Home arrow Bacheca arrow Libri - CD - DVD - Video arrow Archivio Libri di Croce Rossa

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

Archivio Libri di Croce Rossa Stampa E-mail
giovedì 20 aprile 2006

******************************************************************************************   

 I libri si possono trovare nelle migliori librerie.

Alcuni libri possono essere acquistati anche presso il BOOKSHOP del museo di Castiglione delle Stiviere. Per avere la lista delle pubblicazioni disponibili al museo vedi il link sottostante:

 

******************************************************************************************     

Picciaredda S.
Diplomazia umanitaria - La Croce Rossa nella seconda guerra mondiale
Il Mulino - Biblioteca storica
pp. 320 , € 22,00


user posted image

 

Ecco qui sotto la recensione che trovate sul sito dell'editore:

Luci e ombre dell'intervento umanitario: una storia ancora da scrivere.
Il Comitato internazionale della Croce Rossa è nato con la missione di salvaguardare, nella tempesta della guerra, i diritti e la dignità dell'uomo. Di chi è fatto prigioniero, dei civili, dei perseguitati per motivi politici, religiosi o razziali, di tutte le vittime del conflitto. La Seconda guerra mondiale ha rappresentato, per la più importante organizzazione umanitaria internazionale, un banco di prova decisivo. Mai in passato le popolazioni civili erano state così coinvolte nelle ostilità. Questo libro indaga il ruolo svolto dalla diplomazia umanitaria del Comitato, forte solo della propria imparzialità e neutralità, e del prestigio del simbolo della Croce Rossa, nella guerra totale. Il Comitato doveva garantire che i prigionieri di guerra fossero trattati umanamente. Ma tra il 1939 e il 1945 le categorie di vittime da difendere si moltiplicarono: civili e militari polacchi ridotti in schiavitù, prigionieri sovietici destinati allo sterminio, ebrei deportati nei campi di concentramento, internati militari italiani, partigiani, popolazioni colpite dai bombardamenti. Come intervenire? Denunciando i crimini di cui sono oggetto le vittime o cercando con discrezione spazi e possibilità di soccorso? Quale atteggiamento tenere di fronte alla Shoah e ai crimini di guerra nazisti? E' il dilemma umanitario della Seconda guerra mondiale, con il quale si confrontarono quanti - come la Croce Rossa e la Santa Sede - intesero agire in favore di coloro che erano toccati dalla violenza. Ciò richiese un rapporto stretto e intenso con i belligeranti, a cominciare dalla Germania di Hitler. Il Comitato ginevrino ha tentato di mettere in pratica, con realismo e tenacia, questo compito umanitario attraverso un impegno concreto, sistematico, contro i frutti della guerra. Non ha contestato la guerra, ma ne ha combattuto e curato le conseguenze. La sua storia rappresenta una pagina umanitaria e umana in questo nostro, per tanti aspetti, "secolo inumano".

 ******************************************************************************************

 La Croce Rossa Italiana, l'epopea di una grande istituzione",

di Mario Mariani 

edito da Mondadori per la Collana "Le Scie".

 

Si tratta della prima e completa ricostruzione della storia dell'Associazione, dalle origini ai giorni nostri, inquadrata nel più generale contesto storico e sociale del Paese.
Una delle più importanti e stimate istituzioni internazionali nacque da un'idea semplice ma rivoluzionaria: aiutare i feriti di guerra indipendentemente dalla loro nazionalità o fazione. Se nei conflitti contemporanei questo principio sembra scontato, nell'Ottocento non veniva nemmeno preso in considerazione e molti feriti erano destinati a morte certa.

