Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 292 del 21 Novembre 2006 Stampa E-mail
mercoledì 22 novembre 2006

18 Novembre 2006

nr. 292

Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------
 
Tratto dal sito on line del Corriere della Sera  -

Martedi 21 Novembre 2006, aggiornato alle 16:47

  

Lo riportano le agenzie di stampa citando fonti palestinesi

Gaza: rapiti due cooperanti italiani

Marco Onorato e Claudio Moroni sono impiegati della Croce Rossa, che conferma il rapimento. Sono stati prelevati a Khan Yunes

 

 

GAZA - Gian Marco Onorato (capo delegazione) e Claudio Moroni (psicologo), due cooperanti della Croce rossa italiana (CRI), sono stati rapiti intorno alle 15,30 (un'ora in meno in Italia) nella Striscia di Gaza dove erano giunti martedì. Un'agenzia di stampa palestinese riporta che l'auto dei rapitori è già stata trovata.

 
Aggiornamento:
Rilascio delegati CRI: Barra, risultato sperato
Roma 21-11-2006
 

 

Grati a tutti coloro che hanno contribuito alla liberazione 21 novembre 2006

(87/06) “Apprendiamo con soddisfazione l’ufficialità del rilascio dei due delegati internazionali della Croce Rossa Italiana Gianmarco Onorato e Claudio Moroni. Ci si è mossi tutti molto bene, in maniera seria e coordinata, collaborando insieme Autorità italiane, Croce Rossa Italiana, Comitato Internazionale e Autorità palestinesi”. Lo ha affermato il Presidente Nazionale della CRI, Massimo Barra, immediatamente dopo la notizia del rilascio dei due operatori umanitari CRI. “Il coordinamento ha ottenuto il risultato sperato” ha aggiunto Barra.

“Siamo grati a tutti coloro che hanno contribuito alla liberazione dei due operatori CRI. In particolare desideriamo rivolgere un sentito ringraziamento al Ministro degli Esteri, Massimo D’Alema, che ha sostenuto, fin dal primo momento, la nostra speranza”. (ft)

 Visualizza i comunicati stampa su cri.it

 
 
 

«I due rapiti lavorano in uno dei nostri tre centri psicosociali nella Striscia di Gaza», ha detto il presidente della Cri, Massimo Barra. «Le famiglie sono state avvertite». Il programma umanitario seguito dai due italiani è realizzato in accordo tra la Croce rossa internazionale e le autorità umanitarie locali, palestinesi e israeliane. 
Sono stati prelevati dalla loro auto con i distintivi della Croce Rossa «ben riconoscibili», ha precisato Simon Schorno, portavoce della Comitato internazionale della Croce Rossa, sulla strada tra Gaza City e Khan Yunes. Poco dopo la Cri ha confermato il rapimento, e infine la conferma è giunta anche da parte della Farnesina, che ha attivato l'Unità di crisi. Il ministro degli Esteri Massimo D'Alema ha detto di essere «costentemente informato» dalla Farnesina. D'Alema, si legge in una nota della Farnesina, «ha dato istruzioni di attivare tutti i possibili canali per ottenere al più presto la liberazione dei nostri connazionali, avviando anche personalmente adeguate iniziative».

 

Secondo le prime informazioni

Onorato (nato a Milano ma abita da anni in Germania) e Moroni (lombardo di Busto Arsizio) si trovavano presso Khan Yunes, a sud di Gaza, quando un'automobile ha sbarrato loro la strada. Negli ultimi mesi sono stati rapiti a Gaza numerosi stranieri, specie cooperanti e giornalisti. Di solito i sequestri si sono risolti in poco tempo con la liberazione degli ostaggi. Il rapimento dei due italiani segue di poche settimane il sequestro di Roberto Villa, un cooperante spagnolo rapito lo scorso 30 ottobre a Deir al-Balah. L'anno scorso era stato sequestrato per alcune ore anche l'inviato del Corriere della Sera Lorenzo Cremonesi.

 

Il ministero dell'Interno palestinese

ha decretato lo stato di massima allerta nella zona a sud di Gaza dove sono stati rapiti i due italiani. «Siamo determinati a liberarli, recuperandoli sani e salvi», ha detto Khaled Abu Hillal, il portavoce del ministero. «Si tratta di un gesto criminale, assolutamente in contrasto con la legge palestinese» ha sottolineato il funzionario.

 

21 novembre 2006

 

Visualizza gli approfondimenti su critrentino.it

 

 

 

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.