Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 141 del 2 Giugno 2003 Stampa E-mail
domenica 01 giugno 2003
2 giugno 2003
nr. 141
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr. 728 indirizzi e-mail


----------------------------------------------------------------------------------

1- Bollettino Iraq - 28 Maggio 2003
Ultime informazioni dallo staff ICRC sul campo (periodo 19 - 25 Maggio)
Traduzione non ufficiale di Giuseppe Sonzogni

2- Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa 11/ 28 MAGGIO 2003 (in breve)
Il segretario generale della Federazione lascia le sue funzioni.
Sisma in Algeria: più di 2000 morti.
Nuovo appello per l’Africa australe.
Appello per il Fondo mondiale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria.
Drammatiche inondazioni in Sri Lanka.
Assistenza alle vittime degli attentati a Casablanca.
Kazakhstan: assistenza della Mezzaluna Rossa alle vittime del terremoto.
Un miliardario indiano presiede la Fondazione della Federazione.
Traduzione non ufficiale di Elisa Barzaghi

3- CICRnews n. 03/63 28 maggio 2003
Perù: conferenza regionale sulle persone scomparse.
Traduzione non ufficiale di
Monica Barzaghi

4- Aggiornamento su “Da Solferino a Castiglione”
che si terrà dal 25 al 29 giugno 2003
Di M.Grazia Baccolo

1- Bollettino Iraq - 28 Maggio 2003
Ultime informazioni dallo staff ICRC sul campo (periodo 19 - 25 Maggio)
– Bagdad e Iraq centrale-

Focus sulla salute

Man mano che le squadre mediche dell'ICRC continuano le loro visite agli impianti sanitari nella regione, una serie di problemi si vanno via via evidenziando.

La sicurezza rimane un problema primario, in particolare per gli staff femminili che fanno ritorno a casa dopo il lavoro
L'energia elettrica è disponibile solo per poche ore al giorno, forse un po' di più per quelle istallazioni che hanno a disposizione generatori, questo causa problemi sui sistemi di refrigerazione, un fattore cruciale nell'estate che sta per arrivare.
L'energia elettrica ha anche un impatto sul trattamento delle acque e sulla potabilizzazione: casi di gastro enterite e diarrea sono segnalati in aumento.
Alcuni ospedali sono obbligati ad usare fuoco di legna per cucinare per i pazienti; in alcuni ospedali pediatrici e di maternità (come al Habibiya, Zahraa e Ibn al Baladi) si segnalano aumenti di casi di bambini malnutriti e più parti prematuri
Molto personale medico è tornato al lavoro, anche se gli stipendi non sono stati completamente pagati.

BAGDAD ED IRAQ CENTRALE

Situazione generale

La sicurezza è ancora una preoccupazione, con elementi armati di ogni genere in azione, La strada Baghdad-Erbil rimane non sicura ed oggetto di fenomeni di banditismo, lo stresso vale per l'autostrada vicino a Ramadi. A Kirkuk la situazione di sicurezza rimane variabile.

Protezione e Tracing

Detenzione
Tra il 24 ed il 27 Maggio una squadra dell'ICRC ha visitato le persone detenute dalle forze della Coalizione nella città e nei dintorni di Baghdad.

Ristabilire i legami famigliari

E' ora possibile per le persone in Iraq mandare messaggi di Croce Rossa (RCM) ai loro famigliari all'estero e di ricevere risposte dalle altre Nazioni. I messaggi sono inoltrati attraverso la "Central Tracing Agency" a Ginevra in cooperazione con le società nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna
Rossa in varie nazioni. La nuova organizzazione permetterà anche ai cittadini Iracheni residenti all'estero di inviare RCM ai loro famigliari in Iraq. La RC Irachena sarà la responsabile per la raccolta e la distrinbuzione dei RCM in Iraq.
Più di 100 persone visitano la delegazione ICRC in Baghdad ogni giorno, chiedendo informazioni sui parenti arrestati (o che pensano lo siano stati) o in altro modo scomparsi. Alcuni scrivono RCM, altri usano il telefono satellitare per mettersi in contatto con i famigliari all'estero.
Una squadra dell'ICRC ha speso una settimana a Najaf per fornire l'uso del telefono satellitare, di internet dei RCM.

