Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 518 del 17 novembre 2013 Stampa E-mail
lunedì 18 novembre 2013

17 novembre 2013

nr. 518
 
Notiziario

Sito web www.caffedunant.it

 

-----

 

Prima di tutto, prima del contenuto di questo numero  guardate questo video:
In 2 minuti il riassunto di 23 anni di Alberto Cairo a Kabul:

https://www.youtube.com/watch?v=DDfh2NE0G20

merita!
M.Grazia


Contenuto:

1 - Storia -  Timeline  parti nr. 4 + 5 + 6
Un’azione umanitaria lunga 150 anni
Traduzione non ufficiale di Valentina Ciolino e Simon G. Chiossi

2 - 17-11-2013 – CICR Comunicato stampa 13/198
Assegnata la Medaglia Henry Dunant  ad Alberto Cairo per il suo lavoro a favore dei disabili in Afghanistan
 Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

3 - Due nuove Società Nazionali si uniscono alla famiglia della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

4 - I leaders del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa si incontrano a Sydney per discutere il futuro dell'azione umanitaria
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

5 - Appuntamenti con la Storia di Novembre e Dicembre 2013 @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

1 - Storia -  Timeline  parte nr. 4 + 5 + 6
Un’azione umanitaria lunga 150 anni

la cronistoria - parte 4

Maggio 1919:I capi delle Societá Nazionali delle Potenze Alleate si incontrano all’hotel Regina di Parigi e firmano gli articoli della Associazione per la Lega delle Societá di Croce Rossa, che sarebbe poi diventata la FICR. Lo sforzo per creare la Lega porta all’inclusione delle Societá Nazionali di Croce Rossa nel Patto della Lega delle Nazioni, che entra in vigore nel Gennaio 1920. In solo pochi anni, la Lega delle Societá della Croce Rossa includerá Societá Nazionali dei paesi sconfitti in guerra.

Febbraio 1921:La Croce Rossa Americana riporta che negli Stati Uniti approssimativamente 20.000 bambini muoiono ogni anno in incidenti stradali

Un salto sino ad oggiNel 1999, il Rapporto sui Disastri Mondiali della FICR afferma che gli incidenti stradali sono una delle maggiori crisi umanitarie, causando 1,2 milioni di morti all’anno. Undici anni dopo, la FICR ed il suo progetto, la Associazione Mondiale per la Sicurezza Stradale, sono attori chiave del Piano Decennale delle Nazioni Unite per la Sicurezza Stradale, 2011-2020.

1921:I Processi di Lipsia sui Crimini di Guerra si tengono di fronte alla corte Suprema Tedesca, per punire i crimini commessi durante la Prima Guerra Mondiale. Lo scopo dei processi é limitato, ma creano un precedente per i successivi tribunali per i crimini di guerra.

Agosto 1922:La Cina é colpita da un tifone e circa 60.000 persone perdono la vita.

Settembre 1923:Le cittá giapponesi di Tokyo e Yokohama vengono devastate dal grande terremoto di Kanto che uccide fra 99.000 e143.000 persone.

Ottobre 1929:Crolla la Borsa statunitense, causando un collasso finanziario delle istituzioni di vari paesi ed avversitá economiche globali per parecchi anni. Gli Stati Uniti ritirano tutti gli aiuti all’estero, paralizzando svariate azioni di soccorso della Croce Rossa.

1931:Il fiume Huang He (anche detto Huang Ho o Fiume Giallo) in Cina allaga circa 104.000 chilometri quadrati (40.000 miglia quadrate) e causa la morte di piú di un milione di persone.

1936La Guerra Civile Spagnola: il CICR apre degli uffici nelle roccaforti sia nazionaliste che repubblicane. Durante la maggiorparte del conflitto, la distinzione fra combattenti e non-cambattenti viene ignorata ed i civili sono i piú colptiti dalle rappresaglie e dai bombardamenti. I raid aerei a Guernica marcano l’inizio di un’era di bombardamenti aerei che predice l’uso indiscriminato delle bombe sulle cittá durante la Seconda Guerra Mondiale.

