Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 102 del 23 Ottobre 2002 Stampa E-mail
martedì 22 ottobre 2002
23 ottobre 2002
nr. 102
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)



----------------------------------------------------------------------------------

1- CICR News 42 del 17 ottobre 2002
Traduzione non ufficiale di Simon G.Chiossi e Roberto Arnò

2- CICR - Comunicato stampa - 10 ottobre 2002
Visita del Presidente del CICR in Israele, nei territori occupati e nei territori autonomi,
Traduzione non ufficiale di Giò Comci

3- News Federazione Internazionale nr. 76/02 del 22 ottobre 2002
"Primi Soccorsi : La Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (FICRMR) e l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (ACNUR) uniscono i loro sforzi"
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

4- Il Comitato Provinciale Croce Rossa Italiana di Parma e la Cablit Onlus organizzano
sabato 23 novembre 2002,
"Corso provinciale intercomponenti informativo di diritto internazionale umanitario dei conflitti armati" presso il Circolo di Lettura di Parma
Comunicatoci da Isidoro Palumbo

5- Sul sito web www.cri-latina.it si può trovare "Inno della Croce Rossa" e "Sicurezza sulle strade".
di M.Grazia Baccolo

1-
[INFO-PRESS-FR:228] CICR News 42 del 17 ottobre 2002
Indonesia: la risposta della Croce-Rossa all'attentato di Bali
Squadre di emergenza della Croce-Rossa hanno prestato soccorso alle vittime della bomba esplosa il 12 Ottobre a Kuta Beach (Bali). Un centinaio di volontari hanno coadiuvato il personale sanitario nel soccorso e trasferimento di feriti, nei contatti con le famiglie e nella gestione dei corpi delle vittime dell'attacco. L'operazione viene tuttora gestita dalla Croce-Rossa Indonesiana con l'aiuto della Federazione Internazionale, del CICR e di altre Sociata' Nazionali, in particolare della Croce-Rossa Australiana.

Costa D'Avorio: una delegazione del CICR di stanza a Bouaké
Dal 10 Ottobre una delegazione del CICR e' in pianta stabile a Bouaké per aiutare le vittime del conflitto. Operazioni di soccorso per i profughi (di varie nazionalita') sono in atto nelle localita' di M'bahiakro e Didiévi, situate nella parte centro-orientale del paese.
A seguito delle violenze tra comunita' differenti nella Costa D'Avorio occidentale che hanno provocato la fuga di migliaia di abitanti, l'11 Ottobre il CICR ha cominciato la distribuzione di medicinali e beni di prima necessita' ai profughi. La locale Societa' Nazionale della Croce-Rossa, con l'aiuto del CICR, ha fornito pasti a centinaia di rifugiati di alcune citta' del Mali al confine con la Costa D'Avorio.

Pericolo per le popolazioni zingare dell'Europa orientale
Peggiorano le condizioni di vita degli Zingari, popolazione sparpagliata sul territorio di una ventina di paesi (principalmente europei), soprattutto a partire dalla fine della guerra fredda, a causa della crisi economica, della rimonta dei nazionalismi ed in seguito ai conflitti della ex-Yugoslavia. Un'inchiesta sul problema e' contenuta nell'ultimo numero di Croix-Rouge Croissant-Rouge, il periodico del Movimento Internazionale della Croce-Rossa e della Mezzaluna-Rossa. Ulteriori informazioni sono presenti sul sito del CICR.

Argentina: seminario sul rispetto del Diritto Internazionale Umanitario
La delegazione regionale del CICR di Buenos Aires, con il supporto delle Istituzioni, ha organizzato il 7 Ottobre un seminario sul tema dell'attuazione del Diritto Internazionale Umanitario, riunendo 230 partecipanti tra cui numerose cariche dello Stato, esponenti dell'Universita' e membri delle Forze Armate. L'obiettivo principale e' stato quello di rafforzare l'impegno legislativo per l'adattamento dell'ordinamento giuridico interno al Diritto Internazionale Umanitario.

