Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 356 del 7 maggio 2008 Stampa E-mail
mercoledì 07 maggio 2008
7 maggio 2008
nr. 356
 
Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------
 
Contenuto:

1 - 5 Maggio 2008   -  Dal sito della Federazione Internazionale
Myanmar: Croce Rossa distribuisce aiuti dopo che un cyclone mortale ha devastato la regione
Traduzione non ufficiale di Giuseppe Sonzogni

2 - 2 maggio 2008 Dichiarazione
Insieme per l’umanità
Dichiarazione congiunta dei presidenti della Federazione Inernazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa e del Comitato Internazionale della Croce Rossa in occasione della Giornata mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa 2008.
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

3 - 8 maggio 2008 al Memoriale Croce Rossa Internazionale
Solferino h.20,00
Aggiornamento informazioni
di M.Grazia Baccolo

4- allegato
Aggiornamento del V Corso di Storia della Croce Rossa e della Medicina
Reggio Calabria dal 23 al 28 settembre 2008
Comunicato da Rachele Laganà

5 - Cassazione Penale SENTENZA N. 4060 DEL 06/11/2007 - DEPOSITATA DEL 25/01/2008
SENTENZA CRIMINI DI GUERRA COMMESSI A STAZZEMA
Comunicato da M.Grazia Ianniello @@@@@@@@@@@@@@@@@@

1 - Dal sito della Federazione Internazionale
Myanmar: Croce Rossa distribuisce aiuti dopo che un cyclone mortale ha devastato la regione
5 Maggio 2008
Traduzione non ufficiale di Giuseppe Sonzogni

Dal momento che la gente lotta per trovare riparo e cibo dopo le devastazioni del ciclone Nargis che ha colpito il Myanmar il 2 Maggio, la Croce Rossa è attiva sul campo, distribuendo generi di prima necessità, come acqua potabile, vestiario, cibo, tele cerate plastificate e kit igienici.

La Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa hanno messo a disposizione 200.000 Franchi Svizzeri (122.000 €) per supportare le operazioni di soccorso in Myanmar.

“Le priorità immediate sono di fornire acqua potabile e ripari di emergenza per le persone rimaste senza casa a causa dell’uragano” ha detto Christine South, operation coordinator della Federazione Internazionale per l’Asia Pacifica.

I forti venti, le tremende piogge e l’uragano hanno causato migliaia di morti e distrutto centinaia di case dal momento che il ciclone Nargis si e mosso attraverso la regione del delta nel sud del Myanmar. Come riferito dalla televisione Nazionale quasi 4.000 persone sono morte e 3.000 sono tutt’ora disperse

Le squadre di soccorso della Croce Rossa erano sul campo già dai primi istanti successive all’impatto del ciclone, monitorando la situazione dei distretti di Yangon. Oggi. Ulteriori squadre di prima valutazione si sono aggiunte nelle aree più colpite di Irrawaddy, divisione dib ago e Karen e Mon States.

“La distruzione diffusa ovunque rende ovviamente i soccorsi più difficili soprattutto verso chi ne avrebbe più bisogno” dice Michael Annear, regional disaster manager coordinator per la Federazione Internazionale in Bangkok.

Insieme con i beni di prima necessità, la Croce Rossa del Myanmar sta distribuendo zanzariere trattate con insetticidi per prevenire la malaria e pastiglie disinfettanti per produrre acqua potabile. Altri beni di prima necessità sono pronti per essere distribuiti nei magazzini della Federazione di Kuala Lumpur e Dubai, se richiesti.

L’originale inglese al link: http://www.ifrc.org/Docs/News/pr08/2008.asp

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - 2-5-2008 Dichiarazione
Insieme per l’umanità

Dichiarazione congiunta dei presidenti della Federazione Inernazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa e del Comitato Internazionale della Croce Rossa in occasione della Giornata mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa 2008.
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo
 
Ogni anno, la Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa celebrata l’8 maggio, ci offre l’occasione di attirare l’attenzione sulla sorte della gente colpita dalle catastrofi,  dai conflitti armati e altre situazioni di violenza, di redigere l’elenco delle molteplici sfide con le quali dobbiamo confrontarci, e riaffermare il nostro impegno a lavorare insieme per l’umanità.

E’ questa unione di persone, animata dalla stessa volontà di aiutare gli altri che ci permette di avere una missione  concreta  in rapporto alla vita delle vittime delle catastrofi, della violenza armata, della povertà e delle crisi sanitarie.