(trad. non ufficiale di Valentina Ciolino e Simon G. Chiossi)

Un’azione umanitaria lunga 150 anni

Parte 5

1939 Seconda Guerra Mondiale:
Questo conflitto, davvero globale, spinge l'assistenza umanitaria ad un livello completamente nuovo, e fa arrivare il numero delle persone assistite all'ordine dei milioni. La guerra produce inoltre la più rilevante offesa ai principi umanitari e la più grossa perdita di vite civili: il genocidio perpetrato dalla Germania Nazista,gli abusi sui prigionieri di guerra in Europa e nel Pacifico, i bombardamenti aerei a tappeto, e,infine, la prima volta delle armi nucleari. In tutto, alla fine del 1945, si stima che circa 50 milioni di persone siano morte a causa del conflitto.

Prosegue l'attività di protezione civile.
Per quanto la maggior parte dell'Europa e del Pacifico si trovino nel bel mezzo della guerra, la protezione civile continua a lavorare su larga scala a favore delle vittime di disastri naturali, fra cui i terremoti in Cile e Turchia.

1943:Mentre le truppe tedesche stazionano sulle montagne francesi nei pressi di Ginevra, la Svizzera continua a mantenere una precaria neutralità.

Agosto 1945:Vengono sganciatele bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki. Il personale medico della Croce Rossa Giapponese risponde; Fritz Bilfinger, il primo delegato CICR ad arrivare a Hiroshima, comunica“condizioni terrificanti...citta' completamente spazzata via.” Marcel Junod, un medico e delegato ICRC che già si trova in missione umanitaria, è uno dei primi stranieri ad andare a Hiroshima dopo l'esplosione della bomba.

Novembre 1945:Iniziano a Norimberga i processi contro i capi nazisti. Sono seguiti da processi simili in Europae Asia orientale, che preparano il terreno per la Corte Penale Internazionale e i tribunali di guerra 'ad hoc' creati negli anni 90.

(trad. non ufficiale di Valentina Ciolino e Simon G. Chiossi)


Un’azione umanitaria lunga 150 anni

Parte 6

1946: La commissione dei governatori della Lega delle Societá della Croce Rossa (oggi FICR) conferma i quattro princi fondamentali.

1949: L’esperienza della Seconda Guerra Mondiale porta alle Convenzioni di Ginevra del 1949. Mentre le convenzioni precedenti proteggevano i soldati feriti e i prigionieri di guerra, questa convenzione stipula per la prima volta che si deve fornire protezione specifica ai civili durante i conflitti internazionali.

Aprile 1950: Il CICR emette un comunicato chiedendo alle nazioni di proibire l’uso di energia nucleare a scopi di guerra: “La protezione della persona umana dalla distruzione di massa é legata ai principi che hanno dato vita alla Croce Rossa: l’individo che non prende parte ai combattimenti, o che é messo fuori combattimento, dev’essere rispettato e protetto.”

1950-1953 La Guerra in Corea: Il primo dei conflitti maggiori della guerra fredda é foriero dello stallo nucleare fra le superpotenze.

1954 Guerra di Algeria: Durante questa guerra di decolonizzazione, il CICR prende contatto con i movimenti di liberazione nazionale, mentre la FICR lancia due appelli, nel 1956 e 1957, per le 100.000 persone rifugiatesi nei paesi limitrofi.

1955: Jean Pictet, autore chiave ed architetto per il lavoro del CICR sulle Convenzioni di Ginevra del 1949, definisce ed analizza i valori ed i principi che definiscono il Movimento della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. I suoi commenti definiscono ancora oggi il modo in cui i Principi Fondamentali sono applicati.

Un salto sino ad oggiUn momento di leggerezza, riportato da uno degli autori chiave delle Convenzioni di Ginevra del1949: “Una volta sono stato accusato di scrivere convenzioni troppo lunghe. Ed io ho risposto, bene, faccio tutto in due articoli. Articolo uno: in caso di guerra, tutti gli uomini si comportino come angioletti. Articolo due: questa convenzione ha un solo articolo.”  Jean Pictet, autore principale delle Convenzioni di Ginevra per il CICR, citato dal quotidiano The Guardian nel 1999.

(trad. non ufficiale di Valentina Ciolino e Simon G. Chiossi)


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - 17-11-2013 – CICR Comunicato stampa 13/198

Assegnata la Medaglia Henry Dunant  ad Alberto Cairo per il suo lavoro a favore dei disabili in Afghanistan
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

Sydney / Kabul / Ginevra ( CICR) - Alberto Cairo , responsabile del programma di riabilitazione fisica del Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR ) in Afghanistan , ha ricevuto oggi la Medaglia Henry Dunant , il più alto riconoscimento del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa , per  l’eccezionale impegno umanitario dai suoi membri . Questo premio è il riconoscimento dei programmi che Alberto ha istituito, essi rispondono non solo alle esigenze fisiche delle persone con disabilità , promuovendo  le pari opportunità per consentire loro di vivere dignitosamente .

