Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 77 del 21 Dicembre 2001 Stampa E-mail
giovedì 20 dicembre 2001
21 DICEMBRE 2001
nr. 77
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)



---------------------------------------------------------------------------------- 

1-
"Tempo di Auguri"
di M.Grazia Baccolo

2-
CICR News 48 del 7 dicembre 2001
Traduzione di Sabrina Bandera
3-
Revue internationale de la Croix-Rouge
nr. 843, 30 settembre 2001
"Indice"
Traduzione di Sabrina Bandiera

4-
Revue internationale de la Croix-Rouge
nr. 843, 30 settembre 2001
"Editoriale"
Traduzione di Sabrina Bandiera

5-
CICR News 01/48 del 7 dicembre 2001
"Oslo - Simposio del premio Nobel: il CICR partecipa al centenario del premio Nobel per la pace"
Traduzione di Sabrina Bandiera

6-
Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 01/65
del 5 dicembre 2001
"Conferenza delle Alte Parti contraenti della IV Convenzione di Ginevra: partecipazione e dichiarazione del CICR"
Traduzione di Sabrina Bandiera

7-
Assemblea del Bureau
Castiglione delle Siviere 6 e 7 Dicembre
Di Marilena Russo - Gazzetta di Mantova

8-
"Da Solferino a Castiglione - Fiaccolata 2002"
Programma
M.Grazia Baccolo

1-
"Tempo di Auguri"

Quest'anno per fare gli auguri a tutti gli "abbonati" al Caffè chiediamo in prestito una "frase da Nobel":

"Un uomo da solo,
una donna da sola,
nella loro semplicità,
ma con un briciolo di entusiasmo,
riescono a compiere grandi gesti per l'Umanità.
...l'egoismo è una grande illusione"

Henry Dunant

Colgo qui l'occasione per ringraziare coloro che quest'anno hanno collaborato alla comunicazione di notizie o all'invio di relazioni: Isidoro Palombo, Padre Marcello Storgato, Roberto Pola, Roberto Arnò, Carlo Cavazzoni, Pierpaolo Benetton e soprattutto permettetemi di rivolgere un particolare ringraziamento a chi ha svolto il 90 % del lavoro di traduzione degli articoli dalla Revue, dal sito internet del CICR e delle CICRnews, SABRINA BANDERA e LUIGI MICCO.

Buon Natale e di un Sereno Anno Nuovo a tutti Voi ed alle Vostre Famiglie.

M.Grazia Baccolo

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


2-
CICR News 48 del 7 dicembre 2001
Traduzione di Sabrina Bandera

Territori occupati e territori autonomi: il CICR: un intermediario neutro
Davanti alla crescita della violenza, il CICR a raddoppiato gli sforzi al fine di facilitare il trasporto dei malati e dei feriti, così come la circolazione dei civili in Cisgiordania e nella striscia di Gaza.

Afghanistan: diffusione di spots radio del CICR a Kabul
Radio Afghanistan ha cominciato a diffondere degli spots del CICR consacrati alla prevenzione contro i danni delle mine. Questi messaggi di interesse pubblico hanno come obiettivo quello di sensibilizzare la popolazione di Kabul - adulti e bambini - contro questo rischio sempre presente.

Marocco/Sahara occidentale: nuova visita del CICR ai prigionieri marocchini in mano al Fronte Polisario
Due delegati del CICR, di cui un medico psichiatra, hanno visitato dal 20 novembre al 3 dicembre i prigionieri marocchini in mano al Fronte Polisario.

Argentina: corso in rete del CICR per giornalisti
La delegazione regionale del CICR a Buenos Aires ha iniziato, in novembre, un corso interattivo via Internet sul tema "giornalisti e conflitti armati".

