Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 322 del 2 settembre 2007 Stampa E-mail
lunedì 03 settembre 2007
2 settembre 2007
nr. 322

Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------
 

Contenuto:

 

1 - 21-8-2007 Comunicato stampa 07/94

Stati Uniti : il Servizio Internazionale delle Ricerche (SIR) consegna una copia dei documenti relativi all’olocausto al Museo del Memoriale dell’olocausto
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

2 - Dal sito web di  PeaceReporter
Bosnia Erzegovina - 29.8.2007
Un passato che non passa
Secondo la Croce Rossa, sono almeno 18mila i desaparecidos delle guerre dei Balcani
Comunicatoci da Andrea Ciresa

1 - 21-8-2008  Comunicato stampa 07/94
Stati Uniti : il Servizio Internazionale delle Ricerche (SIR) consegna una copia dei documenti relativi all’olocausto al Museo del Memoriale dell’olocausto
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

Washington/Ginevra . Il SIR ha consegnato ieri (20.8.2007 N.d.T) la copia di diversi milioni di documenti relativi all’olocausto, al Museo del Memoriale, che li riceve in nome dell’amministrazione degli Stati Uniti.

I documenti, provenienti da più di 50 campi di concentramento e prigioni comprendono registrazioni di decessi, liste di trasporti e rapporti medici, < Questi documenti riflettono le operazioni più indegne dell’epoca nazista e costituiscono una parte essenziale dei nostri archivi>, ha spiegato il direttore del SIR, Reto Maister, nel corso della consegna dei documenti al Museo del Memoriale dell’olocausto. Lo Stato di Israele ha anche ricevuto una copia degli stessi documenti.

Il SIR ha sede a Bad Arolsen (Allemagne). Opera in favore delle vittime delle persecuzioni naziste, così come per i loro familiari, raccogliendo informazioni sulla loro sorte, e conservando i dati storici ed aprendoli alla ricerca. Il SIR assorbe la Commissione internazionale per il Servizio Internazionale delle ricerche  (CI/SIR) che è stato creato nel 1955 ed è composto da rappresentanti di 11 paesi (Germania, Belgio, Stati Uniti, Francia, Grecia, Israele, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, e Regno Unito) a seguito degli Accordi di Bonn e dei loro Protocolli del 2006. Il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR) assume la direzione e l’amministrazione del SIR per conto della Commissione.

<Con gli Stati membri della Commissione internazionale, il CICR ha preso l’importante decisione di aprire gli archivi al pubblico. Noto con soddisfazione che, con la consegna delle copie dei documenti a Israele e agli Stati Uniti, un primo passo è ora stato fatto>, ha dichiarto il presidente del CICR, Jokob Kellenberger.

 Ad oggi, 12 milioni di documenti sono stati numerati – circa un terzo dei documenti conservati a Bad Arolsen. Questo corrisponde a 18 milioni di immagini e necessita di una grande capacità di stoccaggio (1,4 téraoctets) Il Museo del Memoriale dell’olocausto  a Washington e il Memoriale di Yad Vashem (Autorità di ricordo dei martiri ed eroi dell’olocausto) a Gerusalemme avranno ognuno una copia  dei dati. Altri Stati membri della Commissione riceveranno una copia se ne faranno domanda.

< E’ un momento molto importante per il SIR e, a mio avviso, per gli Stati membri della Commissione internazionale. Prima di tutto, le vittime dell’olocausto, le loro famiglie e i ricercatori beneficeranno di questo progresso. Da più di  anni. I dossier degli archivi sono utilizzati per avere  la prova di quello che è successo alle persone perseguite dai nazisti e per dare informazioni ai sopravvissuti e alle famiglie. Dopo un lungo processo politico, possiamo oggi dare ai ricercatori e al pubblico l’accesso alle pratiche.  Ha aggiunto Reto Meister.

