Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 144 del 17 Giugno 2003 Stampa E-mail
lunedì 16 giugno 2003
17 giugno 2003
nr. 144
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr. 734 indirizzi e-mail


----------------------------------------------------------------------------------

1- CICR News No. 72 del 17 Giugno 2003
Eritrea/Ethiopia: Centinaia di rimpatriati da entrambe le parti
Traduzione non ufficiale di Giuseppe Sonzogni

2- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 33 del 12 giugno 2003
Liberia: il CICR prosegue le sue operazioni di urgenza a Monrovia
Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera


3- Federazione Internazionale Società Croce Rossa e Mezzaluna Rossa nr 12 del 12 giugno 2003
Traduzione non ufficiale di Monica Benoldi
La Croce-Rossa della Liberia nel cuore dei combattimenti.
Creazione di équipes regionali d'intervento d'urgenza in Africa occidentale.
Nomina di un segretario generale ad interim (temporaneo)
Il caldo fa circa 2000 morti in India.
Afflusso di emigrati nell'ovest dell'Ucraina.
Le Americhe si preparano alla stagione degli uragani.
L'Argentina si mobilita per le vittime delle inondazioni.
Nuova ondata di colera nella Repubblica Democratica del Congo.
1- CICR News No. 72 del 17 Giugno 2003
Eritrea/Ethiopia: Centinaia di rimpatriati da entrambe le parti

Un totale di 153 civili Etiopi e 75 civili Eritrei sono rimpatriati nei loro
rispettivi paesi sotto gli auspici dell'ICRC in due differenti operazioni il
13 ed il 17 Giugno. Entrambi i gruppi hanno oltrepassato il confine su un
ponte sul fiume Mereb, tra le città di Ai Quala, sulla sponda Eritrea e
Rama, in Etiopia.

Ogni gruppo era accompagnato dai delegati dell'ICRC che hanno base nelle
Nazioni di partenza. Una volta attraversato il fiume, i rimpatriati sono
stati accolti dagli staff dell'ICRC che lavorano da quella parte e poi sono
stati presi in carico dalle proprie autorità Nazionali. I Volontari della
Società Nazionale Della Croce Rossa Etiope ed Eritrea hanno partecipato
all'operazione, portando acqua e cibo.

L'ICRC continuerà ad assistere le popolazioni che subiscono le conseguenze
del recente conflitto armato tra Etiopia ed Eritrea e insisterà affinché
venga assicurato il rispetto delle regole ed i principi di diritto
internazionale umanitario, in particolare della convenzione di Ginevra del
1949.



@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

2- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/33 del 12 giugno 2003
Liberia: il CICR prosegue le sue operazioni di urgenza a Monrovia

Ginevra (CICR) – Alcune decine di migliaia di persone sfollate sono fuggite nei giorni scorsi dai campi profughi alla periferia di Monrovia. Si sono disperse in città, e alcune si sono raggruppate negli edifici pubblici (scuole, centri sportivi). Migliaia di altre persone si trovano oggi nelle zone vicine alla capitale ma attualmente inaccessibili. Questo massiccio afflusso aumenta considerevolmente i bisogni della popolazione della capitale, residente e sfollata.

Malgrado la situazione resa difficile dalle forti piogge che cadono sulla capitale liberiana, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), in collaborazione con la Croce Rossa della Liberia, si sforza di assicurare l’accesso delle persone sfollate all’acqua potabile e ai servizi igienici, soprattutto costruendo delle latrine e risistemando i pozzi. Inoltre, ieri sono stati distribuiti articoli non alimentari a più di 3000 persone.

All’ospedale JFK, ormai il solo a funzionare nella capitale, l’équipe chirurgica del CICR ha continuato senza interruzione a trattare i feriti. Così, più di 500 persone sono state curate tra il 5 e il 12 giugno. Dei medicinali e del cibo sono stati forniti all’ospedale.

L’équipe del CICR, presente a Monrovia per tutto il periodo dei combattimenti, comprende nove espatriati, dei quali sei lavorano all’ospedale JFK. Le organizzazioni umanitarie rimaste sul campo, tra cui MSF, coordinano quotidianamente le loro attività.

Nei prossimi giorni il CICR rafforzerà il suo personale, che sta compiendo un lavoro significativo. Il CICR vuole rendere particolarmente omaggio ai suoi collaboratori liberiani, che danno prova di un impegno e di una professionalità ammirevoli. Questo impegno è sfortunatamente costato la vita ad una giovane impiegata liberiana, morta ieri a seguito di un incidente automobilistico provocato dal panico che regna in città.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

3- Federazione Internazionale Società Croce Rossa e Mezzaluna Rossa nr 12 del 12 giugno 2003

La Croce-Rossa della Liberia nel cuore dei combattimenti.