Oslo - Simposio del premio Nobel: il CICR partecipa al centenario del premio Nobel per la pace
Cento anni dopo la consegna congiunta del primo premio Nobel per la pace a Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa e a Frédéric Passy, ha luogo questa settimana in Norvegia il simposio per il centenario del premio Nobel per la pace.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3-
Revue internationale de la Croix-Rouge
nr. 843, 30 settembre 2001

Indice
Traduzione di Sabrina Bandera

50° anniversario della Convenzione sui rifugiati del 1951
La protezione dei rifugiati nei conflitti armati

- Editoriale
- Presentazione del Presidente del Comitato internazionale della Croce Rossa, di Jakob Kellenberger
- Presentazione dell'Alto Commissario per i Rifugiati, di Ruud Lubbers
- La protezione internazionale dei rifugiati dopo 50 anni - Gli aspetti della protezione nel passato, oggi e in futuro, di Erika Feller
- La politica del CICR nei confronti dei rifugiati e delle popolazioni civili sfollate all'interno del loro proprio paese, di Françoise Krill
- Fuggire in tempo di guerra, di Walter Kälin
- Le interazioni tra il diritto internazionale umanitario e il diritto internazionale dei rifugiati, di Stephane Jaquement
- Protezione umanitaria: il Comitato internazionale della Croce Rossa e l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, di David P. Forsythe
- Protezione delle persone sfollate in ragione di un conflitto armato, di Marguerite Contat Hickel
- Diritto dei rifugiati e diritto internazionale umanitario: paralleli, lezioni e prospettive per il futuro, di Rachel Brett e Eve Lester
- A proposito della storia delle protezione internazionale dei rifugiati, di Gilbert Jaeger
- Il CICR e l'assistenza ai rifugiati arabi palestinesi (1948-1950), di Catherine Rey-Schyrr
- Persone sfollate in Colombia e persone di origine colombiana che cercano rifugio nei paesi vicini, di Fredique Prunera
- Alto Commissariato per i Rifugiati e CICR nella ex-jugoslavia: Bosnia-Erzegovina, di Kirsten Young
- La Croce Rossa albanese di fronte alla crisi del Kosovo, di Pandora Ketri
- La Croce Rossa svizzera e l'aiuto ai rifugiati e ai migranti, di Philippe Bender


Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Globalizzazione e futuro dell'azione umanitaria - Nuove priorità per il Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa?, di Ali Said Ali


Fatti e documenti

- Documenti sulla protezione internazionale dei rifugiati - Selezione dei trattati internazionali e di altri testi normativi
- Messa in opera del diritto internazionale umanitario - Cronaca semestrale di legislazione e giurisprudenza nazionali, gennaio - giugno 2001
- Protezione dei beni culturali nei conflitti armati - Una selezione di norme di base elaborate durante il conflitto del Kossovo
- Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio illecito di piccole armi in tutti i loro aspetti, luglio 2001
- Adesione di Trinità e Tobago ai Protocolli addizionali alle Convenzioni di Ginevra del 12 agosto 1949
- Ritiro delle riserve alle Convenzioni di Ginevra del 1949 da parte della Bielorussia


Libri e riviste

- Gil Loescher, The UNHCR and World Politics - A Perilous Path, di Hans-Peter Gasser
- Antônio Augusto Cançado Trindade, Tratado de Direito Internacional dos Direitos Humanos, di Christophe Swinarski
- Chérif Bssiouni, Crimes Against Humanity in International Criminal Law, di Marc Hemzelin
- Pubblicazioni recenti


Diverse

- Igor Pavlovich Blishchenko (1930-2000)
- Università di Ginevra - Formazione continua in diritti dell'uomo

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nota di Caffè Dunant:
Le traduzioni degli articoli di Stephane Jaquement, "Le interazioni tra il diritto internazionale umanitario e il diritto internazionale dei rifugiati", e di Françoise Krill , "La politica del CICR nei confronti dei rifugiati e delle popolazioni civili sfollate all'interno del loro proprio paese", verranno pubblicate nei prossimi numeri di "Caffè Dunant".


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


4-
Revue internationale de la Croix-Rouge
nr. 843, 30 settembre 2001

Editoriale
Traduzione di Sabrina Bandera

Cinquant'anni fa, il 28 luglio 1951, una conferenza specialmente convocata dalle Nazioni Unite adottava la Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati. Qualche mese prima, l'Alto Commissariato per i rifugiati era stato creato dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il 50° anniversario di questo dispositivo, che ha per vocazione la protezione internazionale dei rifugiati, merita che la Revue internationale de la Croix- Rouge consacri ad esso un numero.

