Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 22 del 08 Marzo 1999 Stampa E-mail
domenica 07 marzo 1999
8 MARZO 1999
nr. 22
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)




---------------------------------------------------------------------------------- 

 

1. ICRC NEWS 8 Traduzione di R.Arnò
2. ICRC NEWS 9 Traduzione di R.Arnò
3. Comunicato congiunto alla stampa CICR n. 99/10-Federazione n. 99/05
ENTRA IN VIGORE IL TRATTATO DI OTTAWA
--------- 1 ----------
ICRC NEWS 8
24 febbraio 1999

SOMMARIO

FEDERAZIONE RUSSA / CAUCASO SETTENTRIONALE: ASSISTENZA AI TERREMOTATI IN
DAGHESTAN:
I due terremoti che, il 31 gennaio e il 2 febbraio, hanno colpito il
distretto occidentale di Kizliar, nella Repubblica del Daghestan, hanno
provocato dei gravi danni in due villaggi costringendo un migliaio di
abitanti ad abbandonare le loro case.

KENYA: SOSTEGNO ALL'ISTITUTO DI FORMAZIONE MEDICA:
Nel quadro degli sforzi compiuti per alleviare la sofferenza di centinaia
di amputati in tutto il Kenya, a metà febbraio, il CICR ha donato
equipaggiamenti e materiali per un valore di circa 10.000 dollari USA alla
facoltà di tecnologia ortopedica dell'Istituto di formazione medica del Kenya.

PERU: IL CICR PARTECIPA AL PRIMO CORSO DI DIRITTO BELLICO PER LE FORZE ARMATE:
Dal 15 al 19 febbraio, tre delegati del CICR hanno animato in qualità di
istruttori il primo corso sul diritto internazionale umanitario organizzato
dallo Stato maggiore delle forze armate Peruviane.
--------- 2 ----------
ICRC NEWS 9

3 marzo 1999

SOMMARIO

LIBANO: L'AZIONE DEL CICR IN UN VILLAGGIO SUL CONFINE:
La recente integrazione forzata di Arnoun nella zona di occupazione
israeliana nel Libano meridionale non ha impedito al CICR di portare a
termine quotidianamente le proprie visite al piccolo villaggio di frontiera.

SENEGAL: NON SOLO PER I MILITARI:
Il 25 febbraio, il CICR ha unito le proprie forze alla polizia nazionale
Senegalese allo scopo di fornire un'informazione sul diritto internazionale
umanitario a circa 120 membri appartenenti alle unità di polizia presenti
in Casamance, nel sud del paese.

--------- 3 ----------
Comunicato congiunto alla stampa
CICR n. 99/10
Federazione n. 99/05

1 marzo 1999

ENTRA IN VIGORE IL TRATTATO DI OTTAWA

Ginevra (CICR/Federazione) - In nome delle centinaia di migliaia di vittime
delle mine antiuomo e dei milioni di persone che vivono quotidianamente col
terrore di queste armi, il Comitato internazionale della Croce-Rossa (CICR)
e la Federazione internazionale delle Società della Croce-Rossa e della
Mezzaluna-Rossa hanno accolto con profonda soddisfazione l'entrata in
vigore della Convenzione sul divieto dell'uso, dell'immagazzinamento, della
fabbricazione, e dell'esportazione delle mine antiuomo e sulla loro
distruzione (trattato di Ottawa).

Il trattato, entrato in vigore in tempi più brevi di qualunque altro
trattato multilaterale sugli armamenti, costituisce la risposta globale al
problema delle mine antiuomo da parte dei 134 Stati che, ad oggi, lo hanno
firmato o vi hanno aderito. Il Movimento della Croce-Rossa e della
Mezzaluna-Rossa si congratula con quei 65 Stati che sono vincolati al
trattato di Ottawa e rivolge un appello agli altri 69 Stati firmatari
perchè facciano altrettanto con urgenza. "D'ora in poi, il trattato
costituirà il metro di valutazione di ogni sforzo volto ad affrontare
questa tragedia umanitaria", ha dichiarato il Vicepresidente del CICR, Eric
Roethlisberger, alla cerimonia organizzata presso la sede delle Nazioni
Unite a Ginevra per celebrare l'evento. Il Vicepresidente Roethlisberger ha
attirato l'attenzione sulla sfida colossale che attende gli Stati, le
istituzioni internazionali e le organizzazioni non governative perchè il
trattato diventi giuridicamente vincolante su tutto il pianeta e sia
applicato integralmente nelle comunità colpite dalle mine. Il CICR si
impegna a fare la sua parte in questo senso.

"L'impegno che abbiamo di fronte - assicurare l'universalizzazione e la
rapida attuazione del trattato di Ottawa - costituisce un'importante
priorità per le Società nazionali della Croce-Rossa e della
Mezzaluna-Rossa", ha dichiarato Astrid N. Heiberg, Presidente della
Federazione internazionale. "Queste Società continuano a svolgere un ruolo
fondamentale nel consigliare i propri governi sull'adozione della
legislazione appropriata ad assicurare la rapida attuazione delle
disposizioni del trattato e nel mantenere viva l'attenzione della gente sul
problema delle vittime."

Il CICR gestisce attualmente 25 programmi di riabilitazione e produzione di
protesi in 13 Stati (Afghanistan, Angola, Azerbaijan, Cambogia, Repubblica
Democratica del Congo, Georgia, Iraq, Kenya, Rwanda, Sri Lanka, Sudan,
Tajikistan, Uganda). Ventiquattro progetti del CICR in altri 12 paesi sono
stati affidati ad ONG locali o internazionali; numerosi sono tra questi
quelli che continuano, ciò non di meno, a ricevere un sostegno finanziario
o tecnico dal CICR. In numerosi Stati, le Società nazionali della
Croce-Rossa e della Mezzaluna-Rossa, sostenute dalla loro Federazione
internazionale, assistono le persone ferite dalle mine con programmi
sanitari, riabilitativi e sociali.

Tra il 1979 e la fine del 1998, il CICR ha prodotto più di 130.000 arti
artificiali, più di 175.000 paia di stampelle e quasi 9.000 seggiole a
rotelle. Nel solo 1998, il CICR ha prodotto 11.500 protesi; di queste, più
di 6.500 destinate a vittime di mine. Nello stesso anno ha prodotto più di
17.200 paia di stampelle e più di 700 seggiole a rotelle.

Il CICR e le Società nazionali, inoltre, stanno conducendo in diversi paesi
dei programmi di informazione sulle mine allo scopo di ridurre il numero di
incidenti nelle aree infestate dalle mine.

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.