@@@@@@@@@@@@@@@@


2-
[INFO-PRESS-FR:226] CICR - Comunicato stampa - 10 ottobre 2002
Visita del Presidente del CICR in Israele, nei territori occupati e nei territori autonomi,

Tale Aviv (CICR) - Il Presidente del Comitato Internazionale del Croce Rossa (CICR), Jakob Kellenberger, ha concluso oggi una visita di sei giorni in Israele, nei territori occupati e nei territori autonomi. Ha incontrato il presidente israeliano, Moshe Katsav, il primo ministro, Ariel Sharon, ed il presidente dell'autorità palestinese, Yasser Arafat. Si è intrattenuto coi ministri e gli alti responsabili civili e militari israeliani e palestinesi. A tutti ha partecipato le gravi preoccupazioni del CICR concernente la situazione attuale. "Il CICR è presente dal 1967 nella regione, che attraversa la peggiore crisi sul piano umanitaria da questa data", ha dichiarato.

La visita del presidente avviene in un momento di crisi dominata da un vicolo cieco politico, dallo scoppio della violenza e dalle difficoltà economiche, altrettanti fattori che contribuiscono ad aggravare la situazione umanitaria della popolazione palestinese ed il clima di insicurezza crescente che prevale nella società israeliana.

Pure riconoscendo i problemi in materia di sicurezza, Kellenberger ha chiesto insistentemente alle autorità israeliane di mettere pienamente in opera le disposizioni della IV Convenzione di Ginevra ed in sostanza, "di prendere le misure che permetteranno alla popolazione civile che vive nei territori occupati di riprendere una vita quanto più normale possibile, e di rispondere ai suoi bisogni umanitari". Ha messo in evidenza gli effetti nefasti sulla popolazione palestinese delle gravi restrizioni alla libertà di movimento e del cessate il fuoco.

Un elemento fondamentale del mandato del CICR è di fare in modo che il diritto internazionale umanitario sia rispettato. Un punto importante sollevato dal presidente del CICR durante le sue riunioni è stata la necessità assoluta per coloro che ricorrono alla forza di fare distinzione tra combattenti e civili, e di rispettare in ogni tempo il principio di proporzionalità. Ogni attacco contro i civili è vietato rigorosamente in virtù del diritto internazionale umanitario e non può essere giustificato in nessuna circostanza.

Durante gli incontri che ha avuto coi rappresentanti di famiglie di detenuti palestinesi a Gaza, Jakob Kellenberger ha parlato del diritto dei prigionieri di ricevere le visite dei membri della loro famiglia. A Tale Aviv, si è intrattenuto con le famiglie israeliane preoccupate della sorte dei loro cari deportati o scomparsi. A tutti quelli che ha incontrato, ha ripetuto la determinazione del CICR di ottenere dei risultati. "Il CICR non dimentica e non rinuncia", ha aggiunto.

Kellenberger ha lanciato anche una appello affinché siano rispettati gli emblemi della croce rossa e della mezzaluna rossa così come tutte le missioni mediche che sono protette dal diritto internazionale umanitario. Ha parlato della necessità di facilitare l'azione dei servizi medici di emergenza del mezzaluna rossa palestinese e della Magen Davide Adom, sottolineando che in tempo di conflitto armato e di violenza, le squadre mediche devono essere autorizzate a condurre liberamente le loro attività di soccorso.

Quando ha incontrato i presidenti della Magen Davide Adom e del mezzaluna rossa palestinese, Kellenberger li ha assicurati sulla volontà del CICR di sostenere i servizi di ambulanza. Ha ricordato anche gli sforzi che vengono fatti per risolvere il problema dell'emblema in vista di integrare la Magen Davide Adom nel Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Al termine della sua visita, Kellenberger ha riassunto in alcune parole i colloqui che aveva avuto con le differenti autorità: Le "nostre discussioni sono state sincere ed aperte, ed i responsabili incontrati si sono impegnati a cooperare maggiormente col CICR, per migliorare la situazione sul campo, che, dal punto di vista umanitario, è inaccettabile".

