Home

Area Riservata






Password dimenticata?

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission


n° 254 del 21 Aprile 2006 Stampa E-mail
venerdì 21 aprile 2006

21 Aprile 2006
nr. 254

Notiziario

Sito web www.caffedunant.it


----------------------------------------------------------------------------------
 
 

Nota

 

Caffè Dunant riprende le pubblicazioni con un nuovo sistema e con un nuovo sito. Oggi è la vigilia degli esami di selezione all’ammissione al Corso Nazionale Istruttori DIU che si terrà domani e dopodomani a Roma per  centinaia di persone di buona volontà, appartenenti a tutte le componenti della Croce Rossa Italiana. A tutti loro va il nostro incoraggiante pensiero, con molta simpatia.

M.Grazia Baccolo

 

 

Sommario:


1- CICR News nr. 06/18 del 19 aprile 2006

“Bogota: il CICR offre i suoi servigi per trasportare dei membri dell’ELN”

Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

 

2 - CICR News nr. 06/19 19 aprile 2006

“Pakistan: le iniziative del CICR per rilanciare la produzione agricola nella zona del terremoto “

Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

 

 

3 - 16 Aprile 2006  -  Tratto dal sito web www.icrc.org 

“Chad: il CICR assite i feriti ed i detenuti in seguito ai recenti scontri”
N'Djamena (CICR) - I combattimenti avvenuti tra l'Esercito del Chad e le forze ribelli, all'interno dei confini della capitale N'Djamena, lo scorso 13 Aprile hanno lasciato centinaia di persone ferite o detenute, e molte altre morte.
 Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

 

4 - 08 aprile 2006

"Esplorando il Diritto Umanitario" nel mondo arabo: quarto incontro  regionale a Tunisi
Il quarto incontro regionale sul programma formativo "Esplorando il  Diritto Umanitario" (EHL) si è svolto a Tunisi dal 3 al 7 Aprile 2006  a cura del Ministero dell'Educazione e della Formazione e del  Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC),con il supporto  della Lega Araba.
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

 

5 - Anniversario 140° Corpo Militare della Croce Rossa Italiana 1866-2006

5 maggio 2006 Piazza SS.Annunziata  a FIRENZE

Riceviamo da Riccardo Toti

1-

CICR News nr. 06/18 del 19 aprile 2006

“Bogota: il CICR offre i suoi servigi per trasportare dei membri dell’ELN”

Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

 

Su richiesta dei responsabili della “Casa della Pace”, che sostiene il processo di pace intrapreso dal governo colombiano e dall’Armata di Liberazione Nazionale (Ejército de Liberaciòn Nacional, ELN)  con l’approvazione dei governi della Colombia e del Venezuela, il CICR ha offerto i suoi servigi per accompagnare, il 17 aprile, il rappresentante dell’ELN, Antonio Garcìa, e un membro di questa organizzazione, Pedro Ramòn Duràn Delgado, dalla città di Caracas fino alla “Casa della Pace”, situata presso Medellìn.

 

Rappresentanti ufficiali della Svizzera, Norvegia e della Spagna, che appoggiano il processo di pace, così come il governo venezuelano, e cittadini colombiani partecipano al viaggio.

 

L’aereo e l’elicottero utilizzati per effettuare il viaggio sono stati noleggiati dai responsabili della “Casa della pace”; verranno debitamente segnalati dell’emblema della croce rossa.

 

E’ previsto che il ritorno si svolga nello stesso modo.

 

Informazioni complementari:

Yves Heller, CICR Bogota

Marco Jiménez, CICR Ginevra

oppure sul sito www.cicr.org

 

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

2-

CICR News nr. 06/19 19 aprile 2006

“Pakistan: le iniziative del CICR per rilanciare la produzione agricola nella zona del terremoto “

Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

 

Il sisma del 8 ottobre che ha colpito la parte del Cachemire sotto l’amministrazione pakistana ha distrutto numerose risorse agricole, precisamente degli utensili, delle sementi e degli animali. Per aiutare l’economia locale a riprendersi, il CICR porta sementi e utensili via elicottero e via strada, per distribuirli a 30.000 famiglie. Si tratta delle sementi seguenti: mais: 750.000 Kg.; cipolle, pomodori, carote, peperoni e spinaci, rispettivamente 600 Kg okra, 3000 Kg così come 450.000 Kg. di fertilizzante. In oltre, ogni casa riceverà utensili per la semina e il raccolto.

 

Nella zona del Cachemire sotto l’amministrazione pakistana, l’agricoltura è uno dei pilastri del modo di vita tradizionale e il CICR spera che questa operazione, che deve essere terminata entro fine aprile, aiuterà la popolazione locale a divenire autosufficiente.

 

Informazioni complementari:

Layla Berlemont Shtewi, CICR Islamabad

Rashad Akhundov, CICR Muzaffarabad

 

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

3-

16 Aprile 2006

Tratto dal sito web www.icrc.org

”Chad: il CICR assite i feriti ed i detenuti in seguito ai recenti scontri”
N'Djamena (CICR) - I combattimenti avvenuti tra l'Esercito del Chad e le forze ribelli, all'interno dei confini della capitale N'Djamena, lo scorso 13 Aprile hanno lasciato centinaia di persone ferite o detenute, e molte altre morte.

 Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly


Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), in stretta collaborazione con la Croce Rossa del Chad e la Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha incrementato le proprie attività d'emergenza in favore dei feriti e dei detenuti provocati dai combattimenti.

I volontari della Croce Rossa del Chad hanno lavorato senza sosta, spesso in condizioni durissime, per evacuare 83 feriti verso i due ospedali di riferimento della capitale. Ad oggi, i volontari hanno raccolto e sepolto 55 cadaveri con il supporto materiale del CICR e della Federazione Internazionale. Squadre di volontari continuano l'assistenza negli ospedali a rotazione, prestando i primi soccorsi ai feriti che arrivano.

Il CICR, prontamente, ricorda a tutte le parti in conflitto del loro impegno ad attenersi strettamente alle norme ed ai principi del Diritto Internazionale Umanitario, che risultano essere pienamente applicabili all'attuale contesto delle ostilità.

L'organizzazione ha inoltre contattato le autorità per assicurarsi che avrebbe avuto accesso a tutti i detenuti e a tutte le strutture carcerarie, e che sia i detenuti che i feriti avrebbero ricevuto assistenza e protezione in base alle loro necessità. Poco dopo il termine dei combattimenti, il CICR ha visitato circa 240 detenuti, di 80 risultavano gravemente feriti. In cooperazione con il Ministero della Difesa, è stato predisposto il trasferimento dei feriti presso l'ospedale militare, dove hanno ricevuto cure mediche adeguate. Il CICR ha inoltre fornito cibo, sapone, materassi e lenzuola a tutti i detenuti che ha visitato.

Il CICR ha reso disponibile personale sanitario e ha fornito l'assistenza tecnica ed i rifornimenti (tende, materassi e lenzuola) richiesti dall'ospedale militare per ospitare un flusso in entrata di oltre 350 feriti. Su suggerimento del rappresentante diplomatico cubano a Ginevra, si è raggiunto un accordo per permettere a nove medici cubani attualmente in Chad di coadiuvare il trattamento dei pazienti presso i due ospedali di riferimento della capitale
N'Djamena, dove era urgentemente richiesto ulteriore personale medico.

Il CICR opera sin dal 1978 in Chad, dove attualmente impiega circa 100 persone, inclusi 20 espatriati.

 

Il testo originale al link: http://www.icrc.org/Web/Eng/siteeng0.nsf/htmlall/6NWDPD

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

4-

08 aprile 2006

Tratto dal sito www.icrc.org
"Esplorando il Diritto Umanitario" nel mondo arabo: quarto incontro  regionale a Tunisi
Il quarto incontro regionale sul programma formativo "Esplorando il  Diritto Umanitario" (EHL) si è svolto a Tunisi dal 3 al 7 Aprile 2006  a cura del Ministero dell'Educazione e della Formazione e del  Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC),con il supporto  della Lega Araba.

Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

Hanno preso parte all'incontro 46 rappresentanti provenienti dai  Ministeri dell'Educazione di 12 paesi arabi, 4 Società Nazionali  della regione e del CICR.

L'obiettivo principale era quello di valutare i progressi  nell'attuazione del Diritto Umanitario nel mondo arabo. I  partecipanti hanno sottolineato la necessità di includere il  programma nel curriculum di tutti i paesi arabi. Le Nazioni unite  sono state interpellate per promuovere il programma ed applicarne i  principi, in modo particolare le attività extra-curriculari con i  giovani.

Il CICR ha enfatizzato  il fatto che le autorità di ogni paese dovevano fare  proprio il programma, trovandosi nella posizione migliore per  assicurarne il successo. Allo stesso tempo il CICR era preparato a  sostenerne lo sviluppo, laddove il lavoro procedesse come auspicato,  e per fornire ulteriore aiuto ovunque si manifestassero difficoltà  nell'avvio del programma.

L'incontro è stato anche un'opportunità, per quindici studenti  elementari tunisini, per presentare una rassegna di copertine di  riviste riguardanti conflitti armati in tutto il mondo e un gioco per illustrare la sofferenza dei civili coinvolti in conflitti armati.

Il CICR ha già organizzato incontri del genere, con il supporto della  Lega Araba, a Rabat (2002), Amman (2003) ed Il Cairo (2005).

Il programma "Esplorando il Diritto Umanitario" del CICR ha  l'obiettivo di permettere agli adolescenti dai 13 ai 18 anni di  familiarizzare con le regole fondamentali del Diritto Internazionale 
Umanitario. Il programma aiuta gli studenti ad applicare i principi  umanitari nella loro vita di tutti i giorni ed ad fornire un punto di  vista per osservare gli avvenimenti che accadono nel loro paese e  all'estero. Consiste in 30 ore di attività educative, utilizzando  metodi didattici interattivi facilmente adattabili a contesti  diversi. Il programma è solo una delle tante attività che hanno lo  scopo di prevenire, o almeno limitare, le violazioni del Diritto  Internazionale Umanitario.

Il testo originale al link:
http://www.icrc.org/Web/Eng/siteeng0.nsf/htmlall/tunisia-news-080406


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ò

 

5-

Anniversario 140° Corpo Militare della Croce Rossa Italiana 1866-2006

5 maggio 2006 Piazza SS.Annunziata  a FIRENZE

Riceviamo da Riccardo Toti

 

COMUNICATO STAMPA

Verrà inaugurata il prossimo 5 maggio, nella splendida cornice di piazza SS.Annunziata a Firenze, la Rassegna Storica del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana (CMCRI) quale principale manifestazione nell’ambito delle celebrazioni del 140° anniversario della sua costituzione avvenuta, il 10 giugno 1866, con la Circolare Ministeriale n.2146 che facendosi interprete della gratitudine del Paese e degli stessi organismi militari per l’impegno della nascente CRI ammetteva la formazione di Squadre Volontarie d’Ambulanze al seguito dell’Esercito, formate da Ufficiali Sanitari e da Infermieri assoggettati agli ordini e alla disciplina di questo ultimo. Da allora la CRI, per l’espletamento dei suoi servizi sia in tempo di pace che negli eventi bellici, dispone di un Corpo Militare che in base a precise normative e in osservanza delle Convenzioni Internazionali, è Ausiliario delle FF.AA.

Articolato territorialmente su una serie di Centri di Mobilitazione che curano l’addestramento del personale, per lo più in congedo, con corsi teorico-pratici, e l’efficienza dei moderni mezzi d’intervento sanitario di cui è dotato, il Corpo è fiero di una storia che, come sottolinea il Comandante dell’VIII Centro di Mobilitazione di Firenze, Maggiore Giampiero ALESSANDRO, ha visto il CMCRI operare dovunque, sia sul territorio nazionale che all’estero, sempre e prontamente in soccorso a chi è stato colpito dalle più gravi calamità: “Fra le missioni più recenti — afferma il Magg. Alessandro - ricordo quella nello Sri Lanka, fin dai giorni immediatamente successivi allo Tsunami, e in Pakistan, a fianco delle popolazioni martoriate dal terremoto”.

La testimonianza delle vicende storiche del Corpo inizia con la presenza nel corso della III Guerra d’Indipendenza e quindi su tutti i fronti, accanto ai militari feriti, ai malati e ai prigionieri, in soccorso alle popolazioni sofferenti per gli orrori della guerra, fino ai tempi d’oggi, negli ospedali di Bagdad e Al Nassirya, negli emirati Arabi e in Eritrea.

In questa ricorrenza del 140°, che è dunque grandemente significativa, l’VIII Centro di Mobilitazione di Firenze proporrà una serie di manifestazioni, sia per far conoscere meglio la propria realtà e il proprio passato, ma anche quali sono i propri mezzi, le attrezzature e i materiali.

PROGRAMMA

La Rassegna di piazza SS.Annunziata, che sarà aperta dalle 9 alle 19 dal 5 fino al 21 maggio, verrà presentata alle 11.00 dello stesso 5 maggio nel “Salone Brunelleschi” presso l’Istituto degli Innocenti alla presenza delle varie Autorità, anche nazionali, e riguarderà la storia del Corpo Militare CRI dalle origini fino al 1966, cioè al suo centesimo anno. Sempre dal 5 al 7 maggio, nella stessa sede, verranno presentati i mezzi, le attrezzature e le strutture campali del CMCRI attualmente in uso, fra le quali il 3° Nucleo Sanitario di Pronto Impiego e il Nucleo di Decontaminazione e Bonifica NBCR di recentissima acquisizione. L’inaugurazione di questa seconda rassegna avverrà subito dopo quella della mostra storica.

Contemporaneamente, sempre in piazza SS.Annunziata, verrà allestita una “Cittadella della CRI” dove i visitatori potranno conoscere anche le altre componenti volontaristiche dell’Ente e sottoporsi gratuitamente a vari controlli sanitari.

Sempre il 5 maggio un Ufficio PT distaccato effettuerà, nell’area della Santissima, uno speciale annullo filatelico celebrativo della CRI.

Verrà inoltre presentato un libro sulla storia del Corpo Militare della CRI .

A conclusione, il 2 giugno, nel centro storico della città, si terrà un concerto della Banda Militare del CMCRI.

INVITO A CONFERENZA STAMPA

I giornalisti destinatari del presente comunicato sono invitati ad una conferenza stampa che si terrà il prossimo mercoledì 26 aprile alle ore 11.00 presso l’VIII Centro di Mobilitazione di Firenze in Via dei Massoni n. 19. Seguirà un aperitivo.

Per facilitare la presenza alla Conferenza Stampa un mezzo del Corpo Militare sarà a disposizione dei giornalisti, per il trasferimento all’VIII Centro, fin dalle ore 10,30 dello stesso 27 aprile da Piazza Savonarola lato chiesa. Si prega di confermare  la propria presenza telefonando al Cap. com. CRI Riccardo TOTI  055-400933  /  329-2260143 e mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ;  Addetto Stampa: G.PANZANI 338-2115577
 
< Prec.   Pros. >

Annunci

GORIZIA 3 febbraio 2018 dalle ore 8,30 alle ore 17,30

Università degli Studi di Trieste sede di GORIZIA

Aula Magna Corso di Laurea Scenze Internazionali e Diplomatiche  Via Alviano 18 Gorizia

Giornata di Studio sul

"Diritto Internazionale Umanitario nel terzo millennio: diplomazia umanitaria e International Disaster Law"

Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

In allegato pieghevole esplicativo e modulo iscrizione

Comunicato dalla Presidenza CRI Gorizia 

 

PDF
 

Iscriviti

 

Totale iscritti: 1016

Scuole al museo

scuole
amici del museo croce rossa castigione stiviere
 
museo-oltre
Convegno SISM e CRI

Climate Center

CRIVIDEO - SEZIONE DIU

IIHL

IIHL

Int. Tracing Service

its

Darfur Blog

darfur

Sostieni la CRI

Syndicate

WebStaff

Get Firefox!
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.