Fu un uomo d'affari ginevrino, Henry Dunant, di fronte al massacro di Solferino, a denunciare le inutili sofferenze di tanti soldati e a fondare nel 1863 il Comitato internazionale per il soccorso ai militari feriti in guerra. Un anno dopo, la Convenzione di Ginevra, con l'appoggio di numerosi Paesi tra cui l'Italia, garantì uno status particolare a chi operava sotto il simbolo della croce Rossa.
Nel 1866, con la Terza guerra d'indipendenza, ci fu il battesimo del fuoco per l'Associazione italiana della Croce Rossa, che riuscì a rendere operative quattro squadriglie di ambulanze. Il periodo tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento è segnato da due svolte epocali: l'apertura alle donne, con la creazione di sezioni femminili, e i primi interventi in tempo di pace (in Calabria per il terremoto del 1905, a Napoli per l'eruzione del Vesuvio dello stesso anno, a Reggio Calabria e Messina per il tragico sisma del 1908). Dopo il prezioso contributo di assistenza fornito nella Prima guerra mondiale, in particolare dal Corpo delle infermiere volontarie, la CRI si occupa di tutte le emergenze postbelliche: dalla lotta alla tubercolosi alle campagne antimalariche nelle zone di bonifica, dal soccorso all'infanzia alla propagazione delle più elementari norme igieniche. Con lo scoppio del secondo conflitto mondiale, che per la prima volta vede colpita massicciamente la popolazione civile, il ruolo della Croce Rossa diviene fondamentale. Gli anni successivi, caratterizzati da grandi interventi in occasione di calamità naturali (come l'inondazione del Polesine del 1951, il disastro del Vajont del 1963 e l'alluvione di Firenze del 1966) e da attività capillari come le campagne per la raccolta del sangue, l'organizzazione di posti di pronto soccorso e di un autoparco di ambulanze, registrano purtroppo alcuni episodi di corruzione e di illeciti finanziari. Il momento di difficoltà viene superato attraverso la rivalutazione dell'originale componente volontaria e delle realtà locali lontane dalla burocratizzazione centrale. Ricostruendo, sulla base di un imponente apparato documentario, il glorioso percorso della Croce Rossa italiana dalla fondazione a oggi, Mario Mariani ci offre una lettura da una prospettiva del tutto inedita della storia del nostro paese.

L’autore, Mario Mariani (Savona 1933), ha collaborato come critico letterario e studioso di storia contemporanea a importanti quotidiani e riviste – tra cui “Erasmo”, periodico della Croce Rossa Italiana – e a programmi della RAI.

 

 ******************************************************************************************

Marcel Junod

Il Terzo Combattente
Dall’Iprite in Abissinia alla bomba atomica di Hiroshima


A cura di Elio Distante, Paolo Vanni e Raimonda Ottaviani

Collana Salute e Società -
Franco Angelo Editore, 2006
Pagg. 276 - Prezzo 20 euro

Si può richiedere al Museo Internazionale della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere.

La quarta di copertina:

Marcel Junod, medico chirurgo (1904-1961) è stato un delegato del Comitato Internazionale di Croce Rossa di Ginevra che può essere considerato un modello nella storia dell’istituzione.
Nell’ultima parte della sua vita fu anche vice presidente del CICR. Morì il 16 giugno 1961, vittima di una grave crisi cardiaca, mentre assisteva un paziente. Questo libro è il suo diario da “terzo combattente” (quello della pace) a partire dalla guerra di Abissinia fino all’immane tragedia dell’atomica di Hiroshima.

Questo diario, affascinante e potente nelle sue descrizioni di vita vissuta con la fede del medico e con quella assoluta del principio di Umanità, uno dei sette principi fondamentali di croce Rossa, è un libro per tutti. La sua lettura diviene poi imperativa per ogni individuo, sia religioso che laico, coinvolto in operazioni umanitarie, ma anche proficua per medici, infermieri, operatori sanitari, operatori di pace, giuristi e, naturalmente, per il personale di Croce Rossa e soprattutto per gli Istruttori di Diritto Internazionale Umanitario.



Curatori dell’opera:

Elio Distante, medico chirurgo, specialista in pediatria, fondatore della sezione di Storia della Medicina di Mesagne (BR), è autore di numerose pubblicazioni. Valente latinista, ha curato la traduzione dal latino e la divulgazione delle opere sulla peste e sulla medicina del suo tempo del conterraneo Epifanio Ferdinando.

Paolo Vanni, delegato nazionale per la storia della Croce Rossa, dirige l’Ufficio Storico della CRI – Regione Toscana. Ordinario di Chimica medica presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Firenze, è titolare dell’insegnamento di Storia della medicina presso la stessa Facoltà e nei Diplomi universitari degli ospedali di Empoli e Prato.

Raimonda Ottaviani  è medico laboratorista presso l’Ospedale di Torregalli e specialista in ematologia, è autrice di più di trenta articoli e due libri sull’argomento. E’ docente di Storia della medicina. Ha organizzato e partecipato agli ultimi Convessi della Società italiana di Storia della Medicina con alcune relazioni su temi diversi. E’ volontario del soccorso della Croce Rossa Italiana e fa parte dell’Ufficio Storico della Croce Rossa Italiana, Regione Toscana.  
 