Attività mediche

Le squadre mediche dell'ICRC continuano le loro visite agli ospedali ed alle istallazioni mediche, con il compito di valutarne i bisogni, Durante le loro visite, le squadre coprono le aree di Baghdad, come i governatorati di Anbar (Fallouja), Babel (Hilla), Najaf, Diyala, Baaquba e Kerbala.

Acqua e sanificazione

Una squadra dell'ICRC ha visitato ospedali e centri sanitari nell'area di Baghdad ed ha provveduto ad alcuni lavori di manutenzioni urgenti sui sistemi di purificazione dell'acqua. La squadra ha anche fornito ossigeno e gas da cucina ad istallazioni sanitarie a Baghdad e nei givernatorati di
Kerbala, Najaf, Qadissiza, Diyala e Babil.
Riparazioni urgenti sono state fatte anche in diversi siti di produzione di acqua potabile a al Maidan, al Wahad e Nahran. L'ICRC ha anche dato il via alla distribuzione dell'acqua in 20 siti all'est di Rasafa.

Sicurezza economica

L'ICRC ha inviato forniture alimentari per un migliaio di famiglie all'unità locale della CR Irachena a Najaf, che la destinerà principalmente alle persone colpite direttamente dal conflitto (come ad esempio profughi e persone con abitazioni danneggiate)

Una associazione per i ciechi ha ricevuto cibo per 600 persone.

Cooperazione con il Movimento della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

La CR Irachena è impegnata attivamente nella raccolta di richiesta di tracing (richieste da parte delle famiglie di informazioni riguardanti i propri famigliari dispersi). Questo è svolto in stretta cooperazione con la delegazione ICRC.

Mine ed ordigni inesplosi (UXO)

L'ICRC sta sviluppando il programma in 14 governatorati, lavorando spalla a spalla con la CR Irachena, con lo scopo di raggiungere il maggior numero possibile di persone che vivono in aree a rischio mine ed altri oggetti esplosivi. C'è l'urgente bisogno di informare le popolazioni su come comportarsi in caso di rinvenimento di mine ed UXO, dal momento che continuano ad accadere incidenti, uccidendo persone o lasciandole menomate, aggiungendo ulteriore carico di lavoro sul già sovraccarico sistema sanitario.

La prima sessione di formazione sponsorizzata dall'ICRC sulle mine/UXO a Baghdad e sui loro effetti è stata seguita da 20 Volontari della CR Irachena.L'obiettivo è quello di mettere i volontari nella condizione di passare il messaggio alle popolazioni che vivono nelle aree a rischio.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa 11/ 28 MAGGIO 2003

Il segretario generale della Federazione lascia le sue funzioni.
Il segretario generale della Federazione internazionale, Didier Cherpitel, ha annunciato al Consiglio di Direzione, riunito a Ginevra questa settimana, che lascerà il suo posto il 16 giugno 2003. Ritirandosi fin da ora, il segretario generale ha voluto lasciare al Consiglio il tempo sufficiente per nominare il suo successore prima della prossima Assemblea generale.
Per Juan Manuel Suarez del Toro, presidente della Federazione internazionale, Didier Cherpitel ha apportato un contributo inestimabile al lavoro della Federazione durante i quattro anni del suo mandato. “Didier ha lavorato senza tregua al fine di dare alla nostra rete di Società nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa la capacità di rispondere ancor meglio ai bisogni dei più vulnerabili, attraverso l’applicazione della Strategia 2010”, ha sottolineato Suarez del Toro. Il Consiglio ha nominato Steve Davey, direttore dell’Unità baliaggio e pianificazione del Segretariato, segretario generale ad interim. Inoltre i membri del Consiglio discutono dei preparativi della prossima Conferenza internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa che si svolgerà nel dicembre 2003 a Ginevra, sul tema “Proteggere la dignità umana”. E ancora all’ordine del giorno: le principali sfide con le quali il settore umanitario si confronta oggi, in particolare la concorrenza sempre più accanita per mobilitare i fondi e reclutare volontari, e i grandi problemi di sanità pubblica come il HIV/AIDS, l’ebola o la SARS.