Mentre i combattimenti fra le forze governative e i ribelli si avvicinavano a Monrovia, la Croce-Rossa della Liberia ha distribuito acqua potabile agli abitanti della città e trasportato i feriti all'ospedale. Con l'appoggio del Comitato Internazionale di Croce-Rossa, la Società nazionale si era preparata all'escalation di violenza e all'afflusso conseguente di rifugiati nella capitale, costituendo delle équipes d'intervento d'urgenza.


Creazione di équipes regionali d'intervento d'urgenza in Africa occidentale.

La Federazione ha recentemente riunito a Accra, capitale della Guinea, una trentina di rappresentanti di Società di Croce-Rossa dell'Africa Occidentale in vista di costituire delle équipes regionali d'intervento in caso di catastrofe, secondo un modello prestabilito nelle altre regioni. Volontari e impiegati della Croce-Rossa specializzati nelle telecomunicazioni, logistica, informazione, finanza e salute hanno preso parte a questa riunione.


Nomina di un segretario generale ad interim (temporaneo)

Markku Niskala, segretario generale della Croce-Rossa finlandese, è stato scelto come segretario generale ad interim dalla Federazione, per sostituire Didier Cherpitel, che ha annunciato la sua partenza durante la recente sessione del Consiglio di Direzione. Markku Niskala entrerà in carica il 1° luglio e assumerà il suo incarico fino all'elezione prossima del nuovo segretario generale dell'Assemblea generale nel novembre 2003.
Egli sarà coadiuvato da Razia Essack-Kauaria, segretario generale di Croce-Rossa della Namibia e da Sir Nicholas Young, direttore esecutivo della Croce-Rossa britannica.
Esclusa la sessione di fine maggio, le 4 commissioni (salute, soccorso, gioventù e sviluppo) si sono riuniti per la prima volta al fine di discutere le diverse priorità e problematiche della Federazione.
Sulla base dei rapporti delle commissioni e del gruppo della Direzione in carica per la lotta contro l'Aids, il consiglio ha adottato una politica relativa al sostegno psicologico e ha autorizzato il segretariato generale a stabilire un Partneriato internazionale per i primi soccorsi, oltre che un'entità giuridica indipendente e ha stimolato le Società nazionali e il Segretariato della Federazione a mettersi completamente in opera, in vista di promuovere un accesso universale ai medicinali salva-vita.


Il caldo fa circa 2000 morti in India.

L'arrivo tardivo delle piogge monsoniche ha apportato un prezioso rinfrancamento alle comunità dell'Asia del Sud, provate da più di tre settimane da un'ondata di caldo che ha fatto più di 1900 morti in India, 70 in Pakistan e 40 in Bangladesh. Le temperature sono salite fino a 50° C, ovvero circa una dozzina di gradi in più della media normale.


Afflusso di emigrati nell'ovest dell'Ucraina.

L'Ucraina ha visto recentemente duplicarsi il numero degli emigrati clandestini illegali che cercano di raggiungere l'Europa centrale e occidentale, in cerca di migliori condizioni di vita. Dall'inizio dell'anno, 609 persone, di cui 225 cinesi, sono state messe in detenzione, nella regione di Zakarpattya da dove transitano la maggior parte dei clandestini.
Al fine di evitare una propagazione della Sars, per gli emigrati cinesi sono state applicate in tre centri di raccolta, misure di quarantena e di controlli di salute rigorosi


Le Americhe si preparano alla stagione degli uragani.

Secondo i meteorologi, la stagione degli uragani nella zona Atlantica rischia di essere molto agitata. Fino alla fine di novembre essi prevedono 14 tempeste tropicali, di cui 8 evolveranno in uragani.
I preparativi della Croce-Rossa in previsione della stagione sono molto avanzati.
Il 23 giugno, i rappresentanti di 24 Società nazionali dell'America centrale e dei Caraibi, si riuniranno a Santo Domingo con degli altri organismi concernenti, al fine di sviluppare nuovi piani d'urgenza e di precisare i meccanismi di cooperazione in caso di crisi.


L'Argentina si mobilita per le vittime delle inondazioni.

Contrariamente alla profonda crisi economica che mina il paese, 76 centri della Croce-Rossa argentina continuano a ricevere doni dal pubblico (in particolare cibo e articoli per l'igiene) destinati ai sinistrati della provincia di Santa Fe, toccata da inondazioni drammatiche. La Croce-Rossa della provincia è stata sostenuta da diversi concerti in occasione dei quali il pubblico era invitato a portare beni non deperibili, come vestiti e articoli per l'igiene.


Nuova ondata di colera nella Repubblica Democratica del Congo.

Proprio quando l'epidemia sembrava sotto controllo, si è registrata una nuova ondata di colera nella città mineraria di Mbujimayi e dintorni, nel sud della Repubblica Democratica del Congo. Alla fine di maggio, si erano recensiti più di 5.000 casi di cui 263 mortali.
La Croce-Rossa locale, che fa parte di un'unità governativa di crisi, battezzata "Alt al colera", ha formato 150 volontari di primo soccorso comunitario e alla mobilitazione sociale.

Per maggiori informazioni: www.ifrc.org/news/

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.