Alberto  Cairo è uno dei pochi membri del personale del CICR , ad ottenere tale onore , che gli è stato conferito per i suoi 22 anni di servizio disinteressato in Afghanistan . Un avvocato diventato in seguito fisioterapista ,  è entrato nell’Istituzione  CICR ​​nel 1990 ed è stato subito assegnato all’Ospedale Chirurgico di Kabul . Alberto divide il suo lavoro sui sette Centri  di  ​​protesi  e ortesi che il CICR ha creato nel paese , fornendo un  servizio di riabilitazione fisica alle persone disabili e le aiuta a ritrovare un loro posto nella società .

" Nel 1992, ho incontrato casualmente un uomo che ha cambiato la mia vita , e la vita di tanti altri ", ha detto Alberto Cairo , ricordando come è nata la sua vocazione di aiutare disabili afgani . " Mahmood , un uomo con un braccio solo e senza gambe era nella sua sedia a rotelle spinta dal suo bambino spaventato, in mezzo alla strada. Stavano cercando disperatamente di allontanarsi dal quel  luogo dove era in atto un bombardamento . "

" Non ho potuto evitare di invitarlo  al nostro centro di Kabul , anche se al momento il Centro era stato chiuso a causa dei combattimenti . Vennero fabbricate delle protesi  per Mahmood e tutto andò bene, era ritornato ad essere di nuovo in piedi , ma sembrava essere comunque molto turbato .  Forse più che di  due gambe e di un braccio , lui aveva bisogno di un posto di lavoro . Egli stesso si  definì un “ avanzo d’uomo ', e cercava  disperatamente di ottenere la sua dignità. Ero a disagio  ma  gli ho concesso  comunque una settimana di prova al reparto di  assemblaggio degli arti artificiali. Sorprendentemente , è diventato il lavoratore più veloce sulla linea di quella produzione. Lavorava con immensa passione . Aveva una forte motivazione per dimostrare a se stesso di valere ancora , e riacquistò così  la sua dignità " .

Mahmood era la prova vivente del cambiamento che la riabilitazione fisica e l'indipendenza finanziaria avrebbe potuto  portare ad una persona disabile . Il centro è stato poi riaperto , e il CICR ha adottato una politica di discriminazione positiva:  in tutti i suoi Centri di protesi / ortesi in Afghanistan , assume  solo  persone disabili che precedentemente sono stati curati nei centri, al fine di dimostrare che è possibile la piena reintegrazione nella società dopo la riabilitazione fisica. Oltre 80.000 persone sono trattate nei centri ogni anno .

"Oggi , i nostri fisioterapisti si vanno nelle case delle  persone che hanno bisogno di cure , ma non possono  venire in uno dei nostri  centri, " ha detto Alberto  Cairo . "Sono sempre di  più le persone che come Mahmood hanno mantenuto quello  slancio positivo . Sono icone di forza per i nuovi pazienti , e hanno un'incredibile dedizione . Grazie ai loro sforzi , nessuno sarà  mai considerato “un avanzo d’ uomo '  mai più. Vorrei che una simile politica venisse adottata anche in altri paesi . "

Il premio è stato conferito da parte della Commissione Permanente della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa , nel corso del Consiglio dei Delegati a Sydney, in Australia, dove le 189 Società Nazionali , la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa  e il CICR si sono riuniti per discutere lo sviluppo delle più urgenti sfide umanitarie dei nostri giorni, così come le priorità future.

La medaglia Henry Dunant è stata creata nel 1963 , nel 100 ° anniversario della nascita del Movimento .