Sisma in Algeria: più di 2000 morti.
Il bilancio del devastante terremoto che ha fatto tremare l’Algeria nella sera del 21 maggio è pesante: più di 2200 morti e 9000 feriti e danni materiali enormi. La Mezzaluna algerina ha reagito rapidamente ed efficacemente alla catastrofe, con l’appoggio della Federazione. La Federazione ha anche mobilitato tre unità d’intervento d’urgenza (EUR) specializzate nella logistica, l’approvvigionamento d’acqua e la bonifica, e le cure sanitarie di base. Le prime due sono state fornite dalla Croce Rossa francese, la terza dalla Croce Rossa spagnola. Inoltre la Croce Rossa tedesca e la Croce Rossa svizzera hanno inviato delle squadre di ricerca e di salvataggio ed altre Società nazionali hanno organizzato dei trasporti aerei di soccorso.

Nuovo appello per l’Africa australe.
La Federazione internazionale ha pubblicato questa settimana una nuova richiesta di 13,6 milioni di franchi svizzeri. L’appello mira a consolidare le operazioni della Croce Rossa in Africa del Sud, fornendo a circa 350.000 persone particolarmente vulnerabili un’assistenza alimentare e sanitaria. Dall’anno scorso, quasi un milione di abitanti dell’Africa australe hanno beneficiato dell’aiuto della Croce Rossa.

Appello per il Fondo mondiale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria.
Alla vigilia del G8, la Federazione internazionale ed altre organizzazioni hanno esortato i capi dei paesi più ricchi a garantire in modo duraturo il finanziamento del Fondo mondiale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria, malattie che uccidono ogni anno circa sei milioni di persone. Intervenendo in occasione dell’apertura a Ginevra dell’Assemblea mondiale della sanità, il dottor Massimo Barra, della Croce Rossa Italiana, ha sottolineato che il fondo manifesta per il solo anno in corso un deficit di 1,4 miliardi di dollari americani.

Drammatiche inondazioni in Sri Lanka.
Le peggiori inondazioni e smottamenti degli ultimi cinquant’anni in Sri Lanka hanno fatto più di 250 morti e lasciato più di 100.000 famiglie senza tetto. La situazione resta critica, la Croce Rossa del Sri Lanka, in seguito a valutazioni con il governo, le agenzie delle Nazioni Unite e una équipe della Federazione, ha distribuito viveri, bottiglie d’acqua ed anche recipienti per lo stoccaggio dell’acqua potabile. È anche stato messo in atto un programma di trattamento dei pozzi contaminati. A sostegno di queste opere la Federazione ha lanciato un appello di 1,2 milioni di franchi svizzeri al fine di fornire a 125.000 sinistrati un’assistenza per tre mesi sottoforma di viveri, vestiario, materiale per la costruzione di abitazioni, acqua potabile e servizi sanitari.

Assistenza alle vittime degli attentati a Casablanca.
In seguito ai cinque attentati che hanno colpito il 16 maggio la città di Casablanca, facendo almeno 41 morti ed un centinaio di feriti, la Mezzaluna Rossa marocchina ha immediatamente mobilitato le sue squadre d’intervento d’urgenza. La rapidità dell’intervento della Mezzaluna si spiega in parte per il fatto che la Federazione e il governo marocchino avevano recentemente organizzato dei corsi di formazione per la gestione delle catastrofi.

Kazakhstan: assistenza della Mezzaluna Rossa alle vittime del terremoto.
Il mattino del 23 maggio, un sisma di magnitudine di 3,5 sulla scala di Richter ha scosso il sud del Kazakhstan facendo tre morti, di cui una bimba di tre anni, e 26 feriti. La Mezzaluna rossa ha inviato sul posto una squadra per la valutazione e distribuito ai sinistrati tende, coperte, materassi, vestiario, taniche e medicinali di base.

Un miliardario indiano presiede la Fondazione della Federazione.
L’uomo d’affari e miliardario indiano Mukesh Ambani è stato nominato presidente della Fondazione per la Federazione delle Società nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


CICRnews n. 03/63 28 maggio 2003
Perù: conferenza regionale sulle persone scomparse.

La Conferenza regionale sulle persone scomparse nell'ambito di un conflitto armato o di una situazione di violenza interna, si apre oggi, 28 maggio 2003 a Lima.