Occorre innanzitutto ricordare che in tre anni, dal 1948 al 1951, la comunità internazionale getta e consolida le basi giuridiche che ridefinivano il ruolo della persona umana nell'ordine giuridico internazionale:

La Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, adottata nel 1948, erigeva in principio fondamentale del diritto internazionale che "il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti uguali e inalienabili costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo" (Preambolo, 1° considerato).

Nel 1949, gli Stati che approvavano le quattro Convenzioni di Ginevra per la protezione delle vittime della guerra, riconoscevano che anche - o piuttosto, soprattutto - in tempo di conflitto armato, la persona umana ha diritto al rispetto della sua integrità e della sua dignità e alla protezione contro la violenza.

Infine, la Convenzione del 1951 relativa allo statuto dei rifugiati intende salvaguardare la dignità di coloro che devono fuggire dal loro paese d'origine per delle ragioni strettamente legate alla violenza.

Fu dunque un periodo estremamente fruttuoso, o meglio rivoluzionario, per lo sviluppo del diritto internazionale. Occorre tuttavia sottolineare che il diritto ha progredito in questi tre settori in una maniera sorprendentemente indipendente, senza legami apparenti.

La Revue ha aperto le sue pagine ad un dibattito sulle questioni legate alla Convenzione del 1951. Il rifugiato è in effetti divenuta una figura emblematica della nostra epoca, il 50° anniversario di questa Convenzione, che intende proteggere i rifugiati sul piano internazionale, ce lo ricorda. Inoltre, è urgente mettere più ancora in evidenza i legami che esistono tra la protezione internazionale dei rifugiati e la sorte delle vittime della guerra che, esse, sono protette principalmente dalle Convenzioni di Ginevra del 1949.

La redazione della Revue ha invitato diversi autori a riflettere su alcune questioni di attualità relative al diritto dei rifugiati e a scegliere tra esse quelle che hanno un rapporto con i conflitti armati o delle situazioni simili. In altri termini, sono i punti di incontro tra la protezione internazionale dei rifugiati, da una parte, e l'azione e il diritto internazionale umanitario, dall'altra parte, che interesseranno qui il lettore.

La redazione della Revue ringrazia l'Alto Commissariato per i rifugiati e il presidente del Comitato internazionale della Croce Rossa, che hanno accettato di scrivere la prefazione di questo numero. Ringrazia in modo particolare gli autori degli articoli che sono pubblicati, che appartengono all'una o all'altra delle due istituzioni o al mondo accademico.
La Revue

@@@@@@@@@@@@@@@@@@

5-
CICR News 01/48 del 7 dicembre 2001
Traduzione di Sabrina Bandera

Oslo - Simposio del premio Nobel: il CICR partecipa al centenario del premio Nobel per la pace

Cento anni dopo la consegna congiunta del primo premio Nobel per la pace a Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa, e a Frédéric Passy ha luogo questa settimana in Norvegia il simposio per il centenario del premio Nobel per la pace. Più di trenta persone che sono state insignite del premio Nobel per la pace e numerose altre eminenti personalità partecipano al simposio per dibattervi il tema "Conflitti del XX secolo e soluzioni per il XXI secolo". Il vice-presidente del CICR, Jacques Forster, che rappresenta l'istituzione, ha partecipato ad una conferenza-dibattito intitolata "Guerra e pace nel XX secolo. Bilancio generale - Come possiamo fare meglio?", che si è tenuta il 6 dicembre all'hotel Holmenkollen di Oslo.

Henry Dunant si è cosacrato corpo e anima alla causa umanitaria, cosa che ha incitato numerosi membri del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa a seguire il suo esempio lungo tutto il secolo scorso. A tre riprese, Il CICR si è visto conferire il premio Nobel per la pace: nel 1917 e nel 1944, in omaggio alla sua azione umanitaria durante i due conflitti mondiali, e nel 1963, congiuntamente alla Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, in occasione del centesimo anniversario del movimento.

