Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 12 del 14 Dicembre 1998 Stampa E-mail
domenica 13 dicembre 1998
14 DICEMBRE 1998
nr. 12
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)



 ---------------------------------------------------------------------------------- 

1. ICRC NEWS 49 Traduzione di R.Arnò
2. XXVII Conferenza Internazionale della Croce Rossa e
della Mezzaluna Rossa - Traduzione di Luigi Micco (Istruttore D.I.U. -
Benevento)



<+><+><+><+><+><+><+><+><+>( -1- )<+><+><+><+><+><+><+>+>

ICRC NEWS 49, 9 dicembre 1998

SOMMARIO

ANGOLA: SOCCORSO D'URGENZA
Il 3 dicembre, i delegati del CICR hanno fornito una prima
assistenza d'urgenza, sotto forma di teloni di plastica,
materassi, coperte, taniche, batterie da cucina e sapone, a
700 famiglie di sfollati che hanno trovato rifugio nella
municipalità di Cuvelai, che si trova nella provincia di
Cumene, nel sud dell'Angola.

SRI LANKA: SOCCORSO DEL CICR PER MIGLIAIA DI SFOLLATI:
A seguito dei combattimenti che, il 3 dicembre, hanno
impegnato l'esercito dello Sri Lanka e lo LTTE (Tigri per
la Liberazione dell'Ealam Tamil) nei dintorni di
Oddusuddan, nella regione settentrionale di Vanni, il CICR
ha provveduto alla distribuzione di generi di soccorso non
alimentari a parte dei 12.000 civili che hanno abbandonato
la città di Puthukkudiyiruppu.

AFGHANISTAN: MISSIONI DEL CICR A BAMIYAN:
In tre occasioni, nel mese di novembre, i delegati del CICR
si sono recati a Bamiyan allo scopo di mettersi in contatto
con le autorità Taliban e di valutare le condizioni della
popolazione coinvolta dai combattimenti.

AFGHANISTAN: NEL CORSO DEL 1998 IL CICR HA VISITATO 8.000
DETENUTI:
Dall'inizio dell'anno il CICR ha visitato circa 8.000
detenuti in Afghanistan.
L'ultima serie di visite, a Panshir, Kabul, Mazar-i-Sharif,
Kandahar, Shibirghan e Herat, sta per essere completata in
questo periodo.

FILIPPINE - MINDANAO: SOCCORSI ALLE VITTIME DEI
COMBATTIMENTI A MAGUINDANAO:
Alla fine di novembre, il CICR e la Società Nazionale della
Croce-Rossa delle Filippine hanno distribuito generi di
soccorso a circa 2.000 sfollati nella zona di Maguindanao,
a Mindanao.

<+><+><+><+><+><+><+><+><+>( -2- )<+><+><+><+><+><+><+>+>

XXVII Conferenza Internazionale della Croce Rossa e della
Mezzaluna Rossa


La XXVII Conferenza Internazionale della Croce Rossa e
della Mezzaluna Rossa si terrà nel novembre 1999 a Ginevra
e la cerimonia d'apertura avrà luogo la sera di domenica 31
ottobre 1999. La Conferenza si svolgerà al Centro
internazionale delle conferenze di Ginevra (CICG), che
aveva già accolto la XXVI Conferenza Internazionale (1995).

La Conferenza Internazionale è uno dei forum umanitari più
grandi al mondo. E' una forza di coesione tra gli Stati
parti alle Convenzioni di Ginevra e le diverse componenti
del Movimento.

L'anno 1999 sarà quello del 50° anniversario della firma
delle Convenzioni di Ginevra e della fine del Decennio
delle Nazioni Unite per il Diritto Internazionale; sarà
anche quello del 100° anniversario della prima Conferenza
internazionale per la pace.

La XXVII Conferenza rappresenta un avvenimento importante e
sarà l'occasione per celebrare il 50° anniversario delle
Convenzioni di Ginevra. Oltre alla Conferenza, il Movimento
Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa segnerà
l'avvento del nuovo millennio attraverso una serie
d'attività che inizieranno l'8 maggio 1999, Giornata
mondiale della Croce Rossa, per concludersi l'8 maggio
dell'anno 2000.

Tenuto conto dell'importanza degli anniversari che saranno
celebrati nel 1999 e del significato particolare di questo
anno, in occasione della cerimonia d'apertura della XXVII
Conferenza Internazionale saranno organizzate delle
manifestazioni speciali.

La XXVI Conferenza Internazionale si era svolta a Ginevra
nel dicembre 1995. In essa erano stati trattati degli
argomenti essenziali nel campo del Diritto Internazionale
Umanitario (DIU) e adottate delle risoluzioni, di cui
alcune dovranno essere fatte oggetto di un seguito durante
la XXVII Conferenza.

La XXVI Conferenza Internazionale aveva concluso nella
dichiarazione finale: "Noi affermiamo la nostra convinzione
che il Diritto Internazionale Umanitario, preservando degli
spazi d'umanità nel cuore stesso dei conflitti armati,
mantiene aperte le vie della riconciliazione e contribuisce
non solo al ristabilimento della pace tra i belligeranti,
ma l'armonia tra tutti i popoli".