 

******************************************************************************************

 

Henry Dunant
Un Ricordo di Solferino
Pagine 168, € 11
Editore Sometti

***versione speciale con immagini a colori edita per il Comune di Solferino*** 

 

user posted image

 

 

Versione riveduta e arricchita del famoso "Souvenir de Solferino" scritto dal fondatore della Croce Rossa nel 1862, ricordo della tragica e storica battaglia che portò alla nascita della CR Internazionale.

 ******************************************************************************************

 

Zurla Renato
Cuba, Albania, Iraq - Testimonianze di un medico della Croce Rossa Italiana
Edizioni Pontegobbo - Collana "Gli Specchi"
pp. 164 , € 15,00

user posted image

 

 

Dal Sito dell'editore:
L’opera ripercorre un tratto di vita umana e professionale di un medico volontario della Croce Rossa Italiana in missione umanitaria in Italia e all’estero: in Molise in occasione del terremoto, in un villaggio di Cuba, in un paese rurale dell’Albania del dopoguerra, nella guerra di Bagdad. Sono pagine intense e toccanti che descrivono le difficoltà e gli stati d’animo di un uomo maturo che si confronta con situazioni di guerra e di pace caratterizzate da forte impegno, da paure e perplessità di ogni tipo. Sono l’occasione inoltre di avvicinarsi alla realtà di una associazione di volontariato quale la Croce Rossa che è certamente nota ai più, ma che riserva sorprese molto interessanti e che val la pena di conoscere. 

 ******************************************************************************************

 UN VIVO CHE PASSA. AUSCWITZ 1943 - THERESIENSTADT 1944
di LANZMANN CLAUDE

Recensione:
Essere soprattutto due occhi e vedere, cercare di vedere al di là di ciò che gli veniva mostrato: questo era il compito di Maurice Rossel, delegato della Croce Rossa Internazionale cui fu concesso di visitare il campo di Auschwitz nel 1943 e, qualche mese dopo, il ghetto di Theresienstadt. Eppure questa intervista che egli ha rilasciato a Claude Lanzmann nel 1979 diventata un film autonomo, parla solo della sua cecità, del suo aver visto senza vedere.

 

****************************************************************************************** 

 

 Selvi Maria Federica
Il viaggio di un'idea
RAI-ERI
Data di edizione: 2004, pagine 159, prezzo: 12 euro

 

 

Segmenti di memoria, nomi, date, luoghi. Ma la storia si intreccia alla passione e a scorci di magia. Maria Federica Selvi disegna con taglio moderno e incalzante un percorso di 140 anni di umanità. Ci sono impeti che ricordano il vento, ci sono fiaccole che non si spengono. Così è la Croce Rossa. Il viaggio di un'idea è un'occasione unica per avvicinarsi agli aspetti più diversi di una missione ininterrotta, qui presentata con una formula nuova. Il pretesto è un inconsueto "salotto" che si anima nello scompartimento di un Eurostar. Pagina dopo pagina, tra avventura e poesia, si guarda in faccia la morte e si ha meno paura della morte. Solferino-Falluja... È il viaggio di un'idea. In nome della vita.

 

******************************************************************************************

 Henry Dunant "Memorie" a cura di Paolo Vanni

 

 

user posted image


Un libro che tutte le donne e gli uomini di Croce Rossa dovrebbero leggere.
Il testo è frutto di uno studio e di un lungo lavoro fatto dal Prof.Bernand Gagnebin, di ricomposizione e interpretazione delle minute dei 90 vecchi quaderni di Henry Dunant, ritrovati dopo molti anni dalla sua morte, nell'archivio della biblioteca pubblica universitaria di Ginevra. Henry Dunant ha voluto lasciare una testimonianza la più precisa possibile dei fatti storici da lui vissuti, in una rivisitazione scritta tanto tempo dopo gli eventi. Con lettere e documenti citati nel suo racconto, carico di umanità, di passione e di spontaneità nonostante l'avanzata età, vuole provare che è proprio lui il promotore della Convenzione di Ginevra, il fondatore dell'Opera Internazionale della Croce Rossa. Sua è stata la capacità di trasmettere e di far applicare i concetti di Neutralità del soldato ferito e del soccorritore e quello di Imparzialità dell'azione di soccorso. Concetti che diventeranno poi parte fondamentale della base di tutte le Carte del Diritto Umanitario, dei Diritti Umani, delle Organizzazioni Umanitarie internazionali.

