitti armati, alla formazione e preparazione del personale e delle attrezzature sanitarie, in collaborazione con le Società Nazionali, i servizi sanitari militari e civili e altre autorità competenti;

(g) lavorare per la comprensione e la diffusione del diritto internazionale umanitario applicabile nei conflitti armati e per prepararsi al suo eventuale  sviluppo;

h) assumere i mandati che gli sono stati affidati dalla Conferenza internazionale.

2. Il CICR può prendere qualsiasi iniziativa umanitaria che entri nel suo ruolo di istituzione e intermediario specificamente neutrale e indipendente e prendere in considerazione qualsiasi questione per la quale sia richiesto un esame da parte di tale istituzione.

Articolo 5. Rapporti con altre componenti del movimento

Il CICR mantiene stretti rapporti con le Società nazionali. In accordo con loro, collabora in settori di interesse comune, come la preparazione all'azione in caso di conflitto armato, il rispetto, lo sviluppo e la ratifica delle Convenzioni di Ginevra, la diffusione dei Principi Fondamentali e del diritto internazionale umanitario.

Nelle situazioni di cui all'articolo 4, comma 1, lettera d), che richiedono coordinamento dell'assistenza fornita da Società nazionali di altri paesi, il CICR, in collaborazione con la Società Nazionale del paese o dei paesi coinvolti , assicura l'attuazione in conformità con gli accordi con le altre componenti del Movimento.

Il CICR mantiene stretti rapporti con la Federazione, con la quale collabora in settori di reciproco interesse, in conformità con gli Statuti del Movimento e gli accordi  tra loro stipulati.

 Articolo 6. Relazioni al di fuori del movimento

Il CICR mantiene relazioni con le autorità governative e con tutte le istituzioni nazionali o internazionali la cui collaborazione sia ritenuta  utile.

Articolo 7. Membri del CICR

Il CICR ha fra 15 e 25 membri che vengono scelti per cooptazione tra cittadini/e svizzeri.

I membri esercitano le proprie funzioni su base volontaria, ad eccezione del presidente del CICR e del vicepresidente supplente.

Il CICR può nominare membri onorari tra i membri alla fine del loro mandato.

Articolo 8. Organi del CICR

Gli organi del CICR sono:

a) l'Assemblea;

b) il Consiglio dell'Assemblea;

(c) la Presidenza;

d)  la Direzione;

e) I’Audit interno;

(f) la Commissione indipendente di vigilanza sulla protezione dei dati.

Articolo 9. L'Assemblea

L'Assemblea è l'organo supremo del CICR. Esercita l'alta supervisione dell'istituzione e assicura l'adempimento della sua missione. Definisce la strategia istituzionale e adotta la dottrina, il bilancio e i conti del CICR.

L'Assemblea è composta da membri del CICR. Ha un carattere collegiale.

Articolo 10. Il Consiglio dell'Assemblea

Il Consiglio dell'Assemblea è un organo sussidiario dell'Assemblea. Assicura il corretto funzionamento dell'istituzione, in particolare nel settore della gestione delle risorse umane e della gestione finanziaria, e assiste l'Assemblea nei suoi compiti. Per fare ciò, il Consiglio dell'Assemblea interagisce regolarmente con la Direzione.

È composto da cinque a sette membri eletti dall'Assemblea, tra cui il/la presidente del CICR e il/la vicepresidente supplente.

Articolo 11. Presidenza

Il Presidente del CICR ha la responsabilità primaria delle relazioni esterne del CICR.

Come presidente dell'Assemblea e del Consiglio dell'Assemblea, assicura la salvaguardia delle competenze di questi due organismi e segue da vicino la gestione dell'istituzione.

Il presidente del CICR è assistito nell'esecuzione delle sue funzioni da uno/a vicepresidente e, se del caso, di un secondo/a  Vice Presidente.

Articolo 12. La Direzione

La Direzione è l'organo esecutivo del CICR. Dirige l'amministrazione, composta da tutti i membri del personale del CICR, ad eccezione dell' Audit interno. È responsabile della gestione dell'Amministrazione e garantisce l'efficienza operativa del CICR.

La Direzione è composta dal/dalla Direttore/Direttrice o dal/dalla Direttore Generale e da tre a direttori o direttrici.

La Direzione è presieduta dal Direttore Generale o dalla Direttrice Generale

Articolo 13. Potere di rappresentanza

Il CICR è vincolato dagli atti del/la Presidente, dal Direttore Generale o da qualsiasi persona da questi autorizzata.

Articolo 14. L' Audit Interno

L' Audit Interno  del CICR valuta, indipendente dall'amministrazione, il grado di controllo che l'ente ha delle sue attività. I suoi metodi sono quelli dell'audit interno operativo e finanziario.

 Copre l'istituzione nel suo complesso, presso la sede centrale e sul campo. Mira a valutare, in modo indipendente, le prestazioni dell'istituzione e la pertinenza dei mezzi attuati in relazione alla sua strategia. Riferisce direttamente all'Assemblea.

Nell'area finanziaria, il ruolo dell'Audit Interno è complementare a quello della società di revisione esterna.

 

 

Articolo 15. Commissione indipendente di vigilanza sulla protezione dei dati

La Commissione indipendente di vigilanza sulla protezione dei dati, indipendentemente dagli altri organismi CICR e dall'amministrazione, verifica la conformità delle operazioni di trattamento dei dati personali del CICR alle pertinenti norme del CICR e Statuto sui diritti degli interessati nel contesto delle singole applicazioni ad essi relative.

Ha competenza su tutte le attività dell'istituzione nel suo complesso, presso la sede e sul campo.

Informa regolarmente l'Assemblea delle sue attività.

Articolo 16. Risorse e controllo finanziario

Le risorse del CICR provengono principalmente dai contributi dei governi e delle Società nazionali. Provengono anche da fondi provenienti da fonti private e dai proventi finanziari propri dell'ente.

Le risorse e i fondi propri disponibili solo per il CICR garantiscono l'adempimento degli impegni di quest'ultimo. È esclusa qualsiasi responsabilità personale o congiunta dei suoi membri.

L'utilizzo di tali risorse e fondi è soggetto a un controllo finanziario interno indipendente ( Audit Interno) ed esterno (società di revisione).

In caso di scioglimento dell'associazione, l’ attivo disponibile saranno interamente assegnate a una o più istituzioni che perseguono scopi umanitari e beneficiano dell'esenzione fiscale. In nessun caso il patrimonio  deve essere restituito ai donatori, ai fondatori o ai fondatori fisici o ai Membri, o essere utilizzato a proprio vantaggio in tutto o in parte, e in qualsiasi modo.

Articolo 17. Regolamento interno

L'Assemblea provvede all’applicazione del presente statuto, in particolare emanando un Regolamento interno.

Articolo 18. Revisione

L'Assemblea può rivedere il presente  statuto in qualsiasi momento. La revisione  deve essere oggetto di due dibattiti programmati nell'ordine del giorno di due sessioni separate.

Qualsiasi emendamento allo statuto deve essere approvato da una maggioranza di due terzi di tutti membri

Articolo 19. Entrata in vigore

I presenti statuti, adottati il 21 dicembre 2017, sostituiscono gli statuti del Comitato internazionale della Croce rossa del 21 giugno 1973 , rivisto il 20 luglio 1998, l'8 maggio 2003, il 18 dicembre 2014 e il 19 novembre 2015. Entrano in vigore e sono efficaci dal 1 gennaio 2018.

 
Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2018 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.