Home arrow Ricerca per Mese

Cri.it

IFRC

CICR

MICR - Geneve

Museo Castiglione

Il museo su FB


fb

RCRC Magazine

Standing Commission

n° 148 del 23 Luglio 2003 Stampa E-mail
martedì 22 luglio 2003
23 luglio 2003
nr. 148
Notiziario a cura del Museo Internazionale Croce Rossa
Castiglione delle Stiviere (MN)


Questo numero è inviato a nr. 851 indirizzi e-mail
 
 

 ----------------------------------------------------------------------------------

Riceviamo oggi, martedì 22 Luglio, alle ore 17,30:

COSE CHE SI SPERANO DI NON TRADURRE MAI,
MI VIENE DA PIANGERE (SUL SERIO)

BEPPE

allegata c’è questo comunicato del Comitato Internazionale Croce Rossa di Ginevra
traduzione non ufficiale di Giuseppe Sonzogni

ICRC Comunicato Stampa nr. 53 del 22/07/03
Iraq : un membro dello staff ICRC ucciso ed un altro ferito

Ginevra (ICRC) - Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) è profondamente sconvolto e sgomento per la morte di uno sei propri operatori, Nadisha Yasassri Ranmuthu, un tecnico IT di nazionalità dello Sri Lanka, ucciso il 22 luglio nei pressi di Hilla, a sud di Baghdad. Mazen Hamed Rashid, un autista iracheno è stato ferito nello stesso tragico incidente.

Mr Ranmuthu e Mr Rashid stavano viaggiando sulla strada principale in direzione nord, tra Hilla e Baghdad intorno alle 11 a.m. (local time) quando sono stati fatti oggetto di colpi d'arma da fuoco. Mr Ranmuthu è stato ucciso sul posto. Mr Rashid è stato trasportato nell'ospedale chirurgico di Hilla, dove è attualmente sottoposto ad un intervento chirurgico. Al momento l'ICRC non sa chi siano i responsabili dell'attacco. La polizia irachena e le forze della coalizione sono stati informati.

Il veicolo su cui viaggiavano i due uomini era chiaramente contrassegnato con gli emblemi della croce rossa ad alta visibilità.

L'ICRC ed i suoi staff sono profondamente rattristati per la morte di Mr Ranmuthu ed intendono manifestare il loro cordoglio alla famiglia ed agli amici.

Mr Ranmuthu è entrato a far parte dell'ICRC in Sry Lanka nel 1992. Aveva 37 anni, sposato e padre di un bimbo di 3 anni. Era in Iraq per installare la strumentazione di comunicazione per gli uffici ICRC localizzati nella nazione e per istruire gli operatori iracheni.

L'ICRC sta valutando le implicazioni di dell’attacco, con lo scopo di decidere lo sviluppo futuro delle proprie operazioni in Iraq.

L'ICRC è fermo nel proprio invito a tutte le persone in armi ed ai gruppi di garantire un passaggio sicuro a tutti i veicoli e alle persone che lavorano sotto gli auspici degli emblemi di croce rossa e mezzaluna rossa e di permettere loro di portare a termine i propri compiti volti a salvare vite umane.

L'ICRC ha recentemente aumentato il proprio impegno in Iraq, dove è presente senza interruzioni fin dal 1980. Più di 850 persone stanno attualmente lavorando in Iraq ed un ufficio permanente dell'ICRC è stato recentemente inaugurato a Hilla, portando il numero di persone che lavorano in questa località ad 8.

 
< Prec.   Pros. >

Scuole al museo

scuole
© 2019 Caffè Dunant
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.