Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 132 del 28 Aprile 2003 Stampa E-mail
domenica 27 aprile 2003
28 aprile 2003
nr. 132
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr. 705 indirizzi e-mail


----------------------------------------------------------------------------------

1- Bollettino IRAQ - 26 Aprile 2003 - Ultime informazioni dello staff ICRC in Iraq.
L'ICRC lavora a Baghdad e Basra per ristabilire i contatti famigliari.
La situazione umanitaria si è assestata a Mosul.
L'ICRC e la Federazione hanno dato il via ad attività di supporto alla Mezzaluna Rossa Irachena.
Traduzione non ufficiale dall’originale inglese di Giuseppe Sonzogni


2- Notizia n° 03/42 del 22 aprile 2003
Israele, territori occupati e territori autonomi: <il diritto umanitario viene introdotto nelle scuole palestinesi.>
Traduzione non ufficiale dall’originale francese di Elisa Barzaghi
1- Bollettino IRAQ - 26 Aprile 2003 - Ultime informazioni dello staff ICRC in Iraq.

- L'ICRC lavora a Baghdad e Basra per ristabilire i contatti famigliari.
- La situazione umanitaria si è assestata a Mosul.
- L'ICRC e la Federazione hanno dato il via ad attività di supporto alla Mezzaluna Rossa Irachena.

Baghdad - Situazione generale

A seguito dell'esplosione al deposito di munizioni nell'area di Zaafaraniya nella zona su est di Baghdad di questa mattina, una squadra dell'ICRC ha visitato gli ospedali locali per farsi verificare se necessitassero di aiuto per trattare i feriti. L'ICRC continua a supportare il lavoro dell'ospedale
psichiatrico Al Rashad, che è stato pesantemente saccheggiato e danneggiato tra il 9 e l'11 Aprile.
Solo circa 400 dei più dei 100 pazienti dell'ospedale hanno fatto ritorno, lasciando molti degli altri, alcuni dei quali molto instabili, a vagabondare nelle strade.
L'ICRC sta fornendo regolarmente materiale medico, così come cibo ed acqua potabile per i pazienti. Nonostante ciò, in un incidente che dimostra quanto sia precaria la situazione di sicurezza a Baghdad, i vetri per finestre forniti dall'ICRC all'ospedale il 25 Aprile sono stati trafugati,
praticamente nell'istante stesso in cui sono stati consegnati.

Contatti Famigliari

Fin da questa mattina l'ufficio ICRC a Baghdad ha messo 14 telefoni satellitari a disposizione degli Iracheni desiderosi di contattare i propri famigliari all'estero. Nel frattempo l'ICRC continua a raccogliere centinaia di messaggi "tutto bene" ogni giorno. Questi messaggi sono inviati via fax a Ginevra da dove sono inoltrati alle Società Nazionali di Croce Rossa e mezzaluna Rossa che provvedono poi a recapitarli ai destinatari. L'ICRC a Baghdad pubblicherà presto l'elenco dei nomi degli Iracheni all'estero ce si sono registrati sull'apposito sito www.familylinks.icrc.org per chiedere notizie sui propri famigliari che vivono nella capitale irachena e sta anche lavorando per trasmettere i messaggi dei prigionieri di guerra Iracheni nelle mani delle forze dalla coalizione.

Iraq del Nord

La situazione della città di Kirkuk sembra migliorare sempre più. Secondo la squadra medica dell'ICRC che ha visitato la città la distribuzione di acqua ed energia elettrica sono tornati ai loro livelli normali. Nel governatorato di Doluk si è provveduto a riportare la distribuzione dell'acqua a livelli accettabili, anche se la fornitura di energia elettrica è interrotta. Ad Erbil la situazione è simile.

Iraq del Sud

A Basra l'ICRC continua ad aiutare le famiglie Irachene che hanno perso i contatti con i loro parenti a causa della guerra. Circa 900 persone sono state messe in condizione di chiamare, via telefono satellitare, i propri cari all'estero e quasi 140 messaggi di Croce Rossa sono stati raccolti.
Oltre a ciò l'ICRC ha anche distribuito 300 messaggi "tutto OK" indirizzati dai prigionieri di guerra (POW) Iracheni ai propri famigliari che vivono nell'area di Basra.
Nel frattempo l'ICRC e la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa hanno iniziato a verificare la situazione della Società Nazionale Irachena della Mezzaluna Rossa (IRCS), nell'ottica di rimetterla, nel più breve tempo possibile., in grado di agire come una
organizzazione umanitaria indipendente. hanno iniziato ispezionando l'unità locale di Basra ed hanno pianificato visite a Nasariya, Samawa, Najaf e Kerbala.


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


2- Notizia n° 03/42 del 22 aprile 2003
Israele, territori occupati e territori autonomi:
<il diritto umanitario viene introdotto nelle scuole palestinesi.>

Il CICR ha firmato il 16 aprile con l’Autorità palestinese un protocollo d’accordo che permetterà di introdurre il programma “Esploriamo il diritto umanitario” (EDH) nel sistema educativo palestinese.
Questo programma, concepito per i giovani del mondo intero, è stato messo in cantiere ed elaborato dal CICR nel 1998. Comprende del materiale e più modelli didattici e può essere facilmente integrato nei programmi scolastici esistenti. Delle prime misure di esecuzione sono state prese in 70 paesi, e 10 di questi le applicano già nelle loro classi. Il CICR si occupa anche di integrare il programma EDH nel sistema scolastico israeliano, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e David Adom.

Il CICR ritiene che sia estremamente importante far passare il suo messaggio umanitario ai giovani; <<i giovani di oggi sono gli adulti di domani>> ha dichiarato François Bellon, capo della delegazione del CICR. Loro parteciperanno agli affari pubblici nei loro Stati, è possibile che saranno indotti a prendere delle decisioni o a ricorrere alle armi>>. Questo inizio è tanto più importante dal momento che sempre più minori, alcuni dei quali molto giovani, sono coinvolti in conflitti armati attuali, e ciò non solo come vittime ma anche come combattenti.

Un primo contatto era stato preso a questi scopi nel 2001 con il ministero palestinese dell’Istruzione ed i suoi rappresentanti hanno già assistito a due corsi EDH, uno a Ginevra e l’altro in Marocco. Il ministero organizzerà dei corsi di formazione di istruttori e lancerà il progetto pilota in più scuole. Quanto al CICR, parteciperà alla formazione iniziale e fornirà i moduli didattici ed anche un sostegno finanziario. Infine, la Mezzaluna palestinese, forte della sua esperienza nel campo dell’insegnamento del diritto internazionale umanitario, contribuirà all’organizzazione dei corsi e dei corsi di aggiornamento destinati agli educatori ed insegnanti e consiglierà il ministero sulle questioni tecniche.

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.