Gli archivi del SIR sono stati aperti alla ricerca storica a seguito  del Protocollo del 2006, che modifica gli Accordi di Bonn del 1995, approvato dagli 11 Stati membri della Commissione. Da quando tutti gli Atati membri avranno ratificato il Protocollo  - l’Italia, la Francia, la Grecia non l’anno ancora fatto -, gli archivi saranno totalmente aperti.  Tuttavia, nel maggio scorso, gli 11 Stati membri hanno deciso che, anche prima della ratifica ufficiale  di ciascuno di essi, copie dei dati conservati al SIR possono essere trasferiti sotto embargo agli Stati membri che avessero ratificato il Protocollo. < Questo permette ai nostri partner di iniziare a lavorare sui dossier edi prepararsi sul piano tecnico al fine di essere pronti per l’apertura ufficiale degli archivi> ha aggiunto il Signor Meister.

Durante la visita nel Regno Unito, il direttore del SIR incontrerà i rappresentanti del dipartimento di Stato, i membri del Congresso, il personale della Croce Rossa Americana e i rappresentanti di diverse organizzazioni ebree, al fine di discutere l’azione del SIR e le prospettive future in materia di cooperazione.

Informations complémentaires :
Florian Westphal, CICR Genève, tél. : +41 22 730 2282 / +41 79 217 32 80
Iris Möker, SIR Bad Arolsen, tél. : +49 30 85404-146

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - Dal sito web di  PeaceReporter
Bosnia Erzegovina - 29.8.2007
Un passato che non passa
Secondo la Croce Rossa, sono almeno 18mila i desaparecidos delle guerre dei Balcani
Comunicatoci da Andrea Ciresa

In occasione della Giornata internazionale per le persone scomparse, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (Cicr) ha pubblicato un report nel quale stima in circa 18mila i 'desaparecidos' dei conflitti causati dal collasso della ex-Jugoslavia negli anni Novanta.

Migliaia di vite. Per la precisione, il report parla di 17882 vite spezzate, persone delle quali non si è saputo più nulla. Il triste primato delle persone scomparse spetta alla guerra in Bosnia – Erzegovina, dove 13449 persone sono state inghiottite dalla violenza dei combattimenti e della pulizia etnica. Nel conflitto in Croazia invece, sono 2386 le persone di cui si è persa ogni traccia, e altre 2047 persone sono scomparse dopo l'intervento delle truppe della Nato in Kosovo, contro la Serbia.

“Da anni, e dall'inizio della guerra nella ex-Jugoslavia, la Cicr ha appoggiato gli appelli delle famiglie degli scomparsi”, ha commentato Paul Arni, capo della delegazione Cicr di Belgrado, “che ancora sperano di avere notizie sulla sorte dei loro famigliari”.

Un passato che non passa. Il giorno 11 di ogni mese, a Tuzla, in Bosnia – Erzegovina, la associazione civica "Zene Srebrenice" (Donne di Srebrenica), percorre le vie della città fino alla Piazza della Fontana, in centro, portando i drappi con i nomi dei propri cari scomparsi. E' una nuova Plaza de Mayo, in Europa.
Srebrenica è diventata il simbolo dei massacri avvenuti nei Balcani: circa 8mila uomini e ragazzi bosniaci vennero trucidati l'11 luglio 1995 dalle truppe serbo – bosniache, nonostante l'enclave musulmana fosse stata dichiarata zona protetta dall'Onu. Ad oggi, nel memoriale di Potocari, dove riposano le vittime, ci sono solo 1400 salme identificate. Anche i serbi hanno i loro desaparecidos e, a maggio dello scorso anno, il governo di Sarajevo ha accettato l'istituzione di un commissione d'inchiesta che indaghi sulla sorte dei serbi della capitale bosniaca che sarebbero stati oggetto di violenze, assassini e sparizioni forzate durante il conflitto.

Ch.E.

Originale al link
http://www.peacereporter.net/dettaglio_articolo.php?idpa=&idc=2&ida=&idt=&idart=8640
 
< Prec.

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.