Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 313 del 29 aprile 2007 Stampa E-mail
mercoledì 02 maggio 2007

 
29 aprile 2007

nr. 313

Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------

 

Contenuto: 

1 - 24.04.2007 Comunicato CICR 01/07
Somalia - Bollettino CICR No. 01/2007 - Rapporto sulle attività sul campo del CICR
Somalia: la risposta all'emergenza del CICR in favore delle vittime del conflitto
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly


2 - 23 aprile 2007  Comunicato CICR
Sri Lanka - Bollettino CICR No. 12/2007
Il CICR assiste la popolazione sfollata nel distretto di Batticaloa
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

3 - 2 aprile 2007 – Comunicato Stampa CICR 07/36
"Virtual Campus": la promozione dell'insegnamento del diritto internazionale umanitario su internet
Traduzione non ufficiale di Matteo Cavallo

4- Allegato
Invito sabato 5 maggio 2007 ore 10,00
Castiglione delle Stiviere  Sala Consigliare Sede Municipale Via Cesare Battisti 4
Presentazione del libro “DON LORENZO BARZIZA – Cattolicesimo Sociale e radici della Croce Rossa”
Riceviamo dal Comune di Castiglione delle Stiviere 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@


1 - 24.04.2007 Comunicato CICR 01/07
Somalia - Bollettino CICR No. 01/2007
Rapporto sulle attività sul campo del CICR
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

Somalia: la risposta all'emergenza del CICR in favore delle vittime del conflitto

I recenti scontri in Somalia sono l'ultima di una serie di catastrofi che colpiscono la popolazione civile del paese. Gli abitanti di Mogadiscio sono stati coinvolti nei peggiori combattimenti degli ultimi 15 anni. Centinaia di loro sono stati feriti e centinaia di migliaia sono state costrette a fuggire dalla capitale somala. Alcuni hanno trovato rifugio in altre aree, vivendo in campi di fortuna oppure ospitati da locali.

Il CICR ha iniziato le proprie operazioni umanitarie in Somalia per trattare i feriti ed assistere le famiglie sfollate.

Oltre alle operazioni legate all'emergenza, il CICR continua portare avanti altre attività, come accade dal 1977. Queste includono il sostegno a 23 cliniche gestite dalla Mezzaluna Rossa somala nella parte centrale e meridionale del paese, costruendo e riparando l'impianto idrico, sviluppo di progetti nel settore agricolo e zootecnico ed il lavoro per ristabilire i legami familiari attraverso il tracing ed i messaggi di Croce Rossa (messaggi inviati ai propri parenti non contattabili a causa di un confitto armato).

Il CICR rimane una delle principali organizzazioni a fornire aiuti d'emergenza a favore delle vittime colpite dal conflitto e dai disastri naturali in Somalia. La Mezzaluna Rossa Somala è il partner principale.


Attività di emergenza del CICR al 5 aprile

Attività sanitarie

- 12 tonnellate di forniture sanitarie inviate alle strutture ospedaliere di Mogadiscio
- 20.000 pacchi di sali per la reidratazione orale sono stati inviati in cinque centri per la cura dei malati di colera
-un team chirurgico è stato inviato a Baidoa ed ha eseguito 18 operazioni.

La capacità dell' ospedale Keysaney è stata incrementata per poter accogliere i nuovi arrivi. Situato a nord di Mogadiscio, la struttura è gestita dalla Mezzaluna Somala e viene sostenuta dal CICR sin dal 1991. L'ospedale di Madina, nella parte sud di Mogadiscio, è gestito con l'aiuto della comunità locale e viene sostenuto dal CICR a partire dal 1999. Il CICR fornisce il mantenimento di questa due strutture chirurgiche, con consegne mensili di attrezzature e materiali chirurgici, stipendi per il personale e manutenzione tecnica.

Le altre strutture ospedaliere di Mogadiscio che ricevono e curano i feriti ricevono assistenza dal CICR in base alle necessità del momento.

Gli ospedali sostenuti dal CICR a Mogadiscio hanno curato oltre 1000 feriti durante mese di marzo. Tra questi, 674 sono stati ricoverati presso gli ospedali di Keysaney e Madina. Tra gennaio e febbraio, 540 vittime di guerra sono state curate presso questi due ospedali.

Acqua

- 260.000 litri di acqua vengono distribuiti ogni giorno

Le persone che sono scappate da Mogadiscio verso Shebele e Galgudud hanno difficoltà nel reperire acqua potabile. Il CICR ha inviato, via camion, delle razioni d'acqua (cinque litri a persona).