I premi Nobel consegnati al CICR e al Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa rendono omaggio ad una missione nobile che consiste nel lottare per preservare l'umanità là dove essa è più minacciata, vale a dire in tempo di guerra e di catastrofe, nella povertà e nella disperazione.


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


6-
Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 01/65
del 5 dicembre 2001

Traduzione di Sabrina Bandera

Conferenza delle Alte Parti contraenti della IV Convenzione di Ginevra: partecipazione e dichiarazione del CICR

Ginevra (CICR) - Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) ha partecipato il 5 dicembre in qualità di osservatore alla Conferenza delle Alte Parti contraenti della IV Convenzione di Ginevra, riunita dalla Svizzera a Ginevra. In questa occasione, il CICR ha fatto una dichiarazione nella quale ha riaffermato l'applicabilità della IV Convenzione di Ginevra ai territori occupati dopo il 1967 dallo Stato di Israele e ha sottolineato i problemi umanitari in rapporto all'occupazione e all'ondata di violenza attuale.

Il CICR non è stato associato alla preparazione di questa Conferenza ma si è sempre felicitato di tutti gli sforzi individuali e congiunti compiuti dagli Stati parti alle Convenzioni di Ginevra per assolvere il loro obbligo di rispettare e di far rispettare il diritto internazionale umanitario.

Tenuto conto della situazione umanitaria attuale, il CICR ha esortato ancora una volta tutte le parti interessate a fare tutto quanto è in loro potere per risparmiare la vita dei civili e preservare un certo grado di umanità. Il deterioramento costante della situazione umanitaria nel corso degli ultimi mesi e, in particolare gli avvenimenti tragici degli ultimi giorni hanno messo in evidenza la necessità di rompere la spirale di violenza e di ristabilire il rispetto del diritto internazionale umanitario.

Il CICR era rappresentato alla Conferenza dal suo direttore del diritto internazionale e della comunicazione, François Bugnion, e da tre altri collaboratori dell'istituzione.

(Il testo integrale della Dichiarazione del CICR alla Conferenza delle Alte Parti contraenti della IV Convenzione di Ginevra è reperibile sul sito Internet del CICR, www.cicr.org, cliccando sulle news, comunicato stampa 01/65).


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


7-
Assemblea del Bureau
Castiglione delle Siviere 6 e 7 Dicembre

"Un'idea da Nobel" a cento anni dall'assegnazione del primo premio Nobel per la Pace a Henry Dunant, ideatore e fondatore della Croce Rossa, la ricorrenza è stata ricordata con una cerimonia nella sala consiliare il 6 dicembre alle ore 19. Per l'occasione è stato realizzato un annullo filatelico su cartolina celebrativa edita dal Museo Internazionale della Croce Rossa. La cerimonia ha trovato il giusto collocamento in una delle due giornate dedicate alla 38° Assemblea del Bureau Croce Rossa dell'Unione Europea a cui hanno partecipato le 15 Società Nazionali di Croce Rossa Europee e che si è svolta presso il Museo Internazionale della Croce Rossa a Castiglione delle Siviere. "E' motivo di soddisfazione, ha dichiarato Guido Stuani Presidente del Museo, che i responsabili europei della Croce Rossa abbiano scelto Castiglione per l'Assemblea Generale. E' un importante riconoscimento per il Museo Internazionale, visto non solo come luogo di memorie, ma come sede per la diffusione della cultura e dei Principi della Croce Rossa. E che ciò coincida con la ricorrenza dell'assegnazione del Nobel a Dunant - conclude Stuani - non può che farci ancor più piacere." Fra gli argomenti all'ordine del giorno dell'Assemblea, la Carta europea dei diritti fondamentali. Il Dott. Guerra, del Servizio Affari Internazionali della Croce Rossa Italiana, spiega: "La prima stesura della carta europea, approvata a Nizza nel dicembre 2000, ha aperto un dibattito con la società civile, che si concluderà con la Conferenza Intergovernativa del 2004. La Croce Rossa propone che la carta sancisca più protezione per i diritti politici fondamentali e per i diritti sociali, e chiede che il diritto internazionale umanitario sia assunto dall'UE come parte integrante della sua azione istituzionale, con l'impegno a rispettarlo, farlo rispettare e diffonderlo. La nostra forza nel sostenere la proposta nasce dal fatto che siamo fra i maggiori partner dell'Unione Europea per l'assistenza umanitaria e l'unica associazione di soccorso riconosciuta dalle Convenzioni di Ginevra."

