Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 95 del 25 Agosto 2002 Stampa E-mail
sabato 24 agosto 2002
25 AGOSTO 2002
nr. 95
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)



----------------------------------------------------------------------------------

1- CICR News n. 21 del 23/05/2002
Riunione di periti sugli ordigni di guerra esplosivi.
Traduzione non ufficiale di Giò Comci


2- ICRCnews 19 de 8 maggio 2002
Comunicato Stampa 2/29 del 10/5/2002
Il CICR condanna gli attentati con bombe contro i civili
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo


3- Corsi DIU a Roma e Piacenza
Comunicatoci da Isidoro Palumbo

4- Gli allegati riguardano le attività del I.P.B. International Peace Bureau - Ginevra
Trasmessoci da Fulgida Barattoni

1- 2-
CICR News n. 21 del 23/05/2002

Colombia: Assistenza umanitaria nella regione dell'Atrato Medio.
A seguito degli scontri armati tra i FARC-EP (Forze armate rivoluzionarie della Colombia/Esercito del popolo), ed i gruppi di autodifesa della Colombia (Autodifesa Unita della Colombia) nel perimetro urbano di Bojayá (Chocó), che hanno contato almeno 118 morti tra la popolazione civile, il CICR e la Croce Rossa Colombiana hanno distribuito, il 20 maggio, aiuti alimentari a circa 400 famiglie sfollate e residenti nelle località vicine a Napipí e Pogue.

Israele/Territori occupati/Territori autonomi: Riprendono le visite familiari ai detenuti.
Il programma di visite familiari del CICR è ripreso lunedì 20 maggio nella Striscia di Gaza dopo una sospensione di oltre due mesi e mezzo. Nell'ambito di questo programma che è iniziato nel 1969, il CICR facilita l'accesso, per le persone che vivono nei territori palestinesi, ai parenti detenuti in Israele dalle autorità israeliane.

Sri Lanka: Alcuni militari detenuti ricevono la visita dei parenti.
Alla domanda del CICR, le Tigri di liberazione di Tamil (LTTE) hanno recentemente autorizzato i sette militari cingalesi detenuti (sei appartengono all'esercito ed uno alla marina), a ricevere una visita delle loro famiglie.

Riunione di esperti sugli ordigni di guerra esplosivi.
Una riunione di periti governativi dedicati agli ordigni di guerra esplosivi ed alle mine anticarro, si è tenuta dal 21 al 24 maggio a Ginevra. Aveva per scopo di studiare i metodi di approccio ai problemi umanitari dovuti a queste armi.

Bolivia: I diritti umani ed i principi umanitari insegnati agli ufficiali della polizia nazionale.
Il 9 e il 10 maggio, la delegazione regionale del CICR a Buenos Aires ha presentato a La Paz, capitale della Bolivia, un programma di formazione destinato alla polizia nazionale di questo Paese.

ICRCnews 19 de 8 maggio 2002

e-mail Servizio Media del CICR Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

ANGOLA <Soccorso alimentare d'urgenza>
Valutazioni effettuate in aprile hanno evidenziato tassi allarmanti di malnutrizione e di mortalità infantile nei villaggi che ora sono accessibili da huambo.

NIGERIA <Far comprendere il significato dell'emblema nel nord del Paese>
Un gruppo di 29 rappresentanti di 13 sezioni regionali della Croce Rossa della Nigeria hanno partecipato, il 23 e 24 aprile a Koduna, a un laboratorio dedicato ai principi della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e all'Emblema della Croce Rossa.


************************************

Riunione di periti sugli ordigni di guerra esplosivi.
Dalle CICR News n. 21 del 23/05/2002


Una riunione di periti governativi dedicati agli ordigni di guerra esplosivi ed alle mine anticarro si è tenuta dal 21 al 24 maggio a Ginevra. Aveva per scopo di studiare i metodi di approccio ai problemi umanitari dovuti a queste armi. Si trattava della prima di una serie di tre riunioni previste per questo anno. I periti faranno rapporto sui loro lavori durante una riunione degli Stati parti alla Convenzione delle Nazioni Unite del 1980 su certi alcune classiche che dovrà tenersi a Ginevra tra il 12 e il 13 dicembre 2002.

Il CICR cura regolarmente uomini, donne e bambini che sono stati feriti dagli ordigni di guerra esplosivi in numerosi Paesi affetti da un conflitto armato. "Speriamo che questa riunione e le prossime permetteranno di comprendere meglio questo problema", ha dichiarato Louis Maresca, consigliere giuridico del CICR, durante questa riunione. "Speriamo anche che sia possibile giungere ad un largo accordo su delle misure che mirino a ridurre il numero di morti e di feriti dovuti a queste armi ed a diminuire le sofferenze che comportano."

