Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n 433 del 7 agosto 2010 Stampa E-mail
luned 16 agosto 2010
7 agosto 2010
nr. 433
 
Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


---------------------------------------------------------------------------------- 
 alberto cairo

Contenuto:

1 - 6 Agosto 2010
Lashkar Gah   (capoluogo della provincia di Helmand)
Aperto il settimo Centro Ortopedico CICR in Afganistan
Di Alberto Cairo

2 - 4-8-2010  Comunicato Stampa  10/143
Pakistan : misure di sanità preventive sono prese nelle regioni colpite dalle inondazioni
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

3 - 29 Luglio 2010 - Comunicato stampa 136/10
Iran-Irak : il CICR contribuisce al rimpatrio delle spoglie di due soldati iraniani
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo:

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

1 - 6 Agosto 2010
Lashkar Gah   (capoluogo della provincia di Helmand)
Aperto il settimo Centro Ortopedico CICR in Afganistan
Di Alberto Cairo

lashkak

Il primo agosto abbiamo aperto il nostro settimo centro ortopedico. Lashkar Gah ( abbreviato LAK) è il capoluogo della provincia di Helmand, quella che ha il record nazionale della produzione di oppio ed è perenne campo di battaglia tra 'l'opposizione armata' e le forze governative alleate alle straniere. Intere regioni sono state pesantemente minate, il numero degli amputati è alto e crescerà. Il progetto è decisamente utile. Il posto purtroppo non è esattamente quello che avevamo in mente. Occorreva un centro di riabilitazione costruito su un terreno governativo, affinché restasse tale in futuro, una volta trasferito al ministero della salute (chissà quando...). Invece, anche per fare in fretta, abbiamo dovuto prendere una proprietà privata da riadattare e ingrandire. I lavori sono finiti. Al momento ci occupiamo principalmente di feriti di guerra, dando loro protesi di braccia e gambe. Mandiamo gli altri disabili a Kabul. Ho portato con me da Kabul un gruppo di fisioterapisti e tecnici ortopedici di lunga esperienza. Registrazione dei pazienti, fisioterapia e produzione di protesi sono cominciate fin dal momento dell'apertura, con una media di 4-6 gambe al giorno, assieme al training delle persone nuove impiegate sul posto. Anche qui la regola è dare lavoro solo a persone disabili ('discriminazione positiva'). Saranno 22. Trovare donne autorizzate dalla famiglia a lavorare è difficilissimo.

Non c'è stata inaugurazione ufficiale, solo apertura. Avrebbe significato invitare autorità e politici, che non si muovono senza armatissime scorte, attirando curiosità e rischi di attentati.  Se inaugurazione si ha da fare, sarà per fine settembre, dopo la fine del Ramadan.
Mi ha fatto tenerezza il primo paziente registrato, mister LAK 001.  Assolutamente sorpreso da complimenti e pacche sulle spalle, voleva andarsene spaventato.  Abituato a dover lottare sempre  - nessuno dona niente gratuitamente qui -  non riusciva a  capacitarsi del ben di Dio gli che stavamo offrendo. Un trucco, ha pensato. Con un giovanotto senza entrambe le gambe  (ha delle protesi vecchie ricevute in Pakistan) invece ho avuto una buffa conversazione. Mi ha chiesto in malo modo: "perchè mi guardi e ridi?"   "Sorrido", ho risposto. "Non mi piacciono i sorrisi". "D'accordo, niente sorrisi allora", ho concluso andandomene. Più tardi, resosi conto che gli impiegati sono tutti disabili, mi ha avvicinato per chiedere lavoro. "Non prendiamo chi non sorride", ho risposto finto-brusco. "D'ora in poi riderò sempre, lo prometto", ha aggiunto in fretta, mostrando tutti i denti.  

Fa molto caldo. Oggi credo siano 45°-47° all'ombra. Una giornata avventurosa: nel giro di mezz'ora ho visto due scorpioni in lotta e un serpente che si nascondeva spaventato. Il meglio però è stato in cucina:  aperto il frigo, ne è uscito un topo.

Faccio scorpacciate di uva e pane ancora tiepido. Strepitosi. La sera leggo un romanzo via l'altro. Un consiglio? 'Brooklyn', di Colm Toibin e  'La casa di vetro' di Mawer.

PS: Ti ho detto che all'inizio di ottobre uscirà il mio nuovo libro? Sempre per Einaudi, si intitola 'Mosaico afghano'. Un miracolo averlo finito. Ancora non ci credo.

Nota:  Alberto Cairo ha scritto questo pezzo ieri, espressamente per la pubblicazione su Caffè Dunant.  Gli siamo riconoscenti.
 
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - 4-8-2011  Comunicato Stampa  10/143

Pakistan : prese misure di sanità preventive nelle regioni colpite dalle inondazioni
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

Ginevra (CICR) – "Le inondazioni che continuano a devastare il Pakistan avranno un pesante impatto su una popolazione già vulnerabile" ha dichiarato oggi il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) .