Temi della XXVII Conferenza Internazionale

I temi saranno scelti sulla base di criteri quali la natura
della Conferenza stessa, conformemente agli statuti del
Movimento ed agli obiettivi della Conferenza, cioè di
proteggere meglio e di aiutare le vittime dei conflitti
armati e delle violenze interne, così come delle catastrofi
naturali e tecnologiche, e l'importanza e l'interesse dei
soggetti.

La Commissione permanente ha proceduto ad una prima
selezione dei temi generali (L'impegno umanitario all'alba
del XXI secolo) e delle questioni che potranno essere
dibattute durante la XXVII Conferenza Internazionale.

I Commissione
L'impegno umanitario
I belligeranti, le vittime e la comunità internazionale

La natura dei conflitti evolve e suscita delle domande:

* come mettere in opera il Diritto Internazionale
Umanitario ed imporre delle regole di comportamento ai
belligeranti in quelli che sono chiamati conflitti
"destrutturati"?
* come portare protezione ed assistenza a tutte le vittime
preservando la sicurezza del personale delle
organizzazioni umanitarie?
* come fare in modo che la comunità internazionale assuma
le proprie responsabilità facilitando il lavoro delle
organizzazioni umanitarie e prenda misure nell'ottica di
far rispettare il diritto internazionale umanitario?

La diffusione, lo sviluppo e la messa in opera del Diritto
Internazionale Umanitario restano delle tappe importanti.
Tra gli aspetti che dovranno essere affrontati dalla XXVII
Conferenza Internazionale figurano:

* i limiti da imporre a certi metodi di guerra (mine
terrestri, armi accecanti ed altri);
* gli effetti, sul piano medico, di certi mezzi di
combattimento;
* le conseguenze del commercio delle armi per le vittime;
* il rafforzamento del Diritto Internazionale Umanitario
fondato sul Diritto Internazionale consuetudinario;
* l'adozione di legislazioni nazionali più severe in
materia di protezione dell'emblema.

II Commissione
L'impegno umanitario
I governi e le Società Nazionali

La natura dei bisogni nel campo della prevenzione e
dell'attenuazione degli effetti delle catastrofi naturali
evolve, così come in quello della salute e dell'azione
sociale. Il ruolo dei governi evolve, il settore privato e
la società civile sono chiamati sempre più ad intervenire
in questi campi. La II Commissione si occuperà degli
impegni che dovrà prendere la Croce Rossa e la Mezzaluna
Rossa da una parte e i governi dall'altra, affinché i
servizi offerti siano più efficaci e che la società divenga
più umana e meno violenta.

L'evoluzione dei bisogni in questi tre campi esige una
riflessione ed una presa di decisione:

* come prepararsi ad intervenire e come agire di fronte
alle malattie riemergenti, alle catastrofi tecnologiche,
alle catastrofi dette naturali nelle società il cui
livello tecnologico non cessa di aumentare o ai
movimenti di popolazioni ?
* quali nuove iniziative prendere, in accordo con il
"Codice di condotta", per elaborare e rispettare dei
criteri appropriati in materia di prestazioni di servizi?

L'evoluzione del ruolo dei governi, del settore privato e
della società civile pone nuovi scopi:

* fin dove, ed a quale ritmo, si potrà sviluppare il ruolo
giocato dalle Società nazionali in quanto ausiliarie dei
pubblici poteri ?
* aldilà del loro ruolo di prestatrici di servizi, come
potrà evolvere il ruolo che giocano le Società nazionali
in materia di difesa dei Principi fondamentali e dei
valori che li sottendono ?
* i governi come devono assolvere i loro obblighi verso la
Società nazionale del proprio Paese, proteggere la sua
indipendenza e la sua integrità, dando tutto il sostegno
necessario per sviluppare pienamente il suo potenziale
in quanto prestatrice di servizi ?
* a livello internazionale, quali nuove iniziative devono
essere prese nel campo della cooperazione allo sviluppo,
in modo da rafforzare nel mondo la capacità della rete
Croce Rossa/Mezzaluna Rossa, in modo che sia capace di
rispondere ai bisogni in tempo di pace come durante i
conflitti o le catastrofi ?

La Conferenza avrà luogo tra oltre un anno ed è dunque
troppo presto per considerare questi temi come definiti.
Essi sono suscettibili di essere modificati da qui alla
Conferenza Internazionale.

Alcuni di questi temi sono in parte ripresi in un documento
ufficiale che sarà largamente diffuso nella primavera 1998.
Tuttavia, conviene notare che il documento ufficiale non
esclude il contenuto dell'ordine del giorno definitivo
della Conferenza.

Seguito della XXVI Conferenza Internazionale

Oltre ai temi scelti per la XXVII Conferenza
Internazionale, una parte dei dibattiti dovranno essere
dedicati al seguito della XXVI Conferenza Internazionale.
La Commissione permanente chiederà agli Stati e alle
componenti del Movimento di fornire delle informazioni su
certe questioni trattate durante la XXVI Conferenza
Internazionale e queste informazioni saranno comunicate
alla XXVII Conferenza Internazionale.

Traduzione di Luigi Micco (Istruttore D.I.U. - Benevento)
Rivisto dal Prof.Paolo Benvenuti Presidente Commissione
Nazionale CRI per la diffusione
del DIU

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.