Essa accoglie i rappresentanti di 18 stati dell'America del Sud, dell’America centrale e dei Caraibi. Inoltre, nove organizzazioni della regione, le cui attività sono legate al problema delle persone scomparse, vi assisteranno in qualità di osservatori.

La Conferenza, dovuta all'iniziativa del ministero peruviano degli Affari esteri, è stata organizzata congiuntamente al CICR. Essa dovrebbe fornire gli strumenti necessari per contribuire agli sforzi impiegati al fine di chiarire la sorte degli scomparsi.

La cerimonia di inaugurazione è presidiata dal capo delle operazioni CICR per l'America latina e i Caraibi e il ministro peruviano degli Affari esteri

La Conferenza ha per obiettivo di sensibilizzare i partecipanti e il grande pubblico sull'importanza dell'aiuto portato alle famiglie e la messa in opera di misure efficaci per prevenire le sparizioni. Si tratta anche di creare un luogo di scambio e di dibattito sul seguito e l'applicazione, nel contesto regionale, delle osservazioni e raccomandazioni di una conferenza organizzata dal CICR dal 19 al 21 febbraio 2003, a Ginevra, e intitolata “Gli scomparsi: azione per risolvere il problema delle persone scomparse nel quadro di un conflitto armato o di una violenza interna e per venire in aiuto delle loro famiglie".

La Conferenza di Lima esaminerà il problema degli scomparsi nell'ambito di quattro diretti dagli esperti internazionali. Due di questi ateliers saranno consacrati alle norme relative alla prevenzione delle sparizioni e ai mezzi disponibili per assicurare il rispetto del diritto di sapere delle famiglie.
Gli altri due saranno dedicati agli aspetti essenziali e pratici da prendere in considerazione nel processo indispensabile delle esumazioni e delle identificazioni dei cadaveri, oltre che i programmi di sostegno alle famiglie colpite.

I conflitti armati o le situazioni di violenza interna hanno causato la sparizione di centinaia di migliaia di persone nel mondo. Nell'Ex-Yugoslavia non si sa ancora la sorte toccata a 22.000 persone, e almeno 100.000 persone sono sparite in Ruanda. Per ciò che concerne l'America del Sud, ci sarebbe, secondo diverse fonti, almeno 6.000 scomparsi in Perù.

Dappertutto, nel mondo, genitori, fratelli e sorelle, congiunti e bambini cercano disperatamente i loro cari che sono spariti nel corso di un conflitto armato o in una situazione di violenza interna. E' imperativo attenuare le loro angosce e alleggerire le loro sofferenze: tutti hanno il diritto di sapere.

Per maggiori informazioni: Annick Bouvier, CICR, Ginevra, tel: ++ 41 22 730 24 58
Philippe Tempestini, Dafne Martos, Marisela Silva. CICR, Lima, tel: ++ 511 460 27 19


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

“Da Solferino a Castiglione” - Aggiornamento al 1 giugno 2003
Ecco qualche dato sul proseguire dell’organizzazione dell’Evento:

E’ arrivato il seguente telegramma:

"da Roma Quirinale

Al Presidente Guido Stuani
Museo Internazionale Croce Rossa
Via Garibaldi 50
46043 Castiglione delle Stiviere (MN)

Sono lieto di comunicarle che il Presidente della Repubblica ha concesso l'Alto Patronato all'evento denominato "Da Solferino a Castiglione".
Formulo i migliori auguri per il sucesso dell'iniziativa.
Con cordiale animo. Gaetano Giffuni Segretario generale Presidenza della Repubblica"

E’ questo un riconoscimento che gratifica tutti coloro che credono nella manifestazione, e partecipano alla sua buona riuscita, lavorando per l’organizzazione, essendone parte in quei giorni.

Di seguito qualche cifra. Iscrizioni totali: nr. 1605 di cui

Al Campo Lidia nr. 1309 di cui
Posto letto : 928 (Ita: 580 – extra 348)
Piazzole : 381 (Ita: 270 – extra 111)

Altro : 296 (Ita:206 - extra 90)

I gruppi iscritti si possono vedere elencati nel sito web www.micr.it nella pagina appositamente dedicata e tenuta giornalmente aggiornata.

Per la prima volta saranno presenti rappresentanti di Società di Croce Rossa e Mezzaluna provenienti dal continente africano (Costa d’Avorio e Sudan)
 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.