Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 84 del 8 Marzo 2002 Stampa E-mail
giovedì 07 marzo 2002
8 MARZO 2002
nr. 84
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)

 
---------------------------------------------------------------------------------- 

1-
Comunicato stampa 02/18 del 8 marzo 2002
Giornata internazionale della donna, 8 marzo 2002: Messaggio del Comitato
Internazionale della Croce Rossa

2-
CICRnews nr. 10 del 7 marzo 2002

Traduzioni non ufficiali di M.Grazia Baccolo

1-
Comunicato stampa 02/18 del 8 marzo 2002
Giornata internazionale della donna, 8 marzo 2002: Messaggio del Comitato
Internazionale della Croce Rossa

Ginevra (CICR) - in occasione della giornata internazionale della donna, il
Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), anche quest'anno, si
unisce a tutti coloro che, nel mondo, rendono omaggio alle donne.

Le prove che vivono le donne e le ragazze coinvolte nella tormenta dei
conflitti armati restano, per il CICR, una delle maggiori preoccupazioni.
Malgrado la protezione specifica che il diritto internazionale umanitario
chiaramente le garantisce, le donne sono regolarmente le vittime della
violenza fisica, dello spostamento forzato, delle uccisioni cieche e di
altre atrocità. Le testimonianze di sfruttamento sessuale raccolte
recentemente nei campi dei rifugiati d'Africa dell'Ovest dimostrano, ancora
una volta, quanto la situazione dei gruppi vulnerabili possa essere
precaria.

Il CICR è profondamente costernato da queste testimonianze. E'
responsabilità di tutte le organizzazioni umanitarie prendere le misure
necessarie per assicurarsi che i loro programmi, destinati esclusivamente ad
aiutare le persone nel bisogno e a preservare la loro dignità, non siano
utilizzati per sfruttare le vittime.

Lo studio del CICR "Le donne nella guerra", pubblicato nell'ottobre 2001,
sottolinea che esiste il rischio che le vittime dei conflitti armati siano
sfruttate o sottomesse ad abusi sessuali in cambio di alimenti o altri
soccorsi. Uno dei punti essenziali dello studio è che le istituzioni
umanitarie dovrebbero tenere conto di questi rischi nella pianificazione, la
messa in opera e il seguito dei programmi d'aiuto. Più particolarmente, le
donne dovrebbero essere associate a questi programmi, ad ogni stadio, ciò
che permetterebbe di comprendere bene i loro problemi e i loro bisogni e
assicurare un seguito, in modo che tutte le forme di sfruttamento o abuso
vengano immediatamente scoperte.

Il CICR fa il possibile perché questo problema non si ponga nel quadro dei
suoi programmi di assistenza, in particolare domandando espressamente alle
sue delegazioni di sorvegliare affinchè le persone che sono predisposte a
portare l'aiuto non sfruttino i beneficiari e non facciano subire loro
violenza sessuale. Il CICR ha precisamente proposto, per migliorare la
situazione, d'aumentare il numero delle collaboratrici partecipanti ai
programmi d' aiuto, perché le donne sono più portate a parlare con donne.

Nel quadro della sua azione, il CICR si impegna a migliorare la sicurezza
delle donne e delle ragazze che si confrontano con un conflitto armato. Le
donne che, sovente, sono costrette ad assumere da sole il carico della loro
famiglia danno prova di un coraggio formidabile e di una straordinaria forza
di carattere, in tempo di guerra. E' necessario che esse possano avere
fiducia nel personale umanitario. Il CICR stima che, per aiutare le donne a
"prendere in mano" la loro esistenza, bisogna, oltre a altre misure
pertinenti, coinvolgerle più strettamente in tutte le azioni condotte in
loro favore.

Informazioni ulteriori: Darcy Christen, CICR Ginevra

@@@@@@@@@@@@@@@@

2-

CICRnews nr. 10 del 7 marzo 2002

COLOMBIA
Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) rinforza la sua presenza
nel sud del paese
Il CICR ha rinforzato la sua presenza nel sud della Colombia, dopo che il
governo ha messo fine, il 20 febbraio ultimo scorso, alle negoziazioni di
pace intraprese con il FARC-EP (Forze armate rivoluzionarie della
Colombia/Armata del popolo).

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
Provincia dell'Equatore: aiuto del CICR alle popolazioni isolate. Il CICR ha
distribuito, da 4 al 24 febbraio, 5000 pacchi familiari (utensili di cucina,
coperte, sementi, bidoni, saponi, zappe, zucchero, sale e abiti) a 4800
famiglie (circa 25.000 persone) locali o sfollatte a Bukungu, Mondombe e
Yalusaka.

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
Il CICR riunisce 36 bambini con i loro genitori a Kinshasa e a Goma. Grazie
al CICR, 28 bambini che provenienti da Goma hanno ritrovato la loro famiglia
a Kinshasa il 27 febbraio 2002. Il giorno dopo, l'aereo del CICR che li
aveva trasportati ha riportato a Goma otto bambini i cui genitori vivevano
nell'est della Repubblica democratica del Congo.

OUZBEKISTAN
Operazione di soccorso congiunta CICR/ Mezzaluna Rossa nella regione del
Surkhandariya.
Il 28 febbraio e il 1 marzo, il CICR ha distribuito soccorsi nei villaggi
della regione di Surkhandariya, nel sud dell'Ouzbekistan, lungo la frontiera
afgana.

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.