Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 243 del 31 Marzo 2005 Stampa E-mail
mercoledì 30 marzo 2005

31 Marzo 2005
nr. 243
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr 1.196 indirizzi e-mail


----------------------------------------------------------------------------------

1-Dal sito web della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
“Nias: Terremoto” Bollettino d’informazione no. 01/2005 del 28 Marzo 2005
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

 

2-Dal sito della Federazione Internazionale Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
“Croce Rossa Mezzaluna Rossa inizia le procedure di evacuazione in seguito al terremoto di 8.7 Richter che ha colpito la regione di Sumatra, scatenando le paure per lo tsunami”
28 Marzo 2005
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

 

 

3-CICRNews 05/27 del 24 marzo 2005
“Repubblica di Guinea : tavola rotonda fra il più alto livello del comando delle Forze armate e il CICR”
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

 

4-“Fiaccolata 2005 sul web “
di M.Grazia Baccolo

 

5- Allegato
Dal sito web del CICR
“Domande frequenti sul CICR ed il suo mandato”
Traduzione di Monica Benoldi e Simon G.Chiossi

 

 


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

1-Dal sito web della Federazione Internazionale della Croce Rossa e
Mezzaluna Rossa “Nias: Terremoto”
Bollettino d’informazione no. 01/2005 del 28 Marzo 2005
Questo bollettino d’informazione (no.01/2005) è stato edito solo per informazione. Attualmente la Federazione non è alla ricerca di fondi o di altro tipo di assistenza dai donatori per questa operazione.
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

 

 

La situazione

Un terremoto di magnitudo 8.7 della scala Richter ha colpito l’area settentrionale di Sumatra, in Indonesia, alle ore 16:09 del 28 Marzo.2005. L’epicentro è stato localizzato a 2.09N 97.02E, a 205 kilometri ovest-nord-ovest di Siboloa. Il terremoto è durato tre minuti ed è stato sentito fino in Malaysia. Mentre non sono state confermate le voci di decessi e danni materiali, ci sono state interruzioni nell’erogazione di elettricità a Banda Aceh.

 

Un terremoto di intensità 8.7 genera una frattura di ampiezza compresa tra i 200 ed i 400 kilometri ed uno spostamento di diversi metri. L’epicentro è situato 30 Km sotto il mare, ed esiste il rischio di uno tsunami nell’Oceano Indiano, ma per ora non è confermato. Non ci sono segnalazioni di tsunami, ma sono attesi futuri aggiornamenti.

 

I rilievi preliminari, comunque, indicano ch el’energia rilasciata è circa 30 volte inferiore di quella del terremoto del 26 Dicembre, e che, se fosse stato generato uno tsunami, sarebbe più piccolo di quello del Dicembre 2004. Le autorità in prossimità dell’epicentro sono state avvertite riguardo al rischio tsunami e della necessità di reagire di conseguenze.

 

 

L’azione della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa

Un elicottero della Croce Rossa partirà all’alba, concentrandosi sulle isole dell’arcipelago di Nias. Anche un Cessna (piccolo aereo da turismo, NdT) della Croce Rossa partirà da Medan domani per verificare la situazione delle coste. La Croce Rossa Indonesiana (PMI) stima di avere una scorta di aiuti sufficiente presso Banda Aceh, Meulaboh e Medan in caso di necessità. Domani (oggi, NdT) si terrà un incontro di coordinamento con le autorità governative alle 7:30 a Jakarta, al quale prenderà parte il Capo-Delegazione della Federazione Internazionale.

 

Tutte le ambulanze ed i volontari della Croce Rossa, in Sri Lanka, sono già stati mobilitati lungo la costa: i materiali ed il personale della Croce Rossa sono pronti per intervenire in Sri Lanka.

 

La notizia del terremoto è stata trasmessa al Segretariato di Ginevra da Meulaboh dieci minuti dopo l’evento, ed è stata costituita rapidamente una squadra, a Ginevra, per gestire l’emergenza, incluso il primo contatto con le Società Nazionali.

 

Attualmente, non ci sono notizie riguardanti infortuni occorsi al personale di Croce Rossa Mezzaluna Rossa in Indonesia – la conferma è attesa per questa mattina (29 Marzo, NdT).

 

 

http://www.ifrc.org/cgi/pdf_appeals.pl?rpts05/indonesia280305.pdf

 

2-Dal sito della Federazione Internazionale Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
“Croce Rossa Mezzaluna Rossa inizia le procedure di evacuazione in seguito
al terremoto di 8.7 Richter che ha colpito la regione di Sumatra, scatenando
le paure per lo tsunami” 28 Marzo 2005
Traduzione non ufficiale di Colum Donnelly

 

La Federazione Internazionale di Croce Rossa Mezzaluna Rossa (IFRC) ha lanciato le proprie procedure di coordinamento di emergenza a Ginevra, in risposta al terremoto di magnitudo 8.7 Richter, avvenuto alle ore 5:09pm GMT. L’epicentro è stato localizzato a 220 Km ovest-nord-ovest al largo dalle coste di Sumatra, scatenando la paura di un altro tsumani.