Per ulteriori informazioni , si prega di contattare :

Robin Waudo , CICR ​​Kabul , tel : +93 707 740 526

Anastasia Isyuk , CICR ​​Ginevra , tel : +41 22 730 30 23 o +41 79 251 93 02

Ewan Watson , CICR ​​Ginevra ( attualmente a Sydney ), tel : +41 79 244 64 70

Originale inglese al link: http://www.icrc.org/eng/resources/documents/news-release/2013/11-17-afghanistan-henry-dunant-medal.htm

 

Vedere anche il video  TEDxRC2, girato a Ginevra nel Novembre 2011 durata circa 20 minuti in lingua inglese:

http://www.icrc.org/eng/resources/documents/feature/2011/ted-feature-23-12-2011.htm


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


3 - Due nuove Società Nazionali si uniscono alla famiglia della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

La  Società della Croce Rossa di Cipro e la Società  Croce Rossa  del Sud Sudan oggi sono diventati i membri 188 e 189 , rispettivamente , della Federazione Internazionale  di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa ( FICR ) . Nella riunione di questa settimana a Sydney , in Australia , l'Assemblea Generale FICR ha votato per ammettere le due nuove Società Nazionali nella sua rete globale di volontari.

Fondata nel 1950 come ramo della British Red Cross Society , la Società della Croce Rossa  di Cipro oggi conta 8000 membri che sono impegnati in una vasta gamma di servizi interni , compresa la salute e l'assistenza sociale , la formazione  del primo soccorso , donazione di sangue , l'assistenza ai rifugiati e richiedenti asilo , oltre a una serie di operazioni di assistenza internazionale.

"E 'stato un lungo viaggio dall'essere un ramo della Croce Rossa Britannica all''istituzione della Società della Croce Rossa di Cipro  nel 1967 , attraverso gli anni turbolenti e difficili del 1960 e '70  ", ha detto Fotini Papadopoulos , presidente della Società di Croce Rossa di Cipro . "E 'stato il costante e generoso sostegno dei nostri volontari che ha reso possibile offrire una gamma ricca e diversificata di servizi umanitari per sviluppare un'organizzazione che è oggi degna della vostra fiducia . "

La Croce Rossa del Sud Sudan è stata istituita dopo che  il Sud Sudan è diventato un paese indipendente nel luglio 2011 . Ora sostenendo 2.000 volontari , la Società Nazionale è impegnata in azioni che vanno dalla salute della comunità alla  preparazione e risposta alle catastrofi , sia naturali che conflitti , e molte altre azioni.

Sin dalla sua fondazione , la Croce Rossa del Sud Sudan ha rapidamente costruito le sue capacità , il lancio di una grande campagna di reclutamento di volontari e  dare consulenza al nuovo governo del Sud Sudan durante il processo che lo ha portato a diventare uno Stato firmatario delle Convenzioni di Ginevra del 1949 e i loro Protocolli aggiuntivi .

"Abbiamo fatto grandi passi  avanti nello sviluppo della nostra Società Nazionale negli ultimi due anni", ha detto Arthur Poole , segretario generale del Sud Sudan Società della Croce Rossa . "Stiamo lavorando in un contesto complesso e quindi ci sono molte sfide che ancora devono essere affrontate . Ma, con il sostegno dellla FICR , saremo in grado di superare al meglio le difficoltà e crescere in maniera più forte per aiutare nel modo più adeguato  i più vulnerabili del paese " .
 
Originale inglese al link  http://www.ifrc.org/en/news-and-media/news-stories/international/two-new-members-join-ifrc-family-63721/
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


4 - I leaders del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa si incontrano a Sydney per discutere il futuro dell'azione umanitaria
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

I delegati del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa saranno dall’ 11 al 18 novembre a Sydney, in Australia , per partecipare alle riunioni statutarie biennali , ospitato quest'anno dalla Croce Rossa australiana . Nel corso del meeting, 1.000 delegati  del Movimento provenienti da quasi tutti i paesi del mondo , insieme con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa ( FICR ) e il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR ) , discuteranno le sfide umanitarie di oggi e le decisioni sulle priorità e la direzione futura della Croce Rossa Mezzaluna Rossa , la più grande rete umanitaria del mondo .

Per l'occasione , 800 volontari australiani della Croce Rossa ad alta energia ,si sono riuniti oggi sui gradini della Sydney Opera House in una gigante rappresentazione degli emblemi della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa - come rappresentazione di principi fondamentali del Movimento di umanità e di volontariato .

