Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 462 del 7maggio 2011 Stampa E-mail
lunedì 09 maggio 2011

7 maggio 2011

nr. 462
 
Notiziario

Sito web www.caffedunant.it

 

-----

 

Speciale  Giornata  Mondiale
Croce  Rossa  e  Mezzaluna  Rossa  2011 

scintilla

 

Contenuto:
 
1 - Volontariato: lo spirito dell’azione umanitaria
06.05.2011 Dichiarazione
Dichiarazione congiunta dei Presidenti della FICR e del CICR per contrassegnare la  Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa l’8 Maggio 2011
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Ianniello
 
2 - 8 Maggio …. ‘scintillante’
di M.Grazia Baccolo, Paolo Vanni, Patrizia Zanotti
 
3 - Solferino  7 maggio 2011
al Colle del Memoriale della Croce Rossa Internazionale
per celebrare la Giornata Mondiale della Croce Rossa
 
4 - Cominucato stampa 11/102 del 30/04/11
tratto dal sito CICR
Libia: cinque detenuti liberati riportati in volo a casa propria
Traduzione non Ufficiale di Simon G. Chiossi
 
5 - L’associazione fotografica di Castiglione delle Stiviere
in collaborazione con il
Museo Internazionale della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere
Mostra fotografica “I luoghi della battaglia di Solferino e San Martino”
inaugurazione il 15 maggio 2011 alle ore 11
 
 
6 - Valle D’Aosta
Fénis (AO)  sabato 14 maggio 2011
Mostra: "Mémoire et Sentiments: 100ans de Croix Rouge en Vallée D'Aoste"
Area Verde Tzanté de Bouva @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
1 - Volontariato: lo spirito dell’azione umanitaria
06.05.2011 Dichiarazione

Dichiarazione congiunta dei Presidenti della FICR e del CICR per contrassegnare la  Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa l’8 Maggio 2011
 
Traduzione non ufficiale di Maria Grazia Ianniello
 
Ginevra (CICR/IFRC) - Haiti, Pakistan, Libia, Siria, Egitto, Giappone. Mentre il mondo assiste ognuna di queste crisi umanitarie evolve, i volontari del Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa sono stati tra i primi a rispondere. Dal portare aiuto ai feriti e ai malati, a fornire i primi soccorsi, acqua e cibo a chi ne aveva bisogno, i nostri volontari hanno posto le basi della prima comunità per più di 150 anni.
 
Quest'anno ricorre sia il 10 ° anniversario dell'Anno Internazionale del Volontariato così come l'Anno Europeo del Volontariato. Per la Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, questa è l'opportunità di promuovere e riconoscere il ruolo svolto dai volontari che hanno consentito al nostro Movimento di diventare la più grande rete umanitaria al mondo. Oggi, uno ogni 2.000 persone è volontario del Movimento. Questo significa che quasi ogni comunità nel mondo ha volontari della Croce Rossa o della Mezzaluna Rossa che la sostengono. Questo è un dato statistico e stimolante qualcosa di cui veramente tutti noi dovremmo essere orgogliosi.
 
Vale la pena ricordare a se stessi che i volontari sono spesso vittime delle stesse crisi a cui tentano di rispondere. Il coraggio e il senso di solidarietà con cui mettono da parte le proprie sofferenze per aiutare gli altri è semplicemente straordinario. Più volte, è il volontario a rimboccarsi le maniche, ad avvolgere un braccio rassicurante sulla spalla di chi gli sta accanto è in difficoltà e a fare le cose con cuore per farle al meglio.
 
Senza il Movimento dei 13 milioni di volontari attivi, non saremmo in grado di aiutare le circa 150 milioni di persone che hanno bisogno del nostro aiuto ogni anno. I volontari estendendo la portata del Movimento hanno fornito servizi per un valore economico stimato di oltre sei miliardi di dollari. Il valore sociale che i volontari portano è incalcolabile, e ancor di più vasta portata.
 
I disastri continueranno ad accadere. La guerra e le altre situazioni di violenza, le catastrofi naturali e tecnologiche, la fame, le malattie, e la discriminazione sono la realtà del nostro panorama umanitario. Una delle più grandi risorse che abbiamo per affrontare queste sfide sono i volontari, ed è per questo che stiamo profittando della Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa di quest'anno per rendere omaggio al loro prezioso servizio.
 