Pur nella difficoltà di raggiungere le regioni più duramente colpite, migliora l'organizzazione della consegna degli aiuti umanitari nell'incessante cadere della pioggia.

Oltre a tutti gli altri danni che le piogge hanno causato, le inondazioni hanno distrutto una gran parte delle infrastrutture sanitarie nelle zone più disastrate, rendendo gli abitanti particolarmente vulnerabili alle malattie trasmessa dall’acqua.
 
<In questo momento, una delle nostre priorità è quella di fare tutto quanto ci è possibile per evitare la propagazione delle malattie veicolate dall’acqua>, ha dichiarato Bernadette Gleeson, delegata sanitaria del CICR a Islamabad <Ci sforziamo anche di rinforzare le potenzialità della Mezzaluna Rossa del Pakistan a prendere le misure adeguate in caso di diffusione delle malattie infettive di origine idrica. Riparando il sistema di approvvigionamento d’acqua e distribuendo articoli come sapone e bacinelle, noi speriamo di prevenire numerosi problemi sanitari che potrebbero capitare se un grande numero di persone utilizzassero delle riserve di acqua contaminata.>

Squadre pluridisciplinari composte da agenti di sanità, da ingegneri idraulici e da specialisti di sicurezza economica sono state destinate alle zone più  colpite dalle inondazioni di Khyber Pakhtunkhwa (antica provincia della Frontiera del Nord-Ovest), delle zone tribali  sotto l’Amministrazine Federale (FATA) e del Punjab. Con l’aiuto dei volontari della Mezzaluna Rossa del Pakistan, che continuano a distribuire i viveri, acqua e  articoli d’igiene, queste squadre stabiliscono le priorità per l’approvvigionamento in acqua potabile e cure sanitarie d’urgenza.

Il CICR sostiene otto unità di sanità di base e due unità mobili che permettono alla Mezzaluna Rossa del Pakistan  di assicurare la presa in carico medica di un grande numero di persone sfollate nelle regioni sinistrate.

Come misura di precauzione, il CICR ha già disposto a Khyber Pakhtunkhwa un numero sufficiente di tende,  letti, strutture di cura e di medicazione per trattare fino a 600 persone; tutto è pronto nel caso dovesse scoppiare un’epidemia di colera.  In caso di bisogno, potranno essere messo a disposizione personale di sanità supplementare e i farmaci necessari.

Aiuti per 14.000  vittime sono state consegnati alla sezione di Quetta della Mezzaluna Rossa del Pakistan per essere distribuiti nel Baloutchistan. Viveri continuano a essere distribuiti a 10.000 sinistrati nel sud delle  FATA. Un’altra distribuzione di viveri per 19.000 persone è prevista per oggi a Nowshera et Charsadda.

L’originale francese al link :
http://www.icrc.org/web/fre/sitefre0.nsf/html/pakistan-news-040810!OpenDocument

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3 - 29 Luglio 2010 - Comunicato stampa 136/10
Iran-Irak : il CICR contribuisce al rimpatrio delle spoglie di due soldati iraniani
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

Teheran/Bagdad (CICR) – Le spoglie di due soldati  iraniani uccisi nella guerra Iran Irak (1980-1988) sono state rimpatriate oggi attraverso il posto di frontiera  di Shalamjah, presso di Basra, sotto la tutela del Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR).

I rsti, trovati nella provincia di Missan nel sud dell’Irak, sono stati restituiti dal ministero iracheno dei Diritti dell’uomo al comitato iracheno incaricato della ricerca dei soldati scomparsi,  in presenza dei delegati del CICR dalle due parti della frontiera.

< Da molti anni le famiglie soffrono a causa della mancanza di notizie  riguardo la sorte dei propri familiari >, ha dichiarato Rania Machlab delegata del CICR incaricata delle questioni relative alle persone scomparse, che era presente in occasione della consegna delle spoglie. <il trasferimento delle spoglie non farà terminare la sofferenza delle famiglie ma metterà un termine all’angoscia della incertezza nella quale vivevano> La consegna è stata possibile grazie all’impegno delle autorità dei due paesi di svolgere gli obblighi che loro spettano in virtù del diritto internazionale umanitario e di conoscere la sorte delle persone di cui sono tuttora senza notizie> Migliaia di famiglie attendono disperatamente che le spoglie dei loro famigliari vengano restituite.

Nel 2008, l’Iran, l’Irak e il CICR hanno firmato un protocollo di accordo con lo scopo di far luce sulla sorte delle persone scomparse nel quadro della guerra Iran-Irak. Il CICR appoggia pienamente questo processo e continua ad aiutare le autorità locali a rinforzare le competenze tecniche richieste per svolgere, in maniera efficace, le inchieste medico-legali.

Il testo originale francese al link:
http://www.icrc.org/web/fre/sitefre0.nsf/html/iran-iraq-news-290710!OpenDocument

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caff Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.