Beni essenziali

19.194 famiglie (115.164 persone) hanno finora ricevuto beni essenziali

La media di componenti per famiglia è tra le 6 e le 10 persone. Le famiglie sono usualmente sfinite a causa della situazione, specialmente per il viaggio duro e la fame. Soffrono enormemente anche per l'incertezza sul proprio futuro.

Il CICR distribuisce beni essenziali casalinghi (buste di plastica, set da cucina, taniche, materassi, abiti..) alle famiglie sfollate, in modo da aiutarle a divenire meno dipendenti dalle comunità che li ospiteranno, riguadagnando così il senso della dignità.
 
Tratto dal sito del CICR:

http://www.icrc.org/Web/Eng/siteeng0.nsf/htmlall/somalia-news-240407

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2 - 23 aprile 2007  Comunicato CICR
Sri Lanka - Bollettino CICR No. 12/2007
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

Il CICR assiste la popolazione sfollata nel distretto di Batticaloa

La prosecuzione degli scontri tra le Forze Armate dello Sri Lanka e l'Esercito di Liberazione delle Tigri del Tamil intorno a Thoppigala, nel distretto di Batticaloa, il numero di feriti causati da attacchi deliberati contro i civili è notevolmente aumentato. Durante il mese scorso, circa 50 persone sono state uccise e oltre 60 ferite, in seguito a due attacchi ad autobus civili ed altri episodi di violenza.

L'afflusso di civili verso la zona costiera è gradualmente diminuito, il totale di sfollati accolti nel distretto di Batticaloa è di 145.000 persone, secondo le autorità. Oltre 70.000 di loro abitano presso famiglie oppure all'interno di istituti scolastici, mentre i rimanenti sono accolti nei campi allestiti dalle agenzie umanitarie. Circa 11.000 sfollati sono rientrati verso Vaharai. Altri 2.000 sfollati si sono trasferiti verso il distretto meridionale di Ampara e la maggioranza  sarà ospitata presso famiglie. I campi di accoglienza esistenti sono sovraffollati e quelli nuovi sono in fase di allestimento. Inoltre, le piogge violente degli ultimi giorni hanno danneggiato alcuni campi, costringendo circa 1.300 persone a cercare un altra sistemazione.

Il CICR ha continuato a fornire acqua, pulizia e rifugio nei campi situati nel distretto di Batticaloa. Fornisce tende come misura di emergenza, vengono poi rimpiazzate da rifugi temporanei. La maggior parte del lavoro per fornire acqua, igiene e alloggio è stato portato a termine nei primi campi allestiti, come i quelli a Kiran, Mavadivembu e Koralankerny. Il CICR ha inoltre previsto di costruire  rifugi temporanei in tre nuovi campi, sempre nel distretto di Batticaloa, per ospitare più di 5.000 persone.

Salute

Il CICR continua ad assistere le autorità sanitarie nella zona nord ed orientale del paese. Nello scorso mese, 34 pazienti con necessità di trattamento specialistico sono stati trasferiti da Jaffna a Colombo da parte del CICR. Oltre 100 campioni di laboratori sono stati trasportati da Jaffna a Colombo, mentre i farmaci ed altre forniture sanitarie hanno percorso la strada inversa per raggiungere l'ospedale universitario e le autorità in materia di salute locali. 25 raccolte di libri di chirurgia del CICR sono stati donati all'ospedale universitario di Jaffna.

Nel distretto di Batticaloa, il CICR ha facilitato il trasferimento di diversi amputati da campi per IDP all'Handicap International orthopaedic center in modo che possano ricevere cure specialistiche. La Società Nazionale di Croce Rossa dello Sri Lanka (SLRCS) ha assistito 31 feriti ricoverati presso l'ospedale universitario di Batticaloa. Oltre 0 feriti sono stati evacuati dalle ambulanze in servizio notturno dell' SLRCS  e da altre sette del CICR.

I volontari dell'SLRCS hanno proseguito con le attività di educazione alla salute nei campi per sfollati di affna, Trincomalee e Batticaloa. Le ambulanze del servizio notturno dell' SLRCS continuano a prestare servizio presso Jaffna, Vavunyia e Batticaloa.

Difficoltà economiche

Durante lo scorso mese, il CICR ha fornito, a oltre 13.000 sfollati nel distretto di Batticaloa, oltre 2.000 kit igienici, 600 kit da cucina, 1.500 materassi, 500 cerate, 600 taniche e 1.500 capi d'abbigliamento.

Nel distretto di Trincomalee, oltre 2000 persone hanno ricevuto aiuti sottoforma di beni essenziali e 700 taniche.

A Jaffna, il CICR ha distribuito beni simili a circa 5.000 persone.

Presso Vanni,  200 famiglie hanno ricevuto 50 kg di fertilizzante ciascuna e 100 persone hanno ricevuto diversi generi essenziali.

