Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 110 del Gennaio 2003 Stampa E-mail
martedì 14 gennaio 2003
nr. 110
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)
----------------------------------------------------------------------------------

1-
CICRNews n. 04 del 10 gennaio 2003
IL CICR raccomanda un'azione più attiva in favore delle persone scomparse.
Traduzione non ufficiale di Monica Benoldi e Roberto Arnò

2-
CICRNews n. 05 del 13 gennaio 2003
Guantanamo Bay: messaggi sempre più preziosi.
Traduzione non ufficiale di Monica Benoldi e Roberto Arnò


3-
Corso di formazione “Il diritto internazionale dei conflitti armati”
Università degli studi di Foggia – marzo 2003
Comunicatoci da Isidoro Palumbo

1- CICRNews n. 04 del 10 gennaio 2003

IL CICR raccomanda un'azione più attiva in favore delle persone scomparse.

Il CICR ha esortato i governi a prendere delle misure energiche al fine di
impedire le sparizioni di persone a seguito di conflitti armati o di
violenze interne. In una dichiarazione destinata al gruppo di lavoro delle
Nazioni Unite, incaricato di elaborare un progetto di strumento normativo
vincolante per la protezione di qualsiasi persona dalla sparizione
forzata, gruppo che si riunisce ora a Ginevra, il CICR ha deplorato il
fatto che spesso, da parte dei governi e delle parti in conflitto, manca la
volontà politica di impedire le sparizioni e di sostenere gli sforzi mirati
a far luce sulle sorti delle persone di cui non si sa più niente. Nella sua
dichiarazione il CICR ha ugualmente appoggiato l'idea di mettere a punto
nuove regole vincolanti, al fine di venire a capo del problema posto dalle
sparizioni.
Indirizzandosi al gruppo di lavoro, il CICR ha sottolineato che il fatto
di non sapere ciò che è successo ad una persona cara scomparsa a causa di un
conflitto armato, è una dura realtà per innumerevoli famiglie nel mondo. Il
CICR ha ugualmente osservato che, oltre le conseguenze tragiche per le
famiglie stesse, la sorte sconosciuta degli scomparsi può continuare a
compromettere le relazioni fra gruppi e nazioni, anche dopo diversi decenni
dalle sparizioni.
Il CICR ha d'altronde annunciato che organizzerà una conferenza
internazionale di esperti governativi e non governativi sul problema delle
persone scomparse nel corso di conflitti armati o disordini interni.
Questa conferenza, che si terrà dal 19 al 21 febbraio 2003, a Ginevra, ha
per obiettivo di riaffermare ed accrescere la portata del Diritto
Internazionale che protegge le persone scomparse e le loro famiglie, così
da elaborare le migliori prassi operative per i governi e le
organizzazioni non governative interessate a questi problemi.

Per maggiori informazioni: http://www.themissing.icrc.org o prendere
contatto con Florian Westphal, tel: +41 22 730 29 30 o Antonella Notari,
tel: +41 22 730 22 82





2-
CICRNews n. 05 del 13 gennaio 2003

Guantanamo Bay: messaggi sempre più preziosi.

Via via che il tempo passa a Guantanamo Bay, la possibilità di inviare e
di ricevere messaggi Croce-Rossa (brevi lettere personali scambiate fra i
membri di una stessa famiglia) diviene sempre più importante per le persone
(più di 600) che sono internate dagli Stati Uniti in questa base, e per le
loro famiglie all'estero.
Durante l'anno che ha seguito l'arrivo dei primi internati a Guantanamo
Bay, sono stati scambiati circa 3300 messaggi di Croce-Rossa . Essi
rappresentano uno strumento essenziale per mantenere i contatti, in
particolare per gli internati le cui famiglie vivono in zone isolate, non
coperte dai servizi postali. E' spesso il solo mezzo per queste persone di
restare in relazione con i loro cari.
Il CICR si impegna a trasmettere questi messaggi in una ventina di paesi.
Questa attività occupa centinaia di collaboratori del CICR e di Società
nazionali di Croce-Rossa e di Mezzaluna-Rossa, che raccolgono e consegnano
questi messaggi.
Olivier Martin, responsabile dell'équipe del CICR durante l' ultima visita
a Guantanamo Bay, ha dichiarato che lo scambio di messaggi di Croce-Rossa
si era progressivamente intensificato. "Più la loro detenzione si prolunga,
più gli internati risentono l'effetto della separazione con le loro
famiglie. Per noi questi messaggi costituiscono uno degli aspetti più
importanti e più gratificanti del nostro lavoro a Guantanamo".
Il CICR ha recentemente portato a termine la sua 24sima visita alle
persone internate, monitorando così in modo costante che essi siano
trattati con umanità dalle autorità americane, conformemente ai principi
enunciati nelle Convenzioni di Ginevra. Il CICR prevede di effettuare delle
visite regolari a Guantanamo Bay fino a che delle persone vi saranno
internate.

Per maggiori informazioni: Florian Westphal, CICR Ginevra, tel: +41 22 730
29 30 o +41 79 217 32 26


3- Corso di formazione “Il diritto internazionale dei
conflitti armati”
Università degli studi di Foggia – marzo 2003

Il Sovrano Militare Ordine di Malta – ACISMOM – CISOM
organizza il corso di formazione in diritto
internazionale dei conflitti armati che si terrà
all’Università degli Studi di Foggia, nella prossima
primavera (orientativamente il 15 marzo 2003).
Alla fine del Corso, a coloro che avranno superato i
test valutativi finali sarà consegnato un attestato di
frequenza con successo. La quota di iscrizione è di
euro 20.00, da versare all’arrivo in Università.
Necessità inviare via posta una scheda di prescrizione
contenente i propri dati anagrafici e un breve c.v. di
una pagina massimo alla Segreteria Organizzativa.
Segreteria Organizzativa: Studio Legale Associato
Marzocco Via Gorizia 8 – 71100 Foggia – tel.
0881.709200 - Fax 0881.772858.
Ogni ulteriore informazione potrà essere richiesta via
email a: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Il Direttore del Corso
Prof. Avv. Isidoro Palombo
Via Barberini 3 - 00187 Roma

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.