Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 256 dell'8 Maggio 2006 Stampa E-mail
lunedì 08 maggio 2006

8 Maggio 2006
nr. 256

Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------

1- 8 maggio Giornata mondiale del Movimento della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

di M.Grazia Baccolo

 

2- Tratto dal sito web del CICR - 16 Aprile 2006”Chad: il CICR assite i feriti ed i detenuti in seguito ai recenti scontri”
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

 

8 maggio Giornata mondiale del Movimento della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

 

Ieri dopo avere partecipato alla due giorni di  Convegno a Pesaro su " Il ruolo della Croce Rossa nelle politiche sull'immigrazione"  ho visitato a Senigallia la bellissima mostra fotografica "La Croce Rossa e la Guerra" nell'opera fotografica di Giorgio Pegoli, organizzata dal Comitato Locale. Riporto qui la presentazione del catalogo a firma di Massimo Barra, Presidente Nazionale:

 

"La capacità di testimoniare, unita ad una forte valenza evocativa, fanno delle immagini uno strumento particolare di conoscenza, capaci di rendere con immediatezza e al contempo di interpretare una realtà. Quelle raccolte da Giorgio Pergoli con grande sensibilità ed efficacia per questa mostra mi hanno permesso di ripercorrere con la mente e col cuore alcuni dei momenti più significativi - talvolta drammatici - della storia recente e della vita della Croce Rossa, e di riviverne vicende, spirito ed emozioni.

Il mio più profondo ringraziamento va all'autore per questo prezioso momento e per l'importante contributo di esperienza e di professionalità che ha voluto offrire per la realizzazione dell'iniziativa e a tutti quanti hanno voluto promuoverla, realizzarla e svilupparla in una pubblicazione. L'idea di presentare in un catalogo ed accompagnare le immagini con le norme e i principi che costituiscono la base giuridica ed etica della Croce Rossa fa di questo volumetto un prodotto originale e versatile, capace di rinnovare le motivazioni dei volontari, ma anche di introdurre chi non ha - o non ha ancora - esperienza dell'universo umanitario allo spirito che lo anima e alle norme che lo regolano.

Il mio sincero augurio è dunque che questa iniziativa possa raggiungere il maggior numero di persone, in particolare di giovani, la cui identità potrà essere costruita in modo più solido e consapevole se basata sui valori della solidarietà, della partecipaziopne, dell'impegno.

La storia e i volti di queste pagine ci riportano alle intense e straordinarie esperienze di sogfferenza e di umanità, raccontando con grande efficacia un mondo che la Croce Rossa vuole continuare a vivere, condividere e impegnarsi a rendere migliore."

 

E' questo un invito, per chi ne ha la possibilità, di recarsi a Senigallia per vedere questa bellissima mostra. Il reporter di guerra Pegoli, non è un inviato a documentare l'attività della Croce Rossa, ma nei suoi viaggi, svolti nell'arco di decenni, si è imbattuto nelle attività che la Croce Rossa ha svolto nei confronti delle vittime.La Croce o la Mezzaluna sempre è stata, ed è,  presente in questi drammatici teatri di conflitto.

 

Poi nella visita alla sede del Comitato Locale, un piccolo quadretto attira la mia attenzione, è una frase di Madre Teresa di Calcutta che mi sembra perfetta da dedicare a tutta la gente che con entusiasmo lavora perchè anche gli altri stiano meglio.... e quindi anche alla gente di Croce Rossa. Quella frase dice così:

 

"Quello che sorprende gli altri, non è tanto quello che facciamo,

ma il vedere che ci sentiamo felici di farlo e sorridiamo facendolo"

 

Buon 8 maggio a tutti, donne e uomini di Croce Rossa.

 

M.Grazia Baccolo

 

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

2-

16 Aprile 2006
”Chad: il CICR assite i feriti ed i detenuti in seguito ai recenti scontri”

Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

N'Djamena (CICR) - I combattmenti avvenuti tra l'Esercito del Chad e le forze ribelli, all'interno dei  confini della capitale N'Djamena, lo scorso 13 Aprile hanno lasciato centinaia di persone ferite o    detenute, e molte altre morte.


Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), in stretta collaborazione con la Croce Rossa del Chad e la Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha incrementato le proprie attività d'emergenza in favore dei feriti e dei detenuti provocati dai combattimenti.

I volontari della Croce Rossa del Chad hanno lavorato senza sosta, spesso in condizioni durissime, per evacuare 83 feriti verso i due ospedali di riferimento della capitale. Ad oggi, i volontari hanno raccolto e sepolto 55 cadaveri con il supporto materiale del CICR e della Federazione Internazionale. Squadre di volontari continuano l'assistenza negli ospedali a rotazione, prestando i primi soccorsi ai feriti che arrivano.

Il CICR, prontamente, ricorda a tutte le parti in conflitto del loro impegno ad attenersi strettamente alle norme ed ai principi del Diritto Internazionale Umanitario, che risultano essere pienamente applicabili all'attuale contesto delle ostilità.

L'organizzazione ha inoltre contattato le autorità per assicurarsi che avrebbe avuto accesso a tutti i detenuti e a tutte le strutture carcerarie, e che sia i detenuti che i feriti avrebbero ricevuto assistenza e protezione in base alle loro necessità. Poco dopo il termine dei combattimenti, il CICR ha visitato circa 240 detenuti, di 80 risultavano gravemente feriti. In cooperazione con il Ministero della Difesa, è stato predisposto il trasferimento dei feriti presso l'ospedale militare, dove hanno ricevuto cure mediche adeguate. Il CICR ha inoltre fornito cibo, sapone, materassi e lenzuola a tutti i detenuti che ha visitato.

 Il CICR ha reso disponibile personale sanitario e ha fornito l'assistenza tecnica ed i rifornimenti (tende, materassi e lenzuola) richiesti dall'ospedale militare per ospitare un flusso in entrata di oltre 350 feriti. Dietro suggerimento del rappresentante diplomatico cubano a Ginevra, si è raggiunto un accordo per permettere a nove medici cubani attualmente in Chad di coadiuvare il trattamento dei pazienti presso i due ospedali di riferimento della capitale N'Djamena, dove era urgentemente richiesto ulteriore personale medico.

Il CICR opera sin dal 1978 in Chad, dove attualmente impiega circa 100 persone, inclusi 20 espatriati.


http://www.cicr.org/Web/eng/siteeng0.nsf/iwpList578/60CF8C9303C56A78C12571520036E240

 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.