Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 136 del 10 Maggio 2003 Stampa E-mail
venerdì 09 maggio 2003
10 maggio 2003
nr. 136
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr. 715 indirizzi e-mail


----------------------------------------------------------------------------------

1- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/29 del 5 maggio 2003
<Il presidente del CICR in visita a Baghdad>
Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera

2- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/30 del 5 maggio 2003
<Iraq/Iran: Rimpatrio di prigionieri di guerra iracheni>
Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera

3- CICR news nr. 47 del 1 maggio 2003
<Iraq: Una tragedia tutto sommato ordinaria>
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

4- L’Associazione dei Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta - CISOM organizza sabato FOGGIA 7 giugno 2003
CORSO DI PROTEZIONE CIVILE E DI COOPERAZIONE CIVILE MILITARE
Comunicatoci da Isidoro Palumbo e Riccardo Romeo

Nota:

Sono state aggiornate pagine del sito web del Museo riguardo
- "Da Solferino a Castiglione - Fiaccolata 2003" (link ai siti che pubblicano foto della manifestazione -
elenco aggiornato delle iscrizioni).
- "Attività" - "Eventi in programma al Museo" e "Documentazione Storia e Dititto Internazionale
Umanitario- approfondimenti"

M.Grazia Baccolo
1- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/29 del 5 maggio 2003
Il presidente del CICR in visita a Baghdad

Ginevra (CICR) – Il presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), Jakob Kellenberger, è arrivato oggi [5 maggio, NdT] a Baghdad a bordo di un aereo del CICR. Nel corso del suo soggiorno nella capitale irachena, il presidente Kellenberger visiterà strutture mediche e stazioni di trattamento dell’acqua, al fine di rendersi conto personalmente della situazione sul campo.

“Io volevo venire a Baghdad e ringraziare personalmente i nostri collaboratori in Iraq per il coraggio e la determinazione si cui essi hanno fatto prova durante un periodo estremamente difficile - ha spiegato il presidente del CICR – Distribuendo dei soccorsi sanitari e procedendo a delle riparazioni d’urgenza negli ospedali e sulle installazioni idrauliche, essi hanno aiutato il personale medico e i tecnici iracheni nei loro instancabili sforzi al fine di salvare delle vite”.

Jakob Kellenberger deve incontrare il personale del CICR a Baghdad questa mattina [5 maggio, NdT]. Parteciperà anche ad una cerimonia in ricordo di Vatche Arslanian, un delegato dell’istituzione ucciso l’8 aprile durante i combattimenti a Baghdad. Ci sono attualmente circa 450 impiegati del CICR, di cui 60 espatriati, a Baghdad, Bassora, Erbil, Dohouk e Soulaymaniyah.

Il presidente del CICR prevede anche di intrattenersi con Jay Garner, responsabile dell’Ufficio americano della ricostruzione e dell’assistenza umanitaria, al fine di discutere della situazione attuale in Iraq, delle sue conseguenze giuridiche e del ruolo giocato dal CICR in quanto organizzazione umanitaria indipendente.

Nel corso dei prossimi mesi, il CICR, con le altre componenti del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, proseguirà gli sforzi intrapresi per proteggere ed aiutare le persone colpite dal conflitto e dai suoi effetti. Continuerà anche ad apportare il suo sostegno agli ospedali e alle installazioni di trattamento e di approvvigionamento idrico. Il CICR è presente in Iraq dal 1980.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/30 del 5 maggio 2003
Iraq/Iran: Rimpatrio di prigionieri di guerra iracheni

Ginevra (CICR) – Quindici anni dopo la fine della guerra tra l’Iraq e l’Iran, 59 prigionieri iracheni sono stati rimpatriati il 5 maggio sotto gli auspici del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR).

Il ritorno dei prigionieri è stato il frutto delle negoziazioni tra il CICR e le autorità iraniane. Una squadra di cinque delegati, dei quali un medico ed un infermiere, hanno accompagnato i rimpatriati sull’aereo del CICR che li ha condotti da Teheran a Baghdad. Conformemente alle abituali procedure dell’istituzione, i delegati avevano preliminarmente registrato i prigionieri e si erano intrattenuti senza testimoni con ciascuno di essi al fine di assicurarsi che ritornassero in Iraq volontariamente.

Il CICR a Baghdad ha adottato le misure necessarie per riunire i rimpatriati alla loro famiglia in Iraq.