Dal 12 al 15 novembre , la 19 ° sessione dell'Assemblea Generale della FICR affronterà diverse questioni umanitarie , con una particolare attenzione al  dopo 2015, programma di sviluppo e il contributo della FICR per gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio . Nello  workshop , i partecipanti si concentreranno su altre questioni come l'attuazione del concetto di resilienza per affrontare le vulnerabilità di oggi causate dai cambiamenti climatici , l'urbanizzazione e le migrazioni , e lavorare per un Movimento a livello di approccio allo sviluppo Società Nazionale .

Durante l'Assemblea Generale FICR , i delegati eleggeranno un nuovo presidente , vicepresidenti e membri di Società Nazionale del consiglio di direzione. L'Assemblea sarà seguita dal Consiglio dei Delegati 17-18 Novembre, con le Società IFRC , CICR ​​e nazionali discuteranno per  adottare nuove politiche e strategie sulle principali questioni umanitarie .

Un Villaggio Umanitario e uno  “speaking corner” saranno aperti al pubblico durante gli incontri. Inoltre , il Movimento conferirà cinque premi, tra cui il Premio Henry Davison e la Medaglia Henry Dunant , per rendere omaggio alle Società Nazionali e gli individui per i loro notevoli sforzi e dei risultati a beneficio del movimento e della sua missione
 

Originale inglese al link: http://www.ifrc.org/en/news-and-media/news-stories/international/red-cross-red-crescent-leaders-from-around-the-world-meet-to-discuss-the-future-of-humanitarian-action-in-sydney-australia-63699/.


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


5 - Appuntamenti con la Storia di Novembre e Dicembre 2013
28 Novembre 2013  a ROMA

Il Comitato Regionale CRI Lazio ha promosso la pubblicazione della Settima edizione de "Un Souvenir de Solferino" (1902) traduzione inedita in Italia del manoscritto di Henry Dunant conservato nella Biblioteca Universitaria di Ginevra A cura del Prof.  Paolo Vanni - Traduzione di M.Grazia Baccolo

Il Presidente Dr. Adriano De Nardis invita  la S.V. alla presentazione che  si svolgerà alla presenza del Presidente Nazionale Francesco Rocca  

Giovedì 28 Novembre 2013 h.12Presso Sala Palasciano  del Comitato Centrale Croce Rossa Italiana Via Toscana 12   ROMA

Per informazioni: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

------------------------------------

DICEMBRE

 5 dicembre 2013 ore 10,30  a Firenze

 CRI - Sala Verri - Lungarno Soderini, 11

Il Presidente del Comitato Regionale C.R.I. Toscana

Dott. Francesco Caponi  e il Presidente del Comitato Provinciale C.R.I. Firenze Ing. Paolo Cioni

hanno l’onore di invitare la  S.V. alla presentazione dell’opera in due volumi

 

"Storia della Croce Rossa Italiana dalla nascita al 1914"

a cura di Costantino Cipolla e Paolo Vanni

 

Programma:

 

Ore 10.30 Saluto delle Autorità

 

Interventi:

 

Prof. Costantino Cipolla (Università di Studi di Bologna)

Prof. Paolo Vanni (Università di Studi di Firenze)

Prof. Fabio Bertini (Università di Studi di Firenze)

 

Altri interventi e dibattito

Ore 12.30 conclusioni

 

RSVP entro il 2 dicembre al N. 055/293801

 

 

------------------------------------------

 

Giovedì 12 Dicembre 2013 ore 17

 

Presso la sede del Comitato Provinciale

CRI di Bologna

Via del Cane, 9 – Bologna

 

 Storia della Croce Rossa in Emilia-Romagna dalla nascita al 1914.

 a cura di Costantino Cipolla, Nico Bortoletto, Alberto Ardissone  -  casa editrice FrancoAngeli, Milano 2013

 

Presiede

Antonio Scavuzzo   (Presidente Comitato Regionale CRI Emilia-Romagna)

 

Saluta

Maurizio Menarini   (Presidente Comitato Provinciale CRI Bologna)

 

Introduce

Costantino Cipolla   (Università degli Studi di Bologna)

 

Relazioni

Nico Bortoletto   (Università di Teramo)

Silvana Valcavi Menozzi   (CRI – Comitato di Reggio Emilia)

Filippo Lombardi  (Responsabile Sezione Storica CRI – Comitato di Pavia)

Guido Raminzoni (Referente per l'Archivio e le Ricerche storiche del Comitato Regionale CRI Emilia-Romagna)

Dibattito

Conclude

Paolo Vanni  (Delegato Nazionale alla Storia della CRI)
 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.