Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 146 del 03 Luglio 2003 Stampa E-mail
mercoledì 02 luglio 2003
3 luglio 2003
nr. 146
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr. 740 indirizzi e-mail


----------------------------------------------------------------------------------

1- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/46 del 30 giugno 2003
Liberia: un aereo-cargo apporta soccorsi medici a Monrovia
Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera


2- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/44 del 26 giugno 2003
Liberia: il CICR si appella al rispetto del diritto internazionale umanitario
Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera

3- Fabia Zacchi e Laura Zorzetto del Comitato CRI di Trieste
Ci invitano a visitare la
Mostra Storica “Da Solferino ad oggi”
TRIESTE dal 28 giugno al 27 Luglio
Alle Scuderia del Castello di Miramare
(orario: mattino 10-13 pomeriggio 15-18 )


4- Nota:
La manifestazione “da Solferino a Castiglione – Fiaccolata 2003” è terminata ed ora inizia l’attività di chiusura, ogni evento ha una “coda” che va gestita unitamente al recupero fisico e psicologico ed agli impegni ordinari, di lavoro e personali. Mi ero ripromessa di fare una relazione, ma in questi giorni, non ne ho avuto la possibilità. L’impegno è preso per la prossima uscita del Caffè, che sarà presumibilmente la settimana prossima.
Vi posso anticipare che il lavoro svolto presso lo stand “Caffè Dunant” all'interno della manifestazione è andato benissimo e dal prossimo numero molte altre persone saranno inserite nella mailing list.

Auguro a tutti un buon fine settimana.

M.Grazia Baccolo
1- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/46 del 30 giugno 2003
Liberia: un aereo-cargo apporta soccorsi medici a Monrovia
Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera


Ginevra/Monrovia (CICR) – Un aereo-cargo Antonov noleggiato dal Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) è arrivato oggi [30 giugno NdT] da Ginevra nella capitale della Liberia, Monrovia, con a bordo un medico e oltre otto tonnellate di soccorsi medici. L’aereo aveva lasciato l’aeroporto di Cointrin domenica sera e aveva fatto scalo in Algeria prima di arrivare in Liberia.

I soccorsi comprendono soprattutto materiale per tartare i feriti di guerra, lenzuola, abbigliamento sterile e sacchi mortuari. L’ospedale JFK è il solo ospedale di una certa importanza a funzionare ancora a Monrovia. L’équipe medica del CICR, composta da tre chirurghi, due medici anestesisti e tre infermieri, vi lavora senza interruzione da due settimane e tratta attualmente circa 500 pazienti.

Numerose tonnellate di soccorsi non alimentari (coperte, materassi, etc.) sono state ritirate da un deposito del CICR situato in una zona poco sicura del nord della città per essere trasferite in un nuovo deposito installato in una parte sicura della capitale, a fianco dell’ospedale JFK.

Con l’arrivo del nuovo medico, il CICR conta su 14 espatriati a Monrovia. Le attività essenziali restano le cure ai feriti e il lavoro all’ospedale. Inoltre, il CICR studia il metodo migliore per apportare una assistenza alimentare agli sfollati e ai residenti in funzione dell’evoluzione della situazione.





2- Comunicato stampa del Comitato Internazionale della Croce Rossa nr. 03/44 del 26 giugno 2003

Liberia: il CICR si appella al rispetto del diritto internazionale umanitario

Traduzione non ufficiale di Sabrina Bandera


Ginevra/Monrovia (CICR) – Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) è estremamente preoccupato per le conseguenze umanitarie della situazione attuale in Liberia. Conformemente al suo mandato, il CICR ricorda alle parti in conflitto l’obbligo di rispettare il diritto internazionale umanitario, soprattutto di operare sempre la distinzione tra la popolazione civile e coloro che partecipano direttamente alle ostilità, di risparmiare i civili e di proteggerli contro qualsiasi atto di violenza e qualsiasi attentato alla loro dignità. Questa distinzione deve applicarsi anche ai beni di carattere civile e agli obiettivi militari.

Coloro che si arrendono o che non partecipano più ai combattimenti, perché sono stati feriti o catturati o per qualsiasi altra ragione, non possono più essere attaccati e devono essere trattati con umanità. Il saccheggio di beni civili così come qualsiasi atto diretto contro l’assistenza umanitaria costituiscono ugualmente delle violazioni del diritto internazionale umanitario.

Questo appello è emesso a seguito dei bombardamenti che, ieri [25 giugno NdT ] a Monrovia, capitale della Liberia, hanno colpito degli edifici dove si trovavano del personale umanitario e migliaia di persone sfollate. Numerosi civili sono stati uccisi e almeno 30 persone sono state gravemente ferite. Essi sono stati curati presso l’ospedale JFK dall’équipe medica del CICR.

Il CICR, che può contare nella capitale liberiana su 19 espatriati e su circa 130 impiegati nazionali, lavora senza interruzione all’ospedale JFK, dove 200 pazienti sono stati condotti negli ultimi due giorni. In coordinamento con MSF Francia e Belgio, e in collaborazione con la Croce Rossa nazionale della Liberia, il CICR si sforza di apportare il suo sostegno alle migliaia di persone sfollate, alla popolazione residente e ai feriti, in una situazione resa estremamente difficile dalla persistenza dei combattimenti.

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.