Dall’inizio della guerra Iraq/Iran, nel 1980, il CICR ha supervisionato il rimpatrio di circa 97.000 prigionieri di guerra delle due parti.


(Gli ultimi rimpatri di prigionieri di guerra iracheni risalivano a gennaio 2002 – 507 prigionieri -, novembre 2002 – 20 prigionieri - e nel marzo 2003 – 882 prigionieri – NdT)

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3- CICR news nr. 47 del 1 maggio 2003
Iraq: Una tragedia tutto sommato ordinaria.

Dopo vent’anni di detenzione in Iran, Adnan ritorna a Bagdad in marzo, all’inizio dell’ultima guerra. Tutto è cambiato, anche i nomi delle strade. Adnan ha difficoltà a ritrovare la sia via nella città moderna che è diventata Bagdad. Sgomento, non arriva ad adattarsi: la società è cambiata ed i valori ai queli egli credeva si sono svalutati. Anche i biglietti di banca che ha ricevuto in cambio dei suoi lunghi anni di detenzione valgono praticamente niente. Il sogno che custodiva, di costruire una casa sfuma rapidamente.
La sua memoria non è più così buona come prima. Impiega diversi giorni per ritrovare la casa dei suoi genitori, ma qualcun altro ci abita ed anche i vicini hanno traslocato. Incontra finalmente un vecchio che si ricorda di lui. E’ stupefatto di vedere Adnan perché tutti lo credevano morto. Allora l’uomo racconta ad Adnan che suo padre p deceduto sette anni fa e sua madre tre anni più tardi. Disperato Adnan si mette in seguito alla ricerca di sua moglie. Dopo diversi giorni molto difficili, egli trova il suo numero di telefono ed apprende che ora abita all’estero. La guerra ha distrutto la rete di telecomunicazioni, ma qualcuno gli ha consigliato di rivolgersi al CICR, che ha attivato un servizio di telefonia via satellite. Conosce dov’è l’ufficio del CICR, perché è là, che gli è stato consegnato il certificato di detenzione qualche giorno prima. Al suo arrivo all’ufficio, Adnan prende posto nella fine di attesa, la sua impazienza aumenta con il passare del tempo. Intorno a lui, gli impiegati del CICR e i volontari della Mezzaluna Rossa dell’Iraq si stanno occupando delle domande, di comporre i numeri di telefono e di mettere in contatto le persone con i propri cari all’estero per la prima volta da settimane. Adnan è sempre più teso. Alla fine è arrivato il suo turno. Prende il telefono e pronuncia qualche parola tremolante, poi un lungo silenzio. Nell’ufficio dove regna l’agitazione, ci si rende subito conto che qualcosa non va. Nel silenzio che si diffonde, Adnan scoppia in singhiozzi. Riaggancia il telefono e se ne va, il suo viso è vuoto di ogni espressione. Sua moglie si è risposata da un anno.

Per informazioni:
Tamara Al-Rifai CICR Ginerva ++ 41 79 2446414
Florian Westphal CICR Ginevra ++ 41 79 2173226
Nada Doumani CICR Bagdad ++ 873 761 845610

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

4- Foggia
L’Associazione dei Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta - CISOM organizza sabato 7 giugno 2003 il CORSO DI PROTEZIONE CIVILE E DI COOPERAZIONE CIVILE MILITARE, con distintivo.

Principali temi trattati:
- Legislazione nazionale e normativa internazionale in materia di protezione e difesa civile;
- Azioni internazionali di soccorso;
- Cooperazione civile militare;
- Gestione grandi emergenze: esperienze nazionali e internazionali;

Il corso durerà una intera giornata dalle ore 8.30 alle ore 18.00, presso l’Università degli
Studi di Foggia. La quota di iscrizione è fissata in euro 20.00 (comprensiva di materiali ed
attestato di partecipazione). Il distintivo costa euro 5.00.

È necessaria la pre-iscrizione al corso mediante fax contenente i dati anagrafici ed i recapiti.

Segreteria Organizzativa:
Studio Legale Associato Marzocco - Via Gorizia 8 - 71100 Foggia
tel. 0881.709200 - Fax 0881.772858;
Pre-iscrizioni: fax 0881.772858;

Per ogni informazione: Avv. Isidoro Palumbo, Via Barberini 3 - 00187 Roma, tel/fax 06.39740267,
email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ; Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , cell. 333.9505966.

Il Direttore del Corso: Avv. Isidoro Palumbo
 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.