Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n 542 del 8 settembre 2015 Stampa E-mail
mercoled 09 settembre 2015

8 settembre 2015

nr. 542
 
Notiziario

Sito web www.caffedunant.it

 

----

1 - Dal sito CICR
È ora di agire per cessare la tortura
Dal sito https://www.icrc.org/en/document/action-end-torture-maurer
Traduzione non ufficiale di Simon G.Chiossi

2- Nepal: il CICR lancia una app per ricongiungere le famiglie
Dal sito https://www.icrc.org/en/document/nepal-icrc-introduces-new-app-help-reconnect-families
Traduzione non ufficiale di Simon G.Chiossi

3- allegato
Caravaggio 12 settembre 2015
“La Croce Rossa nel terzo millennio nella protezione delle vittime di guerra e del patrimonio culturale"

SCARICA LA LOCANDINA - FRONTE

SCARICA LA LOCANDINA - RETRO

1 - Dal sito CICR
È ora di agire per cessare la tortura
Dal sito https://www.icrc.org/en/document/action-end-torture-maurer
Traduzione non ufficiale di Simon G.Chiossi



Il giorno in cui il mondo celebra la Giornata Internazionale in Supporto delle Vittime di Tortura (26 giugno), insostenibili sofferenze vengono ancora inflitte, in totale violazione del diritto internazionale.
La tortura è un affronto all'umanità, causa sofferenze non solo alle vittime dirette di maltrattamenti, ma anche alle famiglie, che possono venirne danneggiate o distrutte. Un trattamento illegale, immorale o inumano non è mai la scelta giusta.
Intere comunità sono colpite dagli effetti corrosivi che la tortura ha sulla società, specialmente se resta impunita. Gli abusi generano odio e scatenano cicli di ritorsioni.
È una vergogna per la nostra società che la tortura e i trattamenti crudeli, disumani o degradanti restino così diffusi. Nessun paese è completamente immune dal fenomeno, in una forma o nell'altra.
Nonostante l'assoluto divieto del diritto internazionale, e gli sforzi fatti per cessare le torture da parte della comunità internazionale, incluse le organizzazioni umanitaria, siamo ancora ben lontani dal prevenirla.
Il CICR si adopera per prevenire la tortura con l'essere presente nei luoghi di detenzione. Nel 2014 abbiamo visitato oltre 800,000 prigionieri in 92 paesi, un numero significante dei quali sono a rischio. Teniamo conversazioni confidenziali con le autorità al fine di migliorare le loro condizioni quotidiane, il loro trattamento e il rispetto delle garanzia giuridiche. Chiediamo che venga data protezione internazionale alle vittime di tortura che sono costrette a fuggire dai propri paesi, e che siano fermati i rientri forzati nei paesi dove gli emigrati sarebbero a rischio di tortura.
Il CICR approva la firma e ratifica di 158 nazioni della Convenzione contro la Tortura. Ma c'è ancora molto da fare per implementare queste misure. A meno che questa convenzione non venga incorporata nel corpus delle varie leggi nazionali e messa in pratica, avrà un valore puramente simbolico.
Gli stati devono perseguire e punire chi tortura. Devono anche mettere in atto misure concrete per riparare i danni sofferti dalle persone torturate e maltrattate, e supportare la loro riabilitazione fisica, psicologica e sociale.
Avendo in mente le vittime di tortura, sia chi detiene il potere e influenza politica, che chi perpetra questi atti sul campo deve collaborare per mettere una fine alla tortura,una volta per sempre.
Peter Maurer, Presidente del Comitato Internazionale di Croce Rossa.

 

2- Nepal: il CICR lancia una app per ricongiungere le famiglie
Dal sito https://www.icrc.org/en/document/nepal-icrc-introduces-new-app-help-reconnect-families
Traduzione non ufficiale di Simon G.Chiossi

l CICR introduce Familylinks ANSWERS, una nuova applicazione web per aiutare a ricongiungere le famiglie separate in seguito ai recenti terremoti in Nepal. La tecnologia, che può essere utilizzata anche per disastri futuri, fa sí che le famiglie possano ricongiungersi più rapidamente.
L'applicazione, caricata sul sitohttp://www.familylinks.icrc.org,assiste nella gestione e ricerca di persone segnalate come scomparse, mantenendo la confidenzialità e privacy dei dati personali. Include un meccanismo di sicurezza a garanzia che un caso registrato non sia dimenticato e che le informazioni siano aggiornate.
Meera Rana Basnet, amministratrice del database della delegazione CICR in Nepal, ha detto che "Questo strumento ci permette di avere un quadro chiaro della storia di ogni caso, aggiornare le informazioni sul rintracciamento e facilitare le risposte alle richieste dei familiari."
"Di recente il CICR ha organizzato un corso di una settimana per formare la Società di Croce Rossa Nepalese sull'uso della app, e ci aspettiamo di vedere i risultati nelle settimane a venire," ha aggiunto.
Il CICR sostiene tutti i costi per lo sviluppo, l'utilizzo, il supporto, la diffusione e l'aggiornamento della app in 80 paesi, fra cui il Nepal.

Personale della Società di Croce Rossa Nepalese viene istruito dal CICR sulla nuova applicazione Familylinks ANSWERS application. CC BY-NC-ND / ICRC
Ristabilire i legami famigliari
I conflitti e i disastri naturali separano le famiglie, creando spesso settimane, mesi o anni di incertezza sulle sorti di un famigliare. Il CICR collabora con le Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa in tutto il mondo per localizzare le persone, scambiare messaggi, riunire famiglie, e scoprire che fine abbiano fatto gli scomparsi.
Familylinks ANSWERS verrà ora utilizzato in tutto il mondo come strumento standard per assistere nella ricostituzione delle famigliein situazioni di emergenza, specialmente in seguito a disastri.
Durante la cerimonia per la firma degli accordi e licenze legali sull'uso,a Kathmandu, il vice capo della delegazione CICR in Nepal, Alfredo Mallet, ha detto: "Il Nepal è il primo paese asiatico beneficiario dell'applicazione. Questa tecnologia aiuterà le Società Nazionali a rintracciare membri famigliari scomparsi in modo più efficiente e effettivo."
Sanjeev Thapa, presidente della Società di Croce Rossa Nepalese, ha ringraziato il CICR per l'aiuto prestato nel costituire l'attuale capacità d'azione della Società, e ha rimarcato che Familylinks ANSWERS è una nuova pietra miliare per il ricongiungimento delle famiglie in Nepal.
Più di 8,800 morti, oltre 22,000 feriti seri e centinaia di persone scomparse sono la conseguenza dei devastanti terremoti in Nepal il 25 aprilee 12 maggio 2015.

 

 

3- allegato
Caravaggio 12 settembre 2015
“La Croce Rossa nel terzo millennio nella protezione delle vittime di guerra e del patrimonio culturale"

 
< Prec.   Pros. >

Annunci

Per avere news su Corsi, Pubblicazioni e Manifestazioni visita la sezione BACHECA del Caffè
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre

Progetto editoriale

progetto editoriale

Corso Storia CR

Corso Storia della Croce Rossa e medicina
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

Raid Cross

Logo

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2017 Caff Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.