Marilena Russo, Castiglione delle Siviere - Gazzetta di Mantova


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

8-
FIACCOLATA 2002

E' già stato pubblicato ed inviato a tutte le Delegazioni, Comitato Locali, Provinciali e Regionali della Croce Rossa Italiana il depliant di preavviso della manifestazione "da Solferino a Castiglione - Fiaccolata" che nel 2002 sarà alla sua decima edizione. Ma non solo, l'invio è stato fatto anche alle sedi della Croce Rossa Europea e del Resto del Mondo. Un depliant con le informazioni più dettagliate, completo della scheda di iscrizione, verrà inviato nel mese di febbraio 2002.


Ecco il Programma:

"Da Solferino a Castiglione - Fiaccolata 2002" X Edizione
Organizzata dal Museo Internazionale della Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere
26-27-28-29-30 Giugno/June 2002


PROGRAMMA
MERCOLEDI' 26 GIUGNO
Ore 10,00 Campo "Lidia": Apertura registrazione gruppi
Ore 12,00 Teatro Tenda: Pranzo
Ore 20,00 Teatro Tenda: Cena
Ore 22,00 Teatro Tenda: Intrattenimento


GIOVEDI' 27 GIUGNO
Ore 07,30 Teatro Tenda: Colazione
Ore 12,00 Teatro Tenda: Pranzo
Ore 14,00 Teatro Tenda: Briefing Capisquadra "5° Trofeo Massimo Ghio"
Ore 16,00 Piazza Ugo Dallò: "Museo in piazza"
Ore 18,30 Piazza Ugo Dallò: Benvenuto alle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Ore 19,30 Teatro Tenda: Cena
Ore 21,00 Piazza Ugo Dallò: "5° Trofeo Massimo Ghio"
Ore 22,30 Teatro Tenda: Intrattenimento

VENERDI' 28 GIUGNO
Ore 7,30 Teatro Tenda: Colazione
Ore 9,00 Workshops sulle attività di Croce Rossa
Ore 9,00 Prove "5° Trofeo Massimo Ghio "
Ore 12,00 Teatro Tenda: Pranzo
Ore 15,00 Workshops sulle attività di Croce Rossa
Ore 20,00 Teatro Tenda: Cena ed intrattenimento
Ore 22,00 Teatro Tenda: Premiazione "5° Trofeo Massimo Ghio"

SABATO 29 GIUGNO
Ore 7,30 Teatro Tenda: Colazione
Ore 9,00 Workshops sulle attività di Croce Rossa
Ore 12,00 Teatro Tenda: Pranzo
Ore 16,00 Servizio navetta per Solferino
Ore 20,00 Solferino: Partenza "Fiaccolata 2002"
Cerimonia di apertura
Ore 22,00 Castiglione: Arrivo "Fiaccolata 2002"
Cerimonia di chiusura
Ore 22,30 Teatro Tenda: intrattenimento

DOMENICA 30 GIUGNO
Ore 7,30 Teatro Tenda: Colazione
Ore 12,00 Teatro Tenda: Pranzo
Ore 18,00 Chiusura campo "Lidia"

Per chi fosse interessato a riceverne copia via posta può richiederlo inviando una semplice e-mail contenente l'esatto nominativo e indirizzo postale.

INFO

Tel. 0376/638505 Fax 0376/631107
www.micr.it Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Proprio oggi riceviamo dalla Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa di Ginevra la rivista "Croix Rouge Croissant Rouge" rivista del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa dove nelle "notizie in breve" è pubblicata l'immagine della Fiaccolata con una relazione sull'edizione 2001. E' una fortunata coincidenza che amplificherà la diffusione della notizia.
 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.