Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 192 del 22 Marzo 2004 Stampa E-mail
domenica 21 marzo 2004
22 marzo 2004
nr. 192
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr. 931 indirizzi e-mail


----------------------------------------------------------------------------------

Nota:

Con la pubblicazione dei testi integrali della Dichiarazione e dell’Agenda è questo l’ultimo numero “speciale” dedicato alla XXVIIIa Conferenza Internazionale. Permettetemi di fare un grande ringraziamento a chi ha fatto uno sforzo particolare sia durante lo svolgimento della Conferenza stessa, aumentando l’impegno delle ore di traduzione, sia successivamente seguendo gli sviluppi della stessa: Luigi, Beppe, Simon, Max e Roberto. E’ vero che il risultato di un buon lavoro dipende dal gruppo, ma non posso chiudere queste due righe senza dire uno speciale grazie a Sabrina Bandera che ha coordinato, rivisto e “messo insieme” tutti i pezzi.

M.Grazia Baccolo

 

 

1-“Proteggere la dignità umana” La Dichiarazione e l’Agenda per l’azione umanitaria adottate dalla XXVIIIa Conferenza internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.
Di Sabrina Bandera

 

2- in allegato

Dichiarazione “Proteggere la Dignità Umana” – documento integrale

Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera

 

3- in allegato

Agenda per l’azione umanitaria – documento integrale

Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera (introduzione), Luigi Micco (Obiettivo 1), Giuseppe Sonzogni (Obiettivo 2), Simon G. Chiossi (Obiettivo generale 3, Obiettivo finale 3.1, Obiettivo 4), Maria Grazia Baccolo (Obiettivo finale 3.2) e Massimo Carlo Cappone (Obiettivo finale 3.2).

1-“Proteggere la dignità umana” La Dichiarazione e l’Agenda per l’azione umanitaria adottate dalla XXVIIIa Conferenza internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.
Di Sabrina Bandera

 

Caffè Dunant ha seguito a partire dallo scorso mese di dicembre i lavori della XXVIIIa Conferenza internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (v. i numeri da 165 a 172 del Caffè), che si è conclusa il 6 dicembre scorso a Ginevra, con l’adozione di una serie di risoluzioni, oltre ai 360 impegni sottoscritti individualmente o collettivamente da 124 Società nazionali, 65 Stati e 6 osservatori.

Pubblichiamo ora la traduzione integrale della più importante tra le risoluzioni adottate dalla Conferenza (Risoluzione n° 1), riguardante la Dichiarazione e l’Agenda per l’azione umanitaria.

Con il primo testo - partendo dalla considerazione che i conflitti armati, le catastrofi e le malattie conducono milioni di persone all’impossibilità di soddisfare i propri bisogni più elementari - gli Stati e l’insieme del Movimento della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa si impegnano a risolvere questo problema promuovendo il rispetto delle leggi e riducendo la vulnerabilità delle comunità umane di fronte a questi flagelli.

L’Agenda per l’azione umanitaria mette l’accento sul tema principale e sullo scopo generale della Conferenza: la protezione della dignità umana, enunciando all’attenzione degli Stati e delle componenti del Movimento una serie di obiettivi concreti e di misure da mettere in opera: rispettare e restaurare la dignità delle persone scomparse, migliorare la protezione dei civili contro il cieco utilizzo delle armi, limitare l’impatto delle catastrofi, ridurre la vulnerabilità, …

Ricordiamo che le traduzioni dei testi delle altre risoluzioni adottate dalla XXVIIIa Conferenza, relative alla revisione del regolamento dei Fondi dell’Imperatrice Shôken (Risoluzione n° 2), all’adozione della risoluzione n° 5 del 1° dicembre 2003 del Consiglio dei delegati relativa all’emblema (Risoluzione n° 3) e sul luogo e la data della prossima sessione della Conferenza internazionale (Risoluzione n° 4), sono state pubblicate nel 173 di Caffè Dunnat.

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.