Il CICR ha portato il suo contributo alla riunione attirando l'attenzione sui tipi di munizioni che uccidono o feriscono i civili nelle situazioni di post-guerra. In Afghanistan, per esempio, più del 42% delle vittime di mine e di munizioni non esplose registrate dal CICR, sono state uccise o ferite per le bombe a dispersione, dalle trappole, dai detonatori di munizioni e da altre munizioni non esplose, e più del 49% sono stati uccisi o feriti dalle mine terrestri. Nel Kosovo, il 36% delle vittime del periodo che ha seguito il conflitto sono stati uccisi o feriti dalle granate ed altre munizioni non esplose, e più del 52% per le mine terrestri.

Le notizie rivelano che tutta una serie di munizioni non esplose rappresentano una minaccia per i civili e che i problemi causati dagli ordigni di guerra esplosovi non sono dovuti ad una sola arma. Di conseguenza, una soluzione efficace esigerà delle misure che contemplino una vasta di munizioni. "Dal punto di vista umanitario, il fatto di concentrarsi su uno o due tipi di armi non permetterà di approcciare il problema in modo adeguato sul campo e non faciliterà molto la rimozione di questi ordini.", ha precisato Louis Maresca.

Gli Stati parti alla Convenzione delle Nazioni Unite su alcune armi classiche e gli Stati che hanno lo status di osservatori, hanno partecipato alla riunione, così come delle organizzazioni non governative, delle istituzioni delle Nazioni Unite ed il CICR.

Informazioni aggiuntive: Louis Maresca, tel. : ++ 41 22 730 2694
Isabelle Daoust, tel. : ++ 41 22 730 2772, CICR Ginevra


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


Comunicato Stampa 2/29 del 10/5/2002

Il CICR condanna gli attentati con bombe contro i civili

Ginevra (CICR) la costernazione del Comitato Inter nazionale della Croce Rossa (CICR) non ha cessato di crescere nel corso degli ultimni mesi, difronte agli avvemnimenti di cui Israele ed i territori occupati sono teatro. Il ciclo degli attentati contro gi obiettivi civili e delle operazioni militari che provocano delle perdite civili generano, in ogni parte, sofferenza, disperazione e una intensa indignazione.

Il CICR ha, fin dall'inizio, messa in guardia contro il costo in vite umane della violenza armata, e molte volte ha fatto appello affinchè i civili, sia palestinesi che israeliani, siano risparmiati. Gli attacchi contro i civili non possono, in nessuna circostanza, essere giustificati.

Il CICR condanna senza riserve i recenti attentati con bombe perpetrati contro dei civili israeliani, come a Rishon Letzion. Sono tutti attacchi inumani che la disperazione, per quanto profonda essa sia, non potrebbe scusare.

Il CICR fa appello inoltre alle autorità israeliane a tenere pienamente conto dell'impatto sui civili di tutte le future operazioni militari.

Informazioni ulteriori: Vincent Lusser CICR Ginevra 0041 22 730 2458
Kim Gordon-Bates, CICR Ginevra

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3-
1° Corso di Diritto Internazionale Umanitario CABLIT :

"Il Diritto internazionale e la tutela dei Diritti Umani"
Palazzo Aeronautica, Roma, 6 giugno 2002 Viale dell'Università 20 - Roma

Nell'ambito delle attività statutarie, il Consiglio Direttivo della CABLIT Onlus ha deliberato lo
svolgimento di un corso di formazione sulla tutela dei diritti umani nell'ambito del diritto internazionale umanitario, con l'intervento in qualità di relatori di accademici, esperti civili e militari, esponenti di altre Organizzazioni Umanitarie. Il corso è aperto, oltre ad operatori civili e militari nelle operazioni di pace e umanitarie, a tutti i cittadini che vogliono approfondire le tematiche dei diritti umani nell'ambito del diritto internazionale umanitario.

Per preiscrizioni e ogni informazioni rivolgersi all'avv. Isidoro Palumbo, via Barberini, 3/a, 00187
Roma, email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


2. Corso CRI Informativo DIU con distintivo
-------------------------------------------
Il Comitato Provinciale di Piacenza della Croce rossa italiana organizza sabato 1 giugno 2002, presso la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Piacenza, il 2° corso intercomponenti informativo di diritto internazionale umanitario dei conflitti armati
- con distintivo. Il corso è aperto a tutti i volontari delle organizzazioni non governative, agli appartenenti alle forze armate e di polizia, agli studenti e alla popolazione civile.

È necessario inviare una scheda di preiscrizione al Comitato provinciale CRI di Piacenza.

Per informazioni e preiscrizioni:
CROCE ROSSA ITALIANA,
Comitato Provinciale di Piacenza,
Tel. 0523.324355 Fax 0523.322668,
Vice Presidente Tosini;
per informazioni Avv. Isidoro Palumbo
email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ; Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo .

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.