Inoltre, ricordiamo che i volontari non rispondono solo alle emergenze. Giorno per giorno lavorano in silenzio in tutto il mondo, coinvolgono le comunità nel vero spirito di solidarietà. Il nostro impegno, come Movimento, è quello di lavorare con i governi e i partner per meglio proteggere, promuovere e riconoscere il ruolo fondamentale che i nostri volontari svolgono, spesso a fronte di grandi sacrifici personali.
 
Il prossimo Novembre, tutti i componenti del Movimento e di tutti gli Stati firmatari delle Convenzioni di Ginevra si riuniranno a Ginevra per la 31^ Conferenza Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. L’incontro si svolgerà sotto il banner “Own world. Your Move” (E' il nostro mondo. E' vostra l'azione) che ricorda a tutti che ognuno di noi ha un ruolo da svolgere nel rendere il mondo un posto migliore. Questa è l'essenza e lo spirito del volontariato. Tutti e ciascuno di noi può fare la differenza in azioni positive, impegnandosi nelle nostre comunità.
 
Unisciti a noi l'8 maggio ringrazia i volontari della tua comunità e mostra apprezzamento per tutte le forme di servizio volontario.
 
Tadateru Konoe
Presidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa
 
Jakob Kellenberger
Presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa
 
 
Tratto dai siti web del CICR/FICR ai link:
http://www.icrc.org/eng/resources/documents/statement/red-cross-red-crescent-day-statement-2011-05-06.htm

http://www.ifrc.org/news-and-media/news-stories/international/volunteering-the-spirit-of-humanitarian-action/
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
2 - 8 Maggio …. ‘scintillante’
di M.Grazia Baccolo, Paolo Vanni, Patrizia Zanotti
 
Sarà veramente un 8 maggio speciale per i circa 2.800 alunni dai 5 ai 14 anni che frequentano le scuole di Castiglione delle Stiviere. Nei giorni compresi fra il 4 e il 7 maggio riceveranno un libretto cartonato di 40 pagine con disegni colorati e testo dal titolo “Croce Rossa. La scintilla di un’idea mondiale” .
 
Ideazione: Patrizia Zanotti
Testi: Anna Veclani
Collaborazioni: Prof. Paolo Vanni e M.Grazia Baccolo
Illustrazioni: Elisa Cherubini
Grafica Art&Image
Editore: Zanotti
 
Le ragioni di questa pubblicazione vengono spiegate nelle tre presentazioni:
 
L’Italia unita compie 150 anni e i festeggiamenti per l’evento seguono, di pochi mesi, quelli legati al centenario della morte di Henry Dunant che nel Giugno 1859 organizzò, a Castiglione delle Stiviere, i soccorsi ai feriti della Battaglia di Solferino e San Martino e al quale si deve l’idea della Croce Rossa.
Il sacrificio di vite umane, che ha comportato il raggiungimento dell’unità del nostro Paese, è motivo di grande rispetto e condivisione: l’orgoglio patriottico si mescola al forte senso di appartenenza a questo nostro territorio e alla gente che, con umanità e altruismo, ha soccorso, curato e salvato tante vite umane.
È lo stesso rispetto e la stessa condivisione di un ideale che anima e muove, ogni giorno, milioni di volontari nel mondo.
Il volontariato è una risorsa preziosa, è una mano che offre senza un corrispettivo, un sorriso sincero che si affaccia sulle solitudini. È impossibile attribuire un valore all’opera di queste persone che dedicano tempo, energie, economie, ma soprattutto emozioni a quanti hanno bisogno di minuti, aiuti, sguardi e carezze per colorare la loro vita.
I volontari lavorano silenziosi, senza clamori o articoli sul giornale: ricaricano le loro energie con una semplice pacca sulla spalla, un sorriso, la gioia per una vita curata e salvata, laddove le istituzioni mancano o sono carenti, dove le guerre e le povertà urlano una disperazione che non tutti si fermano ad ascoltare.
Questa pubblicazione nasce con molte speranze. La più grande è riposta nei giovani affinché conoscano, riflettano, assimilino quanto di incredibilmente valido realizza il volontariato nella loro città, nel mondo… e siano essi stessi desiderosi di vestire i panni dei volontari di domani.
L’8 Maggio, Giornata mondiale della Croce Rossa e anniversario di nascita di Dunant, questo libro sarà donato a tutti i giovani dai 5 ai 14 anni di Castiglione delle Stiviere; coloro che lo acquisteranno contribuiranno alla realizzazione di un progetto che prevede pannelli in linguaggio ‘Braille’ e audio-guide per gli ipovedenti e i ciechi che vorranno visitare il Museo Internazione della Croce Rossa.
 