Per maggiori notizie:
CICR Gerusalemme: Aleksandra Matijevic, tel. : 052 95 63 71, Nada Doumani, tel. : 057 73 52 35
CICR Gaza: Jessica Barry, tel. : 057 691 341, Iyad Nas'r, tel. : 059 33 00 39
CICR Tale Aviv: Uriel Masad, tel.: 064 68 14 55

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ò

3-
News Federazione Internazionale nr. 76/02 del 22 ottobre 2002

Notizia in breve

"Primi Soccorsi : La Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (FICRMR) e l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (ACNUR) uniscono i loro sforzi"


La FICRMR ha firmato con l'ANCUR un memorandum d'accordo, secondo il quale le Società Nazionali della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (Società Nazionali) potranno assicurare al personale dell'Agenzia dell'ONU una formazione al primo soccorso.

Questo accordo fa seguito alla decisione dell'ACNUR di rinforzare il grado di preparazione e la capacità di reazione alle situazioni d'urgenza fra gli impiegati espatriati e locali. A seguito della sua esperienza nel settore e della sua larga diffusione geografica, la FICRMR è stata considerata l'organizzazione più adatta a rispondere a questa necessità. " Siamo estremamente soddisfatti di questo accordo che ci permetterà di collaborare con la Federazione Internazionale nel settore del primo soccorso, che riveste un'importanza primordiale per la nostra istituzione", ha dichiarato Kiyoshi Murakami, responsabile dello sviluppo delle risorse umane alla sede ACNUR di Ginevra.

@@@@@@@@@@@@@@@@

4-
Il Comitato Provinciale di Parma della Croce rossa italiana e la Cablit Onlus organizzano sabato 23
novembre 2002, presso il Circolo di Lettura di Parma, il Corso provinciale intercomponenti informativo di diritto internazionale umanitario dei conflitti armati - con distintivo.

Il corso è aperto a tutti i volontari delle organizzazioni non governative, agli appartenenti alle
forze armate e di polizia, agli studenti e alla popolazione civile.

È necessario inviare una scheda di preiscrizione al Comitato provinciale CRI di Parma al fax 0521.289730 con le proprie generalità.
La quota di iscrizione (attestato + distintivo) è pari a euro 20.00. Per i soci CRI e CABLIT è di euro 10.00.

Per informazioni e preiscrizioni: CROCE ROSSA ITALIANA,
Comitato Provinciale di Parma, Ispettorato Infermiere Volontarie Tel. 0521.284970
Fax 0521.289730, Slla Magnelli e S.lla Soncini;
per informazioni Avv. Isidoro Palumbo - Direttore del Corso
email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

5-
Sul sito web www.cri-latina.it Inno della Croce Rossa e Sicurezza sulle strade.

La musica dell'inno della CRI di Leoncavallo è ascoltabile e scaricabile, completo anche di testo scritto sul sito della CRI di Latina. Tante sono le richieste che riceviamo al Museo riguardo ad avere ilo testo e la musica dell'Inno della CRI ecco che la Croce Rossa di Latina lo mette a disposizione di chiunque ne abbia bisogno.


Informazioni sull'attività del personale volontario della CRI di Latina in merito alla campagna europea per la sicurezza sulle strade che è rivolta ai giovani ed alla prevenzione delle stragi del sabato sera. I ragazzi di Latina sono disponibili a dare, a chi fosse interessato, tutte le informazioni necessarie ad intraprendere questa attività così importante. Riuscendo ad entrare, nel modo giusto, nei luoghi frequentati da giovani si cerca (ed a volte ci si arriva) di salvare tante vite umane. E' un'attività che il Movimento Internazionale sta portando avanti a livello europeo, consiglio quindi di andare a vedere questo sito.
M.Grazia Baccolo

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.