 

 

****************************************************************************************** 

 Donne nella Croce Rossa italiana tra guerre e impegno sociale di Bartoloni Stefania Ed. Marsilio

Il Corpo delle infermiere volontarie è forse quello più noto tra le componenti femminili della CRI, ma all'interno dell'istituzione la presenza di migliaia di donne appartenenti alle Sezioni femminili precede di quasi cinquant'anni quella delle crocerossine. Fin dal 1864, infatti, le Sezioni femminili hanno fatto parte integrante del progetto di assistenza ai feriti e di rafforzamento della CRI attraverso il reperimento di fondi, di materiale e di nuove adesioni. A questi compiti se ne sono aggiunti altri che hanno richiesto alle aderenti un adeguamento del lavoro sociale. Il passaggio dalla beneficenza a moderne forme di assistenza si è poi accompagnato all'esigenza di un'autonoma componente che nel 1955 ha assunto il nome di Comitato nazionale femminile.

 

 

 

******************************************************************************************  

"L'altra battaglia" Solferino e San Martino tra realtà e memoria. 161 pag.

Autrice Nina Quarenghi, 1999, Cierre Edizioni


 

 

Un evento bellico del Risorgimento viene ricostruito attraverso le voci di chi lo vive in prima persona e ne deve affrontare la immediate conseguenze, Le anonime scene di battaglia riportate dalla storia ufficiale si animano della presenza dei protagonisti del passato, soldati e civili che intrecciano le loro vite nella drammaticità del momento. Tra di essi spicca la figura di Henry Dunant che, sull'esperienza vissuta all'indomani della battaglia, maturerà l'idea del movimento internazionale della Croce Rossa. La società altomantovana, che risponde in modo vario agli eventi, rivela dinamiche complesse e talvolta contraddittorie. Un ambiente umano circoscritto diviene quindi laboratorio di verifica delle grandi linee della storia risorgimentale. L'evento bellico sopravvive grazie alle persone che, con intenti celebrativi e pedagogici, hanno creato sul territorio dei veri e propri "luoghi della memoria" finalizzati alla costruzione di una coscienza nazionale

 

******************************************************************************************   

 Storie da Kahbul

 

 

 Storie da Kabul "La posta in Afghanistan non funziona. Quando parti per un viaggio all'estero,
ti danno sempre un mucchio di lettere, di messaggi da recapitare. E altrettante telefonate da fare. In tutto il mondo. Per gli afgani che restano, la sola opportunità di contattare parenti e amici fuori
dal paese. L'ipotesi avrebbe potuto essere presa in considerazione, ma non ho mai voluto, ed eccoci arrivati a questo: cacciati fuori tutti. Ieri sera, 15 settembre 2001, a radio Shariat, la radio talebana, l'annuncio: "Gli stranieri lascino il paese, non possiamo garantire la loro incolumità"".
Alberto Cairo

 ******************************************************************************************   

"La pace delle cose" (2003) 128 pag. Autori Vari: Maria Teresa Letta, Paola Mazzocchi; Ennio Remondino, Gen.Carlo Cabigiosu, Paolo Benvenuti; Klodina; Giovanni Rocchi, Domenico Belingò e Anna Maria Cervo.

 

 

  La pace delle cose, ma non dell'uomo. Il presente volume è stato pubblicato grazie alla fiducia che la Professoressa Maria Teresa Letta ed il Commissario Avvocato Maurizio Scelli hanno concesso alla mia persona, e per la quale porgo Loro un sentito ringraziamento. Il lavoro. Nato grazie all'amico Salvatore che mi ha permesso di sfogliare il particolare album composto di disegni dei bambini che aveva in qualche modo aiutato durante la sua permanenza in Albania, è rimasto a lungo chiuso in un cassetto ed ora mi trovo a dover dargli "vita" in un momento particolare della nostra storia.
Mentre scrivo questa breve premessa mancano poche ore alle scadere dell'ultimatum imposto dagli Stati Uniti all'Iraq. La guerra torna nuovamente e terribilmente ad essere attuale. La guerra è ciò che ha scaturito la creazione dei disegni che potrete vedere sfogliando questa pubblicazione. Una guerra non più contemporanea: quella che dilagò nell'area Balcanica non molti anni or sono. Ma la guerrà è sempre attuale per le conseguenze che tutte le guerre comportano per i civili, per le famiglie dei soldati, per l'intera comunità. Attuali i volti delle persone che si preparano ad affrontare una guerra, che sembra oggi inevitabile.
Il linguaggio della pittura è universale: un carro armato, una casa in fiamme, la disperazione sul volto di un anziano, sono identici in tutte le guerre. Cambiano le mani che tratteggiano le immagini su un foglio di carta, il più delle volte stropicciato.
Stropicciato come l'esistenza delle persone in tempo di guerra.