Patrizia Zanotti
Editore
 
Cari giovani e giovanissimi, questo piccolo libro, come ‘Un ricordo di Solferino’, certamente non ha quelle pretese di cambiare il mondo umanitario come fece il libriccino di Henry Dunant; tuttavia è e sarà un importante strumento per voi, per conoscere quanta strada l’uomo abbia fatto nel tentativo di rendere più umana la guerra.
Ascoltatemi però, carissimi, in realtà questa umanizzazione, grande idea del grande Enrico, più o meno apertamente voleva ‘condannare a morte’ la guerra!
Lo strumento che Dunant ideò, la Croce Rossa, cercando di combattere la sofferenza bestiale dei campi di battaglia, in concreto ci ha insegnato che è follia pensare di risolvere le contrapposizioni umane con la violenza,  tra singoli e tra stati. Questo è il vero messaggio che il primo Premio Nobel per la Pace ci ha lasciato e che purtroppo ancora abbiamo solo in parte capito. Del resto bisogna credere nella sua Idea, nella Croce Rossa, perché solo così, in ultimo, questo pianeta, sarà più giusto.
 
Prof. Paolo Vanni
Delegato Nazionale Storia della Croce Rossa,
Ordinario di Chimica Medica Università di Firenze
 
Quanto è piccola una scintilla! Ma quanto è importante, però? Moltissimo! La scintilla accende il fuoco, la scintilla accende l’idea e fa partire il motore!
Un piccolo libro può avere l’effetto di una scintilla? Sì, Henry Dunant scrisse, in sole 115 pagine, quello che vide e visse in prima persona: il caos del soccorso per i feriti della Battaglia di Solferino. Henry ha saputo scrivere in maniera chiara e comprensibile i suoi pensieri e le sue riflessioni che diventarono proposte di ‘cose da fare’ per coordinare gli aiuti. Tutto ciò cambiò il modo di organizzare i soccorsi, di curare i feriti in battaglia nei campi e negli ospedali delle città.
Ora, nel mondo intero, tantissimi volontari della Croce Rossa, Mezzaluna Rossa e Cristallo Rosso, persone di ogni età vanno verso i vulnerabili, verso coloro che hanno bisogno di attenzione, che hanno bisogno di sensibilità.
Si sentiva la mancanza di un ‘piccolo’ libro come questo e quindi grazie a chi ha avuto l’idea, a chi ci ha creduto e l’ha sostenuta.
E mille volte grazie anche a Te, che stai cominciando a leggerlo, ma fai attenzione, ti potrebbe piacere molto approfondire come sono andate le cose! A un ‘certo’ Enrico, il 1859, ha cambiato la vita…
Buona lettura.
 
Maria Grazia Baccolo
Cultore della Storia della Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere
 
Riportiamo qui l’indice per conoscerne i contenuti preceduti dal numero della pagina:
 
1   Prefazioni                                                  
2   L’Italia del 1800                                         
5   La Battaglia di Solferino e San Martino
8   L’organizzazione dei soccorsi                
11 Don Lorenzo Barziza                               
13 Henry Dunant                                           
14 I ricordi di Dunant                                     
17 Le donne di Castiglione delle Stiviere
18 Gli altri soccorritori                                    
20  ‘Un Souvenir de Solferino’                    
23 Le Conferenze di Ginevra                      
26 La morte di Dunant                                  
 
Appendice
 
28  La CRI e le guerre del Novecento        
30  I mezzi di trasporto                                  
31  Come si curavano i feriti                        
32  I Principi Fondamentali                          
34  I compiti della Croce Rossa                   
36  I Volontari della Croce Rossa               
37  Il Museo Internazionale                         
38   Castiglione delle Stiviere da vedere   
39  Solferino da vedere                                     
 
Ora restano da fare due cose:
1: acquistarlo (è disponibile presso il Bookshop del Museo a 8 euro cad)
2:  leggerlo!
 