Acqua & habitat

Il CICR ha proseguito a fornire acqua, igiene e rifugio per sei campi di sfollati nel distretto di Batticaloa. Inoltre, la costruzione di una nuove strade d'accesso ai nuovi campi di Palameenmadu e Chettipalayam è iniziata. Oltre 100 tende per famiglie, 60 rifugi temporanei, 20 bagni di emergenza sono stati installati nel corso delle ultime quattro settimane.

A Kiliveti, lnel distretto di Trincomalee, il CICR ha inoltre iniziato l'allestimento di un nuovo campo per 150 famiglie sfollate (circa 1.000 persone).

A Vanni, il CICR ha completato la sistemazione di quattro pozzi di acqua e ha distribuito aiuti a oltre 30 famiglie di rifugiati nei campi di Theravil e Mankulam.

Legami familiari

Nell'ultimo mese, il CICR ha collaborato con l'SLRCS per aiutare i membri delle famiglie separati dal conflitto a riallacciare e mantenere i contatti. Ha inoltre raccolto 123 messaggi familiari, riuscendone a recapitare 94.

Visite ai detenuti

Il CICR ha proseguito a visitare le persone imprigionate per ragioni di sicurezza. I delegati hanno effettuato visite in 27 strutture detentive, durante le quali hanno avuto colloqui privati con oltre 496 detenuti.

Tratto dal sito del CICR:

http://www.icrc.org/Web/Eng/siteeng0.nsf/htmlall/sri-lanka-news-230407
@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3 - 2 aprile 2007 – Comunicato Stampa CICR 07/36

"Virtual Campus": la promozione dell'insegnamento del diritto internazionale umanitario su internet
Traduzione non ufficiale di Matteo Cavallo

Ginevra (CICR) - Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha lanciato un nuovo sito internet per gli insegnanti del programma "Esploriamo il diritto umanitario" (EDU), che ha come obiettivo quello di aiutare gli allievi delle scuole secondarie a familiarizzare con le regole di base e con i principi fondamentali del diritto internazionale umanitario.

Questo programma, che ha conosciuto una rapida espansione, viene già attuato in più di 60 paesi in tutto un mondo e per questo motivo non è più possibile assicurare la formazione degli insegnanti: per questa ragione è stato predisposto questo nuovo sito internet, una sorta di "campus virtuale" del programma Esploriamo il diritto umanitario (EDU).

"Il sito Internet è stato realizzato per rispondere alla domanda crescente da parte degli insegnanti che hanno bisogno d'aiuto per introdurre lo studio del diritto della guerra all'interno delle classi delle scuole secondarie," spiega Nicole Martins-Maag, responsabile per il CICR del progetto "campus virtuale del programma EDU". "Noi speriamo che il diritto internazionale umanitario sarà alla fine inserito nei programmi di insegnamento secondario in tutto il mondo e che diventerà parte integrante dell'istruzione di base degli adolescenti. È importante che le autorità responsabili nel campo dell'educazione prendano parte attiva al programma EDU destinato ai giovani."

Il programma EDU prevede 30 ore di corso interattivo, nell'ambito delle quali si esaminano una vasta gamma di questioni di ordine etico ed umanitario relative ai conflitti armati (in particolare il problema dei bambini soldato, i crimini di guerra, la questione dei prigionieri di guerra e delle persone disperse). Uno degli obiettivi di questo programma è quello di sensibilizzare gli studenti sulla necessità delle norme umanitarie e suscitare un interesse ed una partecipazione responsabile nei confronti degli avvenimenti locali ed internazionali.

Il "campus virtuale del programma EDU" offre una grande varietà di risorse pedagogiche in lingua inglese, tra cui moduli didattici, workshop, video formativi ed un forum di discussione. Il materiale didattico potrà essere scaricato in inglese, francese, russo e spagnolo all'indirizzo www.ehl.icrc.org

Per ulteriori informazioni contattare: Claudia McGoldrick, CICR Ginevra, tel. +41 22 730 2063 or +41 79 217 3216

Tratto dal sito internet del Comitato Internazionale della Croce Rossa: http://www.icrc.org/web/eng/siteeng0.nsf/html/virtualcampus.news.020407

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

4- SCARICA L'ALLEGATO


Invito sabato 5 maggio 2007 ore 10,00
Castiglione delle Stiviere  Sala Consigliare Sede Municipale Via Cesare Battisti 4
Presentazione del libro “DON LORENZO BARZIZA – Cattolicesimo Sociale e radici della Croce Rossa”
A cura di Costantino Cipolla e Stefano Siliberti

Interviene, oltre ai curatori, il Delegato Nazionale per la Storia della CRI Prof.Paolo Vanni

Si prega di dare ampia diffusione dell'iniziativa, grazie.

 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.