 ******************************************************************************************   

 "Un ricordo di Solferino, Oggi "
A cura di Costantino Cipolla (*)
Autori vari: M.G.Baccolo, C.Bellavite Pellegrini, A.Bertolazzi, A.Bignotti, B.Bignotti, E.Botturi; M.Brignoli, M.Cavazza, R.Ottaviani, P.Polettini, D.Vanni, P.Vanni

 

 

 

 

Solferino è un piccolo borgo, che conta poco più di 2000 abitanti, sulle delicate ed affettuose colline che abbracciano da Sud il lago di Garda, dominato da secoli da un'imperiosa rocca medievale detta, per la posizione panoramica, la Spia d'Italia.
Qui, ebbero origine due eventi storici di grandissima importanza.
Qui, la goccia, che non si sarebbe più arrestata e che sarebbe arrivata a formare nel tempo l'Unità d'Italia, superò il crinale decisivo, il crinale dei crinali.
Qui, nacque l'idea che non si sarebbe più fermata e che successivamente sarebbe stata denominata Croce Rossa Internazionale.
Qui, detto altrimenti, sgorgò quella sorgente delle sorgenti che attraverso il genio e la passione di Henry Dunant avrebbe irrigato della sua idealità quasi tutte le nazioni del mondo.
Questo piccolo libro, di fronte a tanta grandezza storica, vuole contribuire, ed ha cercato di farlo in chiave storico-sociale, a queste ipotesi, riproponendo un'acribica, accanita, meticolosa lettura di quegli eventi e delle loro attuali conseguenze, giungendo a risultati che in qualche caso sono una vera e propria sfida al sapere consolidato su questi argomenti.

Questo libro è l'ideale approfondimento dell'originario "Un ricordo di Solferino" di Henry Dunant.


(*)Costantino Cipolla, ordinario di Sociologia della Salute presso l'Università degli Studi di Bologna, ricopre vari ruoli accademici e dirige la rivista Salute e Società, Angeli, Milano

  ******************************************************************************************  

Don Lorenzo Barziza, cattolicesimo sociale e radici della Croce Rossa”
a cura di Costantino Cipolla e Stefano Siliberti, editore Franco Angeli, su iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Castiglione delle Stiviere.
 
 
 

Il seguente brano è tratto dalla Prefazione del Vescovo di Mantova Mons. Egidio Caporello al libro “Don Loreno Barziza”

 

“(…..…) Onorato del titolo di Cavaliere della Legion d’onore di Francia, don Barziza espressamente motivava il suo impegno a soccorrere i feriti della sanguinosa guerra di Solferino con questa coscienza civica e cattolica. (…..)

            Meritano perciò di essere approfonditamente conosciute la sua ispirazione e la sua opera, oltre i titoli a lui accreditati. Ed è quanto si prefigge l’iniziativa del Comune di Castiglione, che ha promosso questa poderosa pubblicazione. I vari contributi rivelano l’impegno a far emergere dalle polverose carte d’archivio la sensibilità interiore dell’uomo-sacerdote, del docente in Seminario, del Confessore al Collegio delle Signore Vergini, e di tante altre cariche ricoperte a vario titolo; pur gracile di salute, si rivelava sempre disponibile sul terreno del possibile. Potendo ben capire chi soffre, dispiegò la sua operosità soprattutto nel momento vertice del soffrire umano: i dolorosissimi esiti di una guerra, motivata dalle bandiere di patria. Ma il soccorso, animato da don Barziza, si rivelò senza patrie: l’uomo precede ogni patria.

(……)”

 

 

 

Indice

 

Premessa, di Fabrizio Paganella e di Ermina Bongiorno Cheli                

Prefazione, del Vescovo di Mantova Mons. Egidio Caporello                   

Introduzione, di Costantino Cipolla                                                        

1. Profilo Biografico, di Stefano Siliberti 

2. Don Lorenzo Barzizza nella “cittadella ospedale”: alcune annotazioni, di Giorgio Ceci

3. Don Lorenzo Barziza. Rettore del Santuario di San Luigi e Confessore del Collegio delle Vergini di Gesù, di Umberto Paganella

4. La questione “Don Barziza”, di Paolo Vanni , Raimonda Ottaviani, Maria Grazia  Baccolo, Duccio Vanni                                               

5. L’attività di don Lorenzo Barziza come membro della Congregazione di Carità e Presidente della fabbriceria parrocchiale, di Raffaele Agostini

6. Don Lorenzo Barziza: dal pensiero religioso alla prassi sociale, di Matteo Bertaiola

7. Il cittadino Barziza, di Marilena Russo

Appendice Documentaria

Nota Metodologica, a cura di Matteo Bertaiola

 

Il libro (di circa 400  pagine) può essere acquistato presso il bookshop del Museo al prezzo di 25 euro cad.

 

 ******************************************************************************************  

 

Messina nella storia della Croce Rossa militare
Autore: Petrungaro Angelo   Editore: Intilla
1995 - STORIA - € 16,53 + € 5,00

 

Presentazione:
 
La città di Messina valutata nella sua valenza storica e umana. I suoi cittadini, orgogliosi e alteri, anticipatori del Risorgimento nazionale e antesignani della solidarietà.
Il nobile gesto dell'Ufficiale medico Ferdinando Palasciano e la nascita della Convezione di Ginevra e del Corpo Militare della C.R.I.
I militi della C.R.I. in soccorso per il terremoto del 1908.
L'Ospedale "Verona-Trento" durante la prima guerra mondiale.
L'ospedale per la cura specializzata "Cristo Re" durante la seconda.
Piccoli e grandi fatti vissuti a MESSINA e altrove, dal 1847 ad oggi, raccontati, con entusiasmo e amore per la città natia, da un ufficiale medico

 

 

 

 ******************************************************************************************   

 scintilla

 

Giorgio Ceci, Vice Delegato Nazionale alla Storia della Croce Rossa, commenta il libretto ''Croce Rossa, la scintilla di un'idea mondiale'' Ed. Zanotti : 

 

"Secondo me, non è un libricino, è un piccolo grande libro. E' stato pensato e realizzato tenendo conto che sarebbe andato in mano a bambini. Mi sembra resistente agli strapazzi, è gradevole agli occhi,  facile da leggere, le immagini sono immediate nella loro rappresentazione e viene voglia di copiarle, i colori sono gradevoli.

l'Idea nata nella mente di H. Dunant èespressa chiaramente e tale da essere ricordata facilmente. Gli avvenimenti, i luoghi, le persone, non si è dimenticato nulla. Chiarissima la rappresentazione della battaglia, il testo facile da leggere. Mi sono piaciuti gl'inserimenti in corsivo, danno l'impressione che l“ vicino a te ci sia qualcuno che pronunci quelle frasi.

Non si è dimenticato nulla, come già detto, lo schema della battaglia, un elenco sintetico dei tre Eserciti con i rispettivi comandanti, i morti, i feriti, una piantina delle due cittadine, Solferino e Castiglione delle Stiviere le cui genti (le donne, i ragazzi, don Barzizza) furono coinvolte in varie misure in quell'orrenda carneficina, con le indicazioni dei luoghi maggiormente coinvolti nella "sanguinosa" battaglia, senza dimenticare di quanto si fa ora per non dimenticare.

Indubbiamente èun lavoro destinato ai bambini, io credo per˜ che non sarebbe male se lo leggessero anche gli adulti, almeno le persone pigre. Io penso che andrebbe promossa la diffusione in modo massiccio. Se fosse possibile andrebbe promossa una campagna di diffusione in tutte le scuole: elementari, medie e forse anche superiori. La CRI a vario titolo, per addestrare al Primo Soccorso, parlare di Diritto internazionale umanitario, Protezione Civile, entra in molte scuole d'Italia, a questo proposito io ricordo che quando andavo a fare lezione proponevo l'acquisto di un fascicoletto sul Primo Soccorso, acquistabile con poche lire, io penso, a questo proposito, perchè non fare altrettanto con questo piccolo capolavoro? Una produzione massiccia potrebbe servire a contenere i costi di stampa.

Andrebbe venduto, in tutta Italia, durante la Settimana di Croce Rossa, e non solo."

 

 ******************************************************************************************   

 Azione umanitaria ed intervento umanitario. Pensiero umanitario e intervento in Gentili.
 Il parere del Comitato internazionale della Croce Rossa. Atti (1994)
Autore: non specificato   Editore: Giuffrè
1998 - DIRITTO - € 9,30
    
    
Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Autore: Pollard Michael   Editore: SEI
1995 - SOCIETA' - Scontato a € 3,88
    
    
Crocerossine. Storia delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana (Siracusa, 1908-1996)
Autore: Sciuto Rosa M.   Editore: Emarom
1996 - SCIENZE - € 15,00 + € 5,00
    
    
Crocerossine. Storia delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana (Siracusa, 1908-1996)
Autore: Sciuto Rosa M.   Editore: Emarom
1996 - SCIENZE - € 15,49 + € 5,00
    Il prodotto non può essere aggiunto al tuo carrello della spesa
    
Cuba, Albania, Iraq. Testimonianze di un medico della Croce Rossa Italiana
Autore: Zurla Renato   Editore: Pontegobbo
2004 - SOCIETA' - € 15,00
    
    
Diplomazia umanitaria. La Croce Rossa nella seconda guerra mondiale
Autore: Picciaredda Stefano   Editore: Il Mulino
2003 - STORIA - € 22,00
    
    
Ferdinando Palasciano. Il precursore della Croce Rossa
Autore: De Luca Camillo - Palasciano Giuseppe   Editore: Schena
1992 - SOCIETA' - € 10,33 + € 5,00
    
    
I Cappuccini e la Croce rossa italiana
Autore: Mauro Achille   Editore: Giannini
1987 - RELIGIONE - € 45,45 + € 5,00
    
    
Il corpo militare della Croce Rossa Italiana: in cammino per l'umanità
Autore: non specificato   Editore: Pagnini e Martinelli
2006 - SOCIETA' - € 30,00 + € 5,00
    
    
La Croce Rossa a Brescia
Autore: Leali Giuliana - Comotti M. Luisa   Editore: Fondazione Civiltà Bresciana
2002 - SOCIETA' - € 10,00 + € 5,00
    
    
La Croce Rossa a Fasano. Oltre mezzo secolo di solidarietà tra storia e cronaca
Autore: Latorre Gentile Antonietta   Editore: Schena
2004 - SOCIETA' - € 12,00 + € 5,00
    
La Croce Rossa Italiana. L'epopea di una grande istituzione
Autore: Mariani Mario   Editore: Mondadori
2006 - SOCIETA' - € 20,00
    
Legislazione italiana di Croce Rossa (1882-1997) e regolamenti (1)
Autore: non specificato   Editore: Laterza Giuseppe Edizioni
1999 - SOCIETA' - € 24,00
    
Legislazione italiana di Croce Rossa 1997-2000 e regolamenti (2)
Autore: non specificato   Editore: Laterza Giuseppe Edizioni
2001 - SOCIETA' - € 24,00    
    
Solidarietà dell'uomo verso l'altro uomo nella missione della Croce Rossa Italiana
Autore: Fragasso Antonio   Editore: Caramanica
1996 - SOCIETA' - € 15,49 + € 5,00

******************************************************************************************

Pubblicazioni della Sezione Storica della C.R.I. di Pavia

libri cri pavia

Scarica l'elenco completo

 E’ possibile richiedere le pubblicazioni, nonché notizie sull’importo delle spese postali, presso la Segreteria del Comitato Locale C.R.I. di Pavia:
Indirizzo Viale Partigiani n. 78 – 27100 Pavia Telefono 0382.538.770
Fax 0382.531.308
E-mail Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

******************************************************************************************   

 I libri si possono trovare nelle migliori librerie.

Alcuni libri possono essere acquistati anche presso il BOOKSHOP del museo di Castiglione delle Stiviere. Per avere la lista delle pubblicazioni disponibili al museo vedi il link sottostante:

 

******************************************************************************************     

Si ringraziano:

Croce Rossa Italiana - Sesto San Giovanni  - www.crisesto.org

MICR Castiglione delle Stiviere

Le info su vari libri sono state prese da - http://www.unilibro.it

 

 

 
< Prec.

Scuole al museo

scuole
© 2017 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.