Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 317 del 27 marzo 2007 Stampa E-mail
mercoledì 06 giugno 2007

 27 maggio 2007

nr. 317

Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------
 

Contenuto: 


1 - Herat, la Croce Rossa: duemila senzatetto per le bombe Nato
Dal sito web del quotidiano “L’unità”
Comunicatoci da Andrea Ciresa

2 - 4 Maggio 2007
E’ l'ora di un nuovo Diritto Umanitario Internazionale
tratto dalla newsletter "Europea"
Comunicatoci da Sabrina Bandera

3- appuntamento con allegati
Castiglione delle Stiviere - 16 - 17 giugno 2007
Corso Informativo Diritto Internazionale Umanitario
Nell’ambito della manifestazione “Da Solferino a Castiglione – Fiaccolata 2007”
Campo Lidia – Via Ghisiola Castiglione delle Stiviere (MN)  
di Maria Grazia Baccolo

- Allegato 1 - Programma Corso

- Allegato 2 - Scheda d'Iscrizione

4- appuntamento con allegato
Figline Valdarno (Firenze) 21 – 23 Ottobre 2007
4° Meeting internazionale di Storia della Medicina
di M.Grazia Baccolo


5-  appuntamenti con allegato
Programma delle manifestazioni per la celebrazione del 148° anniversario della battaglia di S.Martino  e Solferino - Giugno 2007 -  http://www.solferinoesanmartino.it/  

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

1 - Herat, la Croce Rossa: duemila senzatetto per le bombe Nato
Dal sito web del quotidiano “L’unità”
Comunicatoci da Andrea Ciresa

afghanistan

I bombardamenti aerei americani e Nato del mese scorso sull'Afghanistan occidentale hanno distrutto 173 abitazioni e duemila persone sono rimaste senza casa. Sono le conclusioni di una valutazione del Comitato internazionale della Croce Rossa, contenute in un rapporto illustrato a Kabul. L'organizzazione umanitaria ha confermato anche - come era stato detto da esperti Onu e afghani- che in quei bombardamenti sono morti «decine di civili».

Sono circa 230 le famiglie che hanno perso la casa nei combattimento che hanno provocato una cinquantina di vittime civili. Le 173 abitazioni distrutte o gravemente danneggiate dai bombardamenti aerei si trovano in quattro villaggi del distretto di Shindand, nel distretto di Herat che è ufficialmente sotto il controllo del contingente italiano.

Questi combattimenti, durati tre giorni, hanno «lasciato 230 famiglie, cioè quasi duemila persone senza rifugio» ha spiegato il portavoce della Croce Rossa. Il presidente afgano Hamid Garzai si era recato mercoledì scorso nel distretto di Shindand per calmare gli animi dopo che la morte di tanti civili aveva provocato delle manifestazioni di protesta. Venerdì, il comandante del contingente Nato in Afghanistan ha detto che queste morti avrebbero indotto l'Alleanza a rivedere le tattiche di attacco e le procedure operative.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - 4 Maggio 2007
E’ l'ora di un nuovo Diritto Umanitario Internazionale
 tratto dalla newsletter "Europea"
Comunicatoci da Sabrina Bandera

Palestina, Darfur, Iraq: le tragiche emergenze mettono in risalto la necessità d'un ripensamento della politica degli aiuti

Il commissario europeo allo sviluppo, Luis Michel

Dopo la strategia europea per l'Africa è la volta della nuova strategia umanitaria comune, basata anch'essa sul consenso delle tre Istituzioni comunitarie. Il Commissario allo sviluppo Louis Michel ha presentato, questa settimana, alla Commissione parlamentare "DEVE", un altro pezzo della politica europea di sviluppo che la Commissione si appresta ad implementare. "Il consenso umanitario è divenuto ormai indispensabile", ha affermato Michel, lo impongono le tante emergenze umanitarie nel mondo: Darfur, Iraq, Territori occupati palestinesi, solo per citarne alcune. Ancorché la ricerca di una maggiore efficacia degli interventi e un miglior coordinamento tra gli attori.

La Commissione europea presenterà in giugno una comunicazione che si baserà sulla differenza fra fase umanitaria propriamente detta e riabilitazione, sull'affermazione della rilevanza della sicurezza alimentare e, infine, sulla fissazione imperativa dei principi alla base dell'azione umanitaria. La dimensione umanitaria del conflitto israelo-palestinese, le condizioni proibitive in cui gli operatori umanitari sono costretti ad operare in Darfur, dove ogni giorno si registrano attacchi senza precedenti alle organizzazioni umanitarie e, l'esodo verso i paesi vicini, Siria e Giordania, delle migliaia di irakeni in fuga da una guerra estenuante, impongono un ripensamento del diritto internazionale umanitario, divenuto inadeguato, perchè non rispettato, a fare fronte alle tragiche urgenze, trasformatesi ormai, in consolidate realtà.