Giorno dopo giorno, noi possiamo misurare l’importanza e il potere della solidarietà grazie al lavoro dei nostri volontari e impiegati che nel mondo intero, sono impegnati a migliorare la preparazione in previsione delle catastrofi o ristabilire i legami familiari. Che sia l’evacuazione di comunità minacciate dall’imminenza di un ciclone o il riunire bambini coni loro familiari separati dalla guerra,  è lavorando insieme che le Società nazionali, la Federazione internazionale e il Comitato internazionale della Croce Rossa possono offrire protezione, assistenza, conforto e speranza alle persone in difficoltà.

Lavorare in partenariato significa infatti per noi coordinare le nostre attività e  collaborare con i governi, con le organizzazioni internazionali, con il settore privato e con le comunità locali. Questo ci permette di rispondere efficacemente ai cambiamenti e di poterci adattare il più rapidamente possibile alle urgenze umanitarie complesse che costituiscono, in maniera specifica, il movimento della popolazione all’interno delle frontiere nazionali, la violenza armata, le migrazioni internazionali, le malattie emergenti, e le conseguenze umanitarie della degradazione ambientale.

L’anno prossimo, noi commemoreremo il 150mo anniversario della battaglia di Solferino, avvenimento decisivo nella fondazione del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. E’ in effetti su questo campo di battaglia che Henry Dunant, nato l’8 maggio 1828, fece per la prima volta il soccorso dei soldati feriti e cominciò a elaborare l’idea che porterà alla creazione del nostro movimento.

Per sottolineare questa data, lanceremo nel 2009 una campagna mondiale che metterà in luce la nostra storia e i valori comuni. In questa prospettiva, è importante non perdere di vista che le genti – la loro sicurezza, la loro sanità, la loro dignità e il loro benessere – debbano sempre essere poste al cuore di tutte le nostre attività e di tutto ciò per il quale noi ci battiamo.

L’esperienza ci ha insegnato che la cooperazione e lo spirito di squadra sono un elemento chiave del nostro aiutare gli altri; così celebrando la Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, celebriamo anche la forza che ci procura il fatto di <lavorare insieme per l’umanità> .

Jekob Kellenberger
Presidente Comitato Internazionale Croce Rossa – Ginevra


Juan Manuel Suárez del Toro
Presidente Federazione Internazionale Società Nazionali Croce Rossa e Mezzaluna Rossa - Ginevra

L’originale Francese al link
http://www.icrc.org/web/fre/sitefre0.nsf/html/8-may-message-080508?opendocument

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3 - 8 maggio 2008 al Memoriale Croce Rossa Internazionale
Solferino h.20,00

Aggiornamento informazioni
Gli intermezzi musicali sono curati dal Duo pianoforte violino Cecilia Baccolo e Julien Zuffrey (quest’ultimo di nazionalità svizzera di lingua francese)
L’evento si terrà con ogni condizione di tempo, in caso di freddo o pioggia saremo nella Chiesa Parrocchiale di S.Nicola in Piazza Castello a Solferino

La presentazione già pubblicata sul Caffè 355 si trova al link
http://www.caffedunant.it/index.php?option=com_content&task=view&id=446&Itemid=11

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

4- allegato
Aggiornamento del V Corso di Storia della Croce Rossa e della Medicina
Reggio Calabria dal 23 al 28 settembre 2008
Completo di Scheda di iscrizione

Comunicato da Rachele Laganà  Comitato Provinciale di Reggio Calabria

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

5- allegato
Cassazione Penale SENTENZA N. 4060 DEL 06/11/2007 - DEPOSITATA DEL 25/01/2008
SENTENZA CRIMINI DI GUERRA COMMESSI A STAZZEMA

Con questa decisione i giudici della I Sezione rigettano i ricorsi proposti avverso le condanne all'ergastolo di tre ex ufficiali delle forze armate naziste responsabili della "strage di Stazzema" dove vennero sterminate circa 500 persone, tra cui donne e bambini. L'atrocità e la barbarie commessa violava deliberatamente il cosiddetto "ius belli", ossia quelle regole dettate dagli Stati per disciplinare la violenza nei conflitti armati in vista della salvaguardia degli interessi protetti dalla normativa internazionale e della tutela della vita umana in tutti i suoi aspetti.

(continua sull’allegato)

Comunicato da M.Grazia Ianniello
 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.