Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


nr. 549 del 16 Dicembre 2017 Stampa E-mail
martedì 19 dicembre 2017

16 Dicembre 2017

nr. 549

 

 

Nota augurale

Fra un paio di settimane sarà Natale, un Natale di rinascita per questa newsletter. La vita porta a crisi e cambiamenti, anche il Caffè ha vissuto questo, ma ora è qui ed insieme guardiamo avanti nell'impegno di portare di tanto in tanto, senza una scadenza precisa, delle note tratte, come d'abitudine, dai siti web internazionali  della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Ci saranno anche notizie di Storia e di Diritto Internazionale Umanitario come articoli o avvisi di convegni, congressi e giornate di studio.

Segnalo una mostra da non perdere a Trento, ma c'è tutto il tempo... ma spesso quando c'è molto tempo è il belo che ce la si fa scappare. E' alle Gallerie di Piedicastello, nella Galeria nera si intitola "L'ultimo anno 1917 1918"   sono 300 metri di mostra pazzesca sull' ultimo anno della Prima Guerra Mondiale, allestita in un modo fantastico, in posto unico ed originalissimo.  Ragazzi... da vedere assolutamente.

L'augurio da parte mia, di Valter, di Barbara e da chi, in futuro,  si unirà a noi nella gestione del Caffè, è che sia un Buonissimo Natale che prende per mano un Felice Anno Nuovo a chiunque legga e alla sua famiglia.

Un abbraccio  

M.Grazia


------------------------------------


Tratto dal sito del www.cicr.org

Comunicato stampa  11 dicembre 2017

Il numero delle famiglie separate da un conflitto, dalla violenza o da una catastrofe naturale ha raggiunto un livello record negli ultimi 5 anni

Traduzione non ufficiale dall’originale in lingua francese da M.Grazia Baccolo 

https://www.icrc.org/fr/document/le-pire-cauchemar-de-tous-les-parents   

Il numero delle famiglie separate da un conflitto, da una situazione di violenza, da una catastrofe naturale non è stato mai così alto da cinque anni, secondo i dati raccolti dal Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR). Fra il 2012 e il 2016, si è così registrato un un aumento di quasi il 90% di nuovi casi di persone che hanno fatto appello all'Istituzione (il CICR) per aiutarli a ritrovare i propri cari e nel solo anno 2016 sono stati aperti 18.000 nuovi casi.

Tuttavia, questa è solo la punta dell'iceberg, afferma il CICR. In effetti, la raccolta di dati precisi è insufficiente, il numero di famiglie disperse è indubbiamente molto più alto. Questa comunicazione  coincide con il lancio di una nuova campagna natalizia dell'istituzione, che fa eco all'angoscia generata da una separazione familiare in un video struggente di 1 minuto e 31 secondi:

Il peggior incubo di tutti i genitori

 https://www.youtube.com/watch?v=fjCUIRot_lM 

L'inizio del video, in una telecamera a circuito chiuso, è una ricostruzione. Ma le scene delle famiglie che si ritrovano dopo anni di separazione sono molto reali.

Riproducendo le immagini di filmati della videosorglianza, il film presenta i parenti in luoghi familiari, come negozi affollati o uno zoo. Trascrive la sensazione di panico di queste madri, padri o nonni che perdono di vista, per un istante, i loro figli o nipoti e mostra i loro disperati sforzi per ritrovarli. Questa temporanea lontananza è paragonata agli anni di separazione sopportati da migliaia di famiglie in tutto il mondo. Ci sono anche alcune toccanti scene di riunificazione facilitate dal CICR.

Il CICR invita il pubblico a condividere il video per sensibilizzare e fare una donazione per sostenere l'azione vitale che sta svolgendo per riunire le famiglie in questo momento speciale e anche nel resto dell'anno.

"Perdere un figlio è il peggior incubo di ogni genitore, ma per le famiglie colpite da conflitti, violenze o disastri naturali, è una dolorosa realtà ch si può prolungare per anni. I conflitti sono sempre più lunghi e il mondo oggi sta affrontando il più grande spostamento di popolazione dalla Seconda Guerra Mondiale. Fattori questi che aumentano il rischio di perdere il contatto con la propria famiglia ", ha detto Matt Clancy, portavoce del CICR.

"Riunire le famiglie è importante per la nostra missione umanitaria nello stesso modo del fornire acqua, cibo o riparo. Si tratta di dare dignità a queste persone e ripristinare i contatti con i loro cari. Soprattutto perché il diritto internazionale riconosce alle famiglie il diritto di riunirsi in situazioni di conflitto armato. "

Il CICR sta lavorando per combattere questo problema facilitando il ricongiungimento familiare. Per oltre 100 anni, in collaborazione con i suoi partner nel Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, il CICR fa di tutto per aiutare i membri delle famiglie separate a ritrovarsi l'un l'altro. I legami possono essere ristabiliti con una lettera o una telefonata, oppure le persone possono essere riunite per sempre, come nel video.

Per approfondire la materia e per sostenere il CICR, consultate queste pagine:

Riunire le famiglie separate da un confitto

Persone scomparse https://www.icrc.org/fr/guerre-et-droit/personnes-protegees/personnes-disparues

Ristabilire i legami familiari https://www.icrc.org/fr/nos-activites/retablissement-des-liens-familiaux

 

Informazioni complementari

Juliette Ebele, CICR Genève, tél. : +41 79 949 35 12

Matt Clancy, CICR Genève, tél. : +41 79 574 15 54

 

Note di redazione

Donne e bambini

- Circa 15.000 donne sono attualmente scomparse, ovvero più del doppio di 5 anni fa.

- L’anno scorso, il CICR ha ricevuto più di 5000 nuove richieste di ricerca di donne fatte dai membri della loro famiglia.

- Più di 7.000 ragazze sono attualmente scomparse. Il CICR ha aperto 2.000 pratiche lo scorso anno e segnala un aumento dell'80% in questo tipo di casi negli ultimi cinque anni.

- Più di 15.000 bambini sono attuelmente scomparsi, E’ circa 3 volte di più del numero dei casi notificati dal CICR nel 2012.

- Nel 2016, circa 6.500 famiglie hanno fatto appello al CICR per aiutarle a ritrovare i loro bambini.

 

 Attività generali

In questi ultimi 5 anni, il CICIR ha:

-          Permesso ai membri delle famiglie separate di scambiarsi più di mezzo milione di messaggi

-          Offerto più di 2 milioni di telefonate

-          Riunito più di 7000 famiglie

-          Trasferito più di 7000 salme

-          Emesso più di 20.000 documenti di viaggio

-          Consegnato più di 100.000 attestazioni di detenzione.

 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2018 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.