M.Grazia Baccolo
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
3 - Solferino  7 maggio 2011
al Colle del Memoriale della Croce Rossa Internazionale
per celebrare la Giornata Mondiale della Croce Rossa
 
Appuntamento in Piazza Castello a Solferino alle ore 20, seguirà un breve corteo fino al colle del Memoriale della Croce Rossa Internazionale per un momento di riflessione per celebrare la Giornata mondiale della Croce Rossa.
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
4 - Cominucato stampa 11/102 del 30/04/11
tratto dal sito CICR

Libia: cinque detenuti liberati riportati in volo a casa propria
Traduzione non Ufficiale di Simon G. Chiossi

Bengasi/Tripoli/Gineva(CICR): Un aereo del Comitato Internazionale di Croce Rossa (CICR) ha trasportato oggi cinque cittadini libici da Bengasi a Tripoli perche' si ricongiungessero alle proprie famiglie. I cinque, tutti civili, sono stati affidati ai collaboratori del CICR a Bengasi dal Consiglio Nazionale di Transizione, che aveva accordato loro la liberta'.

"Queste persone non hanno alcun famigliare a Bengasi, per cui era importante far in modo che ritornassero a Tripoli dalle proprie famiglie" ha dichiarato Samuel Emonet, delegato del CICR in Libia alle attivita' in favore dei detenuti. "Il CICR, agendo da intermediario neutrale, ha organizzato il  trasferimento in collaborazione con le autorita' di Bengasi e Tripoli. Prima della partenza ci siamo assicurati che ciascuno di loro desiderasse effettivamente andare a Tripoli."

Dall'inizio di marzo il CICR visita i prigionieri dell'opposizione armata libica a Bengasi. Ad oggi, i delegati hanno conferito all'incirca con 200 detenuti al fine di valutare le condizioni di detenzione ed il trattamento loro riservato, nonche' per aiutarli a riallacciare i rapporti con le rispettive famiglie.

"Speriamo che i delegati del CICR a Tripoli possano presto recarsi in visita ai detenuti della parte occidentale del paese", ha aggiunto Emonet.

Questa e' stata la prima operazione aerea che il CICR abbia compiuto a partire dallo scoppio della crisi libica due mesi fa. L'aereo, di stanza a Malta, e' da considerarsi un valore aggiunto per l'operato umanitario del CICR, in quanto permette collegamenti veloci con la Libia ed i paesi limitrofi.

Il CICR e' in ogni momento pronto ad assumere il ruolo di intermediario neutrale tra il Consiglio Nazionale di Transizione ed il governo libico con lo scopo di fornire il proprio aiuto umanitario, ad esempio trasferendo detenuti liberati o distribuendo beni di prima necessita' ai civili da una parte all'altra delle linee di fronte.

Ulteriori informazioni:
Dibeh Fakhr, CICR Bengasi, tel. +870 772 390 124
Anna Nelson, CICR Ginevra, tel. +41 79 217 32 64
 
Originale al link:
http://www.icrc.org/web/fre/sitefre0.nsf/html/libya-news-2011-04-30!OpenDocument
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
5 - L’associazione fotografica di Castiglione delle Stiviere
in collaborazione con il
Museo Internazionale della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere
Mostra fotografica “I luoghi della battaglia di Solferino e San Martino”
inaugurazione il 15 maggio 2011 alle ore 11
 
presso il Museo Internazionale della Croce Rossa, Via Garibaldi 50
Castiglione delle Stiviere (MN)
 
La mostra, prendendo spunto dal 150° anniversario della proclamazione dell'Unità d'Italia, vuole  far conoscere i luoghi che sono stati teatro della battaglia, nel territorio compreso tra i fiumi Chiese e Mincio, così come si presentano oggi.
L'intento è quello di creare interesse presso il pubblico di ogni età per gli avvenimenti in modo che passando davanti a questi luoghi ci si ricordi cosa vi  è accaduto.
La mostra è composta da fotografie in bianco e nero stampate a mano col metodo tradizionale, e da stampe in digitale che ritraggono le iscrizioni, i cippi, le lapidi correlati alle immagini dei luoghi.
Brevi  descrizioni  accompagnano le fotografie per inserirle in un contesto storico.
 
 
Chi volesse contattare l’associazione fotografica
ART immagine può telefonare a 349 4731605
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
6 - Valle D’Aosta
Fénis (AO)  sabato 14 maggio 2011 ore 18,00
Mostra: "Mémoire et Sentiments: 100ans de Croix Rouge en Vallée D'Aoste"
Area Verde Tzanté de Bouva
 
Per celebrare il 100 di fondazione della Croce Rossa Italiana della Valle D’Aosta
 
La mostra resterà aperta fino al 2 giugno nei seguenti giorni  e orari
I Giovedì e Venerdi dalle ore 16 alle ore 19
i Sabati dalle 10 alle 12,30 – dalle 15 alle 19
Le Domeniche dalle 10 alle 19
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.