Il Commissario Michel, reduce da un viaggio in Medio Oriente, ha illustrato ai parlamentari una situazione al limite della umana sopportabilità. Nei Territori occupati palestinesi la situazione umanitaria non è mai stata così negativa. Ne sono una dimostrazione gli indicatori umanitari, forniti dalla CE, fortemente deterioratisi nel tempo. Più del 60% della popolazione palestinese vive ormai sotto la soglia di povertà di due Euro al giorno, quando prima della Seconda Intifada quella stessa popolazione faceva registrare gli indici di sviluppo umano più elevati di tutto il mondo arabo. Più di 1,3 milioni di palestinesi sono vittime dell'insicurezza alimentare quotidiana, la mortalità infantile è aumentata del 15% nel corso degli ultimi anni e, infine, più del 25% della popolazione non accesso regolare all'acqua. Nei Territori occupati palestinesi come in Darfur o nei molti campi profughi in territorio giordano e siriano ove approdano quotidianamente migliaia di irakeni, il problema non è la quantità dell'aiuto, bensì l'assorbimento dello stesso. In queste zone del mondo non si pone solo un problema in termini di bisogni umanitari ai quali la Comunità Internazionale è confrontata, ma anche in termini di crisi del diritto internazionale umanitario non rispettato. Questo non rispetto ha assunto nel tempo diverse forme, la più visibile e la più condannabile, ha proseguito il Commissario Michel, concerne gli atti di guerra e le violenze armate contro le popolazioni civili, la mancata protezione dei civili e il diniego dell'assistenza, senza dimenticare il non rispetto del principio di proporzionalità nell'uso della forza. L'altra dimensione del non rispetto del Diritto internazionale umanitario concerne le restrizioni in termini di accesso e di movimento delle popolazioni civili. A queste ultime limitazioni sono confrontate anche le numerose organizzazioni umanitarie presenti sul terreno costrette a fare i conti con un aggravio dei costi dell'assistenza, quand'anche riescono a portarla, perchè sempre più ricorrente diviene la desolante impossibilità di operare.

Un nuovo diritto umanitario internazionale s'impone. L'UE è pronta a fare la propria parte, consapevole del ruolo di primo donatore al mondo, con la predisposizione della futura strategia umanitaria, con la recente proposta di un codice di condotta, volto a migliorare la ripartizione dei compiti fra i donatori dell'UE. Spetterà agli Stati membri mobilitare nuovi flussi di aiuti addizionali, adempiere gli impegni internazionali presi nell'ambito del Consenso di Monterrey, predisporre un vero e proprio calendario relativo ai flussi di aiuti che nel tempo saranno disposti a elargire, in modo tale da potere monitorare l'adempimento degli impegni. E, infine, attraverso programmazioni comuni a più Stati membri verso i Paesi ACP, al fine di razionalizzare l'intervento complessivo.

Giusy Viola

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3 - Castiglione delle Stiviere – 16 - 17 giugno 2007
Corso Informativo Diritto Internazionale Umanitario

Nell’ambito delle manifestazioni che vanno sotto il nome  “Da Solferino a Castiglione Fiaccolata 2007” si terrà nella sede del Comitato Locale Via Ghisiola 64 un corso informativo sul Diritto Internazionale Umanitario (D.I.U.)  nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 giugno 2007. Il corso è aperto a chiunque voglia approfondire la materia delle norme della Storia e del D.I.U. ed è destinato a tutto il personale Croce Rossa Italiana (volontari di tutte le componenti e dipendenti). Non sono richiesti titoli di studio o requisiti particolari.

Chiunque sia interessato è invitato ad inviare via fax (allo 0376 631107)  la scheda allegata.

Maggiori informazioni sulla “Da Solferino a Castiglione Fiaccolata 2007” su www.caffedunant/fiaccolata/

- Allegato 1 - Programma Corso

- Allegato 2 - Scheda d'Iscrizione



M.Grazia Baccolo

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

4 - Figline Valdarno (Firenze) 21 – 23 Ottobre 2007
4° Meeting internazionale di Storia della Medicina
di M.Grazia Baccolo

- SCARICA LA BROCHURE -  

La Società Internazionale di Storia della Medicina organizza nelle giornate di 21 – 22 – 23 ottobre 2007 a Figline Valdarno (nella zona del Chianti) il 4° Meeting internazionale di Storia della Medicina.

Fra i diversi aspetti dei temi di Storia della Medicina ci sarà una Sezione dedicata alla “Storia della Croce Rossa e della Sanità militare”

Il prof.Paolo Vanni, Delegato Nazionale di Storia della CRI,  è Presidente, insieme al Prof.A.Diamandopoulos,  del Comitato Scientifico del 4° Meeting Internazionale di Storia della Medicina.

 Le lingue ufficiali del convegno saranno inglese, francese e italiano.

Trattandosi di un evento importante ed internazionale, il Prof. Vanni conta su una massiccia partecipazione dei “crocerossini”, soprattutto se Cultori della Storia della Medicina della Croce Rossa.

Inoltre preannuncia a chiunque fosse interessato e ne abbia i titoli, che in quell’occasione potrà essere da lui presentato alla ISHM (International Society of Historical Medicine) per diventarne membro.

In allegato il pieghevole. Chiunque fosse interessato può inviare le richieste di informazioni  a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Il Caffè Dunant vi terrà aggiornati sul proseguimento dell’organizzazione di questo meeting.

M.Grazia Baccolo


@@@@@@@@@@@@@@@@@@

5-  SCARICA L'ALLEGATO

Programma delle manifestazioni per la celebrazione del 148° anniversario della battaglia di S.Martino  e Solferino - Giugno 2007 -  http://www.solferinoesanmartino.it/ 

 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.