 

L’energia elettrica è stata interrotta a Banda Aceh. In ogni caso, è stato stabilito un contatto con il Coordinatore del Programma Tsunami della Federazione della regione che ha riferito: “Il terremoto è stato molto forte ed è durato più a lungo del solito, circa tre minuti. Le persone sono scappate dalle proprie case e dalle tende temporanee ed hanno iniziato a fuggire verso l’entroterra. Invieremo il nostro elicottero ed il nostro aereo all’alba, per accertare la situazione lungo la costa. Al momento siamo preoccupati della fascia di isole litoranee, dove i primi rapporti indicavano danni materiali e feriti.”.

 

La Croce Rossa Indonesiana ha messo in atto le proprie procedure di evacuazione e sta avvertendo la popolazione di spostarsi verso l’entroterra in maniera ordinata.

 

Lo staff ed i volontari della Croce Rossa dello Sri Lanka sono in stand-by con le ambulanze, pronti a rispondere alle necessità della comunità in base agli sviluppi della situazione.

 

La Federazione Internazionale stima che gli aiuti a magazzino, i veicoli ed il personale d’emergenza sul campo siano sufficienti nei paesi interessati, pronti a rispondere ai bisogni delle comunità lungo la costa. Stime più dettagliate inizieranno durante la mattinata (del 29 marzo, NdT).

 

Il Capo Delegazione della Federazione per l’Indonesia parteciperà ad un incontro di coordinamento a Jakarta domani mattina (oggi, NdT) con le autorità governative.
Ulteriori informazioni saranno disponibili appena inizieranno le stime.
http://www.ifrc.org/docs/News/pr05/2405.asp

 

Contatti
Siân Bowen: +41 79 416 3881
Capo Ufficio Stampa, Federazione Internazionale Croce Rossa Mezzaluna Rossa (Ginevra)
Lena Eskeland, Sri Lanka: +94 77 318 49 63
Rosemarie North, Sri Lanka: +94 77 314 92 86
Virgil Grandfield, Indonesia: +62 812 10 48 207
Maude Froberg, Thailandia: +66 182 39 218

 

 

3-CICRNews 05/27 del 24 marzo 2005
“Repubblica di Guinea : tavola rotonda fra il più alto livello del comando
delle Forze armate e il CICR”
Traduzione non ufficiale di M.Grazia Baccolo

 

Il 21 e 22 Marzo, si è tenuta una tavola rotonda nella Repubblica di Guinea fra lo Stato Maggiore generale delle Forze Armate e il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR). L’obiettivo era di studiare le possibilità di integrazione del Diritto Internazionale Umanitario (DI.U.) all’interno delle forze armate della Guinea e di contemplare il sostegno del CICR nella materia.

La tavola rotonda, che ha riunito i capi di stato maggiore e gli ufficiali supervisori dello stato maggiore delle armate, è stata animata da uno specialista giuridico militare invitato dal CICR.

 

<Questa tavola rotonda ci ha permesso di portare il nostro dialogo con le forze armate della Guinea al più alto livello del comando militare e speriamo che ciò incoraggi la diffusione del diritto internazionale umanitario e la sua integrazione nei programmi di istruzione militare >, ha sottolineato Barbara Hintermann, capodelegazione del CICR. A seguito dei dibattiti svolti in occasione di questa riunione, i partecipanti hanno stabilito un piano di azione che propone allo Stato maggiore misure concrete nel settore dell’intergazione del D.I.U.

 

I primi contatti fra il CICR e le forze armate della Guinea sono iniziati negli anni 1990. Da allora, il CICR ha formato una quarantina di Istruttori in Diritto Internazionale Umanitario incaricati della formazione delle truppe in tutto il paese, ha portato sostegno tecnico all’ufficio del D.I.U. dello Stato maggiore generale delle armate e gli ha fornito il materiale didattico necessario.

 

 

4-“Fiaccolata 2005 sul web“

E’ stato pubblicato sul sito web del Museo il programma di massima della manifestazione
“Da Solferino a Castiglione Fiaccolata 2005”.

Altri documenti relativi alla logistica ed altro (informazioni generali, scheda per l’iscrizione, ecc.ecc.) verranno pubblicati successivamente sul sito web www.micr.it .

 

M.Grazia Baccolo

 

 

 

5- Allegato

Dal sito web del CICR

“Domande frequenti sul CICR ed il suo mandato”
Traduzione di Monica Benoldi e Simon G.Chiossi

 

Il documento allegato contiene le domande maggiormente poste dalla popolazione a proposito del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR). Includono argomenti riguardanti il terrorismo, il diritto internazionale umanitario (DIU), le visite a prigionieri privati della libertà, l’uso di certe armi, la neutralità e le relazioni con le Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e Magen David Adom (Israele)

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.