Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 408 del 28 gennaio 2010 Stampa E-mail
giovedì 28 gennaio 2010
28 gennaio 2010
nr. 408
 
Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


---------------------------------------------------------------------------------- 
 
haiti
Contenuto:

1 - CICR comunicato stampa nr. 10/09 del 26 gennaio 2010
Afganistan: la guerra costringe i civili a pagare un tributo pesante 
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

2 - 22-01-2010 aggiornamento
Terremoto ad Haiti: il CICR aiuta 3.000 superstiti in condizioni disperate
Traduzione non ufficiale di Maria Grazia Ianniello

3 - Domani Haiti terremoto 2010  -  21-01-2010
Destinato alle persone che cercano di ristabilire i contatti con i propri parenti dopo il terremoto ad Haiti
Traduzione non ufficiale di Maria Grazia Ianniello @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

1 - CICR comunicato stampa nr. 10/09 del 26 gennaio 2010
Afganistan: la guerra costringe i civili a pagare un tributo pesante
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

Kabul/Ginevra (CICR) – Con l’avvicinarsi della conferenza internazionale sull’Afganistan che si terrà il 28 gennaio a Londra, il numero sempre crescente delle vittime civili suscita grande inquetudine, ha dichiarato oggi il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) .

<L’intensificarsi del conflitto impone urgenti e crescenti precauzioni da parte di tutte le parti: forze di sicurezza nazionali afgane, forze militari internazionali e opposizione armata> ha precisato Jacques de Maio, capo delle operazioni del CICR in Asia del Sud. <Bisogna impegnarsi in anticipo a ridurre l’impatto della guerra sui civili non soltanto nelle zone interessate dal combattimento, dove è importante in ogni momento fare distinzione fra combattenti e civili, ma anche lontano dal campo di battaglia – perché anche là il rispetto e la sicurezza degli operatori sanitari devono essere ristabiliti>

All’ospedale di Mirwais di Kandahar, il solo grande ospedale per circa 3,5 milioni di abitanti, i chirurghi del CICR e i chirurghi locali operano ogni mese un numero feriti di guerra che è fra i 500 e i 700. <Coloro che vengono operati hanno molta fortuna perché un alto numero di feriti e di ammalati non hanno proprio acceso alle cure>, dice Reto Stcker, capo della delegazione del CICR a Kabul < Sovente, le installazioni sanitarie  e i posti di primo soccorso non vengono risparmiati dagli effetti dei combattimenti e capita comunque che siano colpiti direttamente.  Quando le ambulanze sono bloccate e sono a volte obiettivo di tiro, l’evacuazione dei feriti diviene impossibile. Il personale medico che si avventura in queste zone arretrate, lo fanno a rischio della propria vita>

Secondo il diritto internazionale umanitario, gli ammalati e i feriti – che siano civili o combattenti, senza fare attenzione a quale Parte essi appartengano - devono essere curati il più rapidamente possibile e non devono essere oggetto di qualsiasi forma di discriminazione. Le parti in conflitto devono in ogni tempo rispettare e proteggere il personale, i mezzi di trasporto e le strutture sanitarie, e devono facilitare l’arrivo rapido dei soccorsi  sanitari a coloro che ne hanno bisogno.

Il CICR è presente in Afganistan dal 1979 e attualmente ha 1600 collaboratori nel paese.

Fatti e cifre :

Nel 2009, 2.112 feriti di guerra  sono stati ammessi all’ospedale Mirwais: aumento di oltre il 25% in rapporto al 2008  (ammessi 1598)

Nel solo mese di agosto  2009, 331 feriti i guerra sono stati ammessi all’ospedale Mirwais: ovvero oltre il doppio in riferimento al mese di agosto 2008 (149 ammessi)

I feriti di guerra devono spesso subire diverse operazioni, questo crea un aumento del carico di lavoro per il personale dell’ospedale e una attesa più lunga per l’ammissione dei pazienti.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - 22-01-2010 aggiornamento
Terremoto ad Haiti: il CICR aiuta 3.000 superstiti in condizioni disperate
Traduzione non ufficiale di Maria Grazia Ianniello

Mentre la maggioranza dei terremotati sta lasciando Port-au Prince per raggiungere la campagna, centinaia di migliaia di persone sono accampare nelle piazze, nei campi sportivi ed in altre aree aperte trasformate in ripari di fortuna. Ieri, circa 3.000 abitanti nel campo di Primatur hanno ricevuto gli aiuti necessari.

La distribuzione degli aiuti tra le scosse di assestamento

Gli abitanti di Port-au-Prince hanno subito diverse scosse di assestamento giovedì, e le persone si trovano attualmente in condizioni molto difficili in più di 250 aree aperte. Queste aree includono Primatur, dove circa 3.000 persone vivono in ripari di fortuna. Giovedi sera, una squadra del CICR sopportata da tredici volontari della Croce Rossa di Haiti e da un certo numero di persone che vivono nel campo hanno distribuito coperte, sapone e taniche per contenere l'acqua potabile. Hanno anche distribuito teloni di plastica con i quali le famiglie possono assemblare rifugi temporanei e trovare un pò di privacy in un campo affollato.

"Le condizioni di vita sono molto difficili qui. Faremo del nostro meglio per fornire ulteriori aiuti nei prossimi giorni", ha detto Gerlin Ana Hernández, nutrizionista del CICR.

Il CICR sta lavorando a stretto contatto con la Società nazionale della Croce Rossa haitiana, e le operazioni internazionali di soccorso della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa vengono coordinate e guidate dalla Federazione Internazionale. Per maggiori dettagli sulla risposta complessiva della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa al terremoto, è possibile visitare il sito web della Federazione al www.ifrc.org.

Forniture mediche per ospedali da campo

Il CICR ha messo a disposizione ulteriori forniture mediche giovedì ad ospedali da campo con capacità di 70 posti letto fornite dalla Croce Rossa Norvegese - Canadese e dalla Società nazionale israeliana, la Magen David Adom. I medici hanno curato oltre 80 persone gravemente ferite al giorno, ed erano a corto di rifornimenti. Il CICR ha anche consegnato dei rifornimenti necessari ad una clinica nel quartiere Carrefour gestito da Medici senza frontiere (Paesi Bassi).

La Croce Rossa di Haiti, con il sostegno del CICR, ha aperto un nuovo pronto soccorso all’interno del centro sportivo di Carrefour, dove si sono raccolte migliaia di persone. I Volontari della Croce Rossa hanno trattato 23 vittime nelle prime ore. Nel frattempo, i medici della Croce Rossa finlandese hanno iniziato a lavorare per un altro nuovo pronto soccorso a Carrefour Feuille.

Per la seconda volta in una settimana, il CICR ha consegnato la prima fornitura di aiuti alla Croce Rossa di Haiti per il pronto soccorso a Cité Soleil, una baraccopoli con una popolazione di circa 200.000, dove pochissimi altre organizzazioni umanitarie sono state attive fino ad oggi.

Nel quartiere di Bel Air di Port-au-Prince, un team medico del CICR ha valutato le esigenze di un ospizio per gli anziani, che ha subito pesanti danni provocati dal sisma. La gente ha bisogno di pronto soccorso, e non ci sono servizi igienici e non c’è accesso all’ acqua. A causa delle terribili condizioni dell’ospizio, il CICR intende sostenere la struttura per i prossimi giorni.

Specialisti di medicina legale del CICR hanno fornito sacchi per i cadaveri all'obitorio dell’Ospedale Universitario Statale di Haïti (HUEH), uno dei due principali ospedali di Port-au-Prince.

Il ripristino dei legami familiari

Sono operative squadre in quattro campi che aiutano le persone a ristabilire i contatti con i loro parenti e giovedì hanno reso possibili quasi 300 telefonate tra i residenti a Port-au-Prince e i parenti che vivono all’estero. Negli ultimi tre giorni, il servizio ha permesso a quasi 900 persone di effettuare chiamate. Squadre composte da membri del CICR e dalla Croce Rossa di Haiti hanno anche registrato sul sito web del CICR dedicato ai ricongiungimenti familiari (www.icrc.org/familylinks) i nomi di 193 persone desiderose di far sapere ai propri cari che sono vive e stanno bene.

Da Venerdì, il link del sito per Haiti conteneva oltre 24.100 nomi. Il sito è stato rinnovato dall'inizio dell’ emergenza ed è ora accessibile in quattro lingue tra cui il creolo. Oltre 1.900 i nomi di persone che riferiscono che sono vive e stanno bene, e da Venerdì il CICR è stato in grado di rimuovere 564 nomi, perché le persone in questione sono state rintracciate.

Per ulteriori informazioni, si prega di contattare:

Simon Schorno, CICR Port-au-Prince, mobile: +509 3456 3392 o +41 79 251 9302,
tel satellite: +88 165 146 6175
Marçal Izard, CICR Ginevra, tel: +41 22 730 2458 o +41 79 217 32 24

E’ possibile seguire il CICR su Twitter per costanti aggiornamenti sulle operazioni di soccorso ad Haiti: http://www.twitter.com/icrcnews
 
Tratto dal sito web del CICR al link:
http://www.icrc.org/web/eng/siteeng0.nsf/html/haiti-earthquake-update-220110

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3 - Domani Haiti terremoto 2010
21-01-2010
Destinato alle persone che cercano di ristabilire i contatti con i propri parenti dopo il terremoto ad Haiti
Traduzione non ufficiale di Maria Grazia Ianniello

A seguito del terremoto che ha colpito Haiti, il 12 gennaio 2010, migliaia di persone all'interno di Haiti e all'estero hanno perso i contatti con i loro cari.
L'obiettivo del sito web Family Links (Legami Familiari) è quello di accelerare il processo di ripristino dei contatti tra i membri delle famiglie separate.

Il servizio è gestito dalla Croce Rossa, in collaborazione con la Croce Rossa di Haiti e dalle Società Nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa in tutto il mondo.

Il sito web offre la possibilità per le persone che sono sopravvissute al terremoto di pubblicare i loro nomi e il luogo dove sono. Esso offre anche la possibilità per le persone ad Haiti o all'estero, di pubblicare i nomi dei parenti con i quali cercano di ristabilire i legami.

Ad Haiti, il CICR e la Croce Rossa di Haiti hanno aperto un ufficio a Port au Prince, dove le persone possono registrarsi sul sito e fare una telefonata per ristabilire i contatti con le loro famiglie:

Sede centrale della Croce Rossa di Haiti
1, Rue du Muguet,
Route de Desprez (Croix Desprez)
Port-au-Prince
Haiti

Questo fornirà le risposte alle numerose domande di famiglie angosciate che non hanno notizie dei loro cari, ad Haiti come all'estero.

Le informazioni pubblicate sul sito web possono essere modificate solo dal CICR. Se si desidera modificare i dettagli o eliminare un nome che avete pubblicato, vi preghiamo di inviarci una E-mail ( Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ) con le correzioni necessarie, compreso il vostro nome e il motivo della richiesta.

Se la ricerca non ha successo, non esitate a rivisitare il sito web di frequente, infatti tutti i giorni si registrano nuove persone.

IMPORTANTE
Questo servizio è gratuito. Il CICR non ha alcuna possibilità di verificare le informazioni pubblicate sul Web da parte di individui. Non è responsabile per le informazioni che compaiono su questo siti.

Le informazioni che si registrano su questo sito non sono confidenziali e possono essere consultate da tutti in tutto il mondo. Si prega di evitare di pubblicare nomi o particolari che possono essere dannosi per voi o per le persone interessate. Il CICR non può essere ritenuto responsabile per eventuali conseguenze negative derivanti dalla pubblicazione di informazioni su questo sito.

Tratto dal sito web del CICR al link:
http://www.icrc.org/web/doc/siterfl0.nsf/htmlall